Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Hanno potuto gli ananas essere una nuova arma contro COVID-19?

I risultati di uno sforzo recente della ricerca dagli Stati Uniti indicano che il gambo ricco dell'ananas della bromelina o della bromelina può essere utilizzato come agente antivirale contro la malattia di coronavirus (COVID-19), ma anche per gli scoppi futuri potenziali di coronavirus. Questo documento emozionante è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del bioRxiv*.

Studio: La bromelina inibisce l
Studio: La bromelina inibisce l'infezione SARS-CoV-2 in celle VeroE6. Credito di immagine: 9comeback/Shutterstock

La sindrome respiratorio acuto severo coronavirus-2 (SARS-CoV-2) è già ben nota per la sua trasmissione da uomo a uomo rapida, responsabile della diffusione implacabile di pandemia di COVID-19 pericoloso.

Ma ogni giorno, impariamo un po'più circa l'immunologia SARS-CoV-2. L'interazione iniziale fra la proteasi 2 (TMPRSS2) della serina del Transmembrane, la glicoproteina innescata della punta (S-proteina) e l'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE-2) del recettore cellulare ospite è un presupposto per l'entrata delle cellule e la patogenesi COVID-19.

Dal momento che, i pazienti infettati sono curati con differenti agenti antivirali, antinfiammatori ed antimalarici. Tuttavia, il tasso di risposta è relativamente modesto e c'è una necessità di confermare sia la sicurezza che il profilo di efficacia di quelle droghe contro COVID-19.

Ma le droghe attuali repurposing o sviluppano i nuovi (basato a virus o basato a host) antivirals contro SARS-CoV-2 è ancora un modo in avanti. La domanda pertinente siamo, potremmo forse usare la bromelina - un supplemento dietetico isolato dal gambo dell'ananas usato per curare i pazienti con dolore, infiammazione e trombosi - per i pazienti COVID-19 pure?

Questa ipotesi è stata affrontata dai ricercatori dall'università di centro medico del Nebraska e del centro di FDA per la valutazione di Biologics e la ricerca (CBER) in Silver Spring negli Stati Uniti, con i risultati piuttosto emozionanti.

La bromelina inibisce/fende l
La bromelina inibisce/fende l'espressione di ACE-2 e di TMPRSS2, si fende/degrada la proteina della punta SARS-CoV-2 ed inibisce l'associazione di S-Ectodomain e l'infezione SARS-CoV-2.

Clonando ed esprimendo le proteine recombinanti

Da ACE-2 e da TMPRSS2 è pieno dei residui della cisteina che stabiliscono i legami bisolfurico per supportare la struttura della proteina, questo gruppo di ricerca soprattutto ha valutato l'effetto di bromelina (che è una proteasi della cisteina) sull'espressione ACE-2 e TMPRSS2.

Le sequenze integrali del genoma di 45 isolati SARS-CoV-2 erano approfondito analizzato. Allo stesso tempo, le celle epiteliali del rene del cercopiteco africano (Vero E6) sono state scelte come la linea cellulare primaria utilizzata in questo studio.

I ricercatori clonati e ectodomain successivamente espresso della S-proteina SARS-CoV-2 che contiene il segnale della secrezione delle cellule dell'insetto. Dopo, hanno determinato l'interazione fra lo S-Ectodomain depurativo e il ACE-2 recombinante umano facendo uso della tecnologia di superficie di risonanza del plasmon (cioè, rilevazione in tempo reale delle interazioni biomolecolari).

Per concludere, hanno espresso SARS-CoV-2 S-Ectodomain etichettati con una proteina fluorescente verde in celle dell'insetto di Tni dal Ni di Trichoplusia (cioè, looper del cavolo). Il plasmon di superficie di risonanza e l'analisi di Luminex sono stati usati per rivelare lo S-Ectodomain depurativo che legano a ACE-2 umano come pure il immunoreactivity con i campioni del positivo COVID-19.

Modi multipli di fermata del SARS-CoV-2

“Dimostriamo che il trattamento della bromelina (isolata dal gambo dell'ananas ed usata come un supplemento dietetico) diminuisce l'espressione di ACE-2 e di TMPRSS2 in celle VeroE6 e drammaticamente abbassa l'espressione di S-Ectodomain„, diciamo gli autori di studio.

Più specificamente, è stato indicato che la bromelina fa diminuire l'espressione sia di ACE-2 che di TMPRSS2 in un modo dipendente dalla dose in celle di Vero E6. Inoltre, l'attività proteolitica della cisteina della bromelina era considerevolmente più alta in ACE-2 una volta confrontata a TMPRSS2.

Ancor più importante era l'individuazione che il trattamento della bromelina poteva fermare l'interazione fra le celle di Vero e di S-Ectodomain E6, diminuenti significativamente l'infezione SARS-CoV-2 in questa linea cellulare.

Ancora, questo studio indica che la glicoproteina della punta SARS-CoV-2 ha entrambi glycans O-collegato altamente sialylated e di N e bromelina riuscita per fenderla. Di conseguenza, una perdita di negativamente - i gruppi acidi sialici fatti pagare nei glycans O-collegato e di N possono causare uno spostamento in diminuzione di mobilità di S-Ectodomain.

Bromelina come vasto-spettro antivirale

“Per la prima volta, i nostri risultati dimostrano che la bromelina può inibire l'infezione SARS-CoV-2 mirando a tutto e tre i host ACE-2 e TMPRSS2 e le S-proteine SARS-CoV-2„, riassumono gli autori di studio in questo documento del bioRxiv.

Gli studi precedenti hanno dimostrato che la bromelina può essere utilizzata per curare i pazienti con infiammazione e per fare soffrire e che il composto è assorbito bene e con attività biologica prolungata. Tutti questi vantaggi possono essere sfruttati quando cura i pazienti con COVID-19.

In conclusione, il gambo ricco dell'ananas della bromelina o della bromelina rappresenta un opzione realizzabile come un antivirale per il trattamento non solo COVID-19 ma anche degli scoppi futuri potenziali di altri coronaviruses.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Tomislav Meštrović

Written by

Dr. Tomislav Meštrović

Dr. Tomislav Meštrović is a medical doctor (MD) with a Ph.D. in biomedical and health sciences, specialist in the field of clinical microbiology, and an Assistant Professor at Croatia's youngest university - University North. In addition to his interest in clinical, research and lecturing activities, his immense passion for medical writing and scientific communication goes back to his student days. He enjoys contributing back to the community. In his spare time, Tomislav is a movie buff and an avid traveler.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Meštrović, Tomislav. (2020, September 18). Hanno potuto gli ananas essere una nuova arma contro COVID-19?. News-Medical. Retrieved on March 02, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20200917/Could-pineapples-be-a-new-weapon-against-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Meštrović, Tomislav. "Hanno potuto gli ananas essere una nuova arma contro COVID-19?". News-Medical. 02 March 2021. <https://www.news-medical.net/news/20200917/Could-pineapples-be-a-new-weapon-against-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Meštrović, Tomislav. "Hanno potuto gli ananas essere una nuova arma contro COVID-19?". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200917/Could-pineapples-be-a-new-weapon-against-COVID-19.aspx. (accessed March 02, 2021).

  • Harvard

    Meštrović, Tomislav. 2020. Hanno potuto gli ananas essere una nuova arma contro COVID-19?. News-Medical, viewed 02 March 2021, https://www.news-medical.net/news/20200917/Could-pineapples-be-a-new-weapon-against-COVID-19.aspx.