Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La consapevolezza di disfunzione erettile è in modo allarmante bassa negli uomini ed in donne

La consapevolezza di disfunzione erettile (ED) è in modo allarmante bassa negli uomini e le donne invecchiate 20 - 70, una nuova indagine affidata dall'associazione europea dell'urologia (UCE) ha rivelato. La maggior parte dei dichiaranti non conosce che ED comporta esattamente e si in quattro non ne ha sentito parlare mai c'è ne dei sette trattamenti più comuni per ED.

L'indagine ha esaminato la conoscenza di e l'esperienza con ED di 3.032 uomini e donne delle fasce d'età differenti fra 20 e 70 anni in Spagna, la Francia, la Germania ed il Regno Unito. ED è definito come l'incapacità di ottenere o tenere una costruzione.

Una volta chiesta che cosa ED è, la maggior parte dei dichiaranti o ha dato le risposte sbagliate (34%) o specificato non conoscono che ED è (17%). Coloro che è singolo sono il più minimo il probabile conoscere la definizione di ED. Peggio segnato dichiaranti tedeschi su questo problema; soltanto 49% ha risposto correttamente, confrontato in Spagna in cui una maggioranza solida (78%) ha fatto.

“Poichè ED è realmente una condizione medica maschio comune, è sorprendente che una maggioranza non conosce che cosa ED è,„ commenta prof. Christopher Chapple, segretario generale dell'UCE.

Effettivamente, le linee guida 2020 di UCE su sessuale e la salute riproduttiva specificano che “i dati epidemiologici hanno indicato un'alta prevalenza e un'incidenza di ED universalmente.„ La menzione delle linee guida, tra l'altro, uno studio che riferisce una prevalenza di ED del camice di 52% negli uomini ha invecchiato 40-70 anni. Nell'indagine di UCE, una volta chiesto che percentuale di uomini nel loro paese hanno invecchiato 50-80 soffra da ED, i dichiaranti “21-30%„ il più spesso selezionato.

Il rischio di avere ED aumenta con l'età, ma pregiudica gli uomini di tutte le età ed origini etniche. Di conseguenza, ci non dovrebbe essere alcun tabù a questo proposito. Sebbene sia felice di vedere che la maggior parte dei dichiaranti che fanno dire l'esperienza di ED di parlarlo, c'è ancora la stanza per miglioramento.„

Christopher Chapple, il professor e segretario generale, associazione europea di urologia

Del 17% dei dichiaranti che hanno o hanno un partner che ha sperimentato mai ED, circa uno in quattro (26%) ammessi a non parlarlo con chiunque. Inquietante è quello di quelli in una relazione (coloro che vive con un partner, è sposato, ha un'associazione civile, o è appena in una relazione), una media della conversazione di soltanto 29% l'un l'altro circa ED. I dichiaranti tedeschi hanno dato il più spesso “ritenere scomodi per parlare di ED„ come loro ragione per la ricerca della guida professionale.

La comunicazione è il tasto

“ED è chiaramente una condizione medica comune. Non c'è assolutamente esigenza di vergogna,„ prof. Chapple sottolinea. “Parlilo a vicenda. Ciò fornirà il sollievo e porterà via alcuna della pressione. La comunicazione è il tasto a rompere il tabù.„

Una piccola maggioranza di 53% ha chiesto il parere medico da un professionista di sanità (un GP, dall'urologo, dal sessuologo, dal terapista sessuale o dallo psicologo). Interessante, quelli invecchiati 20-30 anni sono il più minimo il probabile vedere un GP, ma il più probabile da vedere un terapista o uno psicologo sessuale.

I dichiaranti che non hanno chiesto il parere medico erano più probabili da non avere ragione per. “Questo potrebbe significare che non sono informate essi possono cercare la guida professionale,„ prof. Chapple dice. “Ma ED è sempre trattabile.„

Si in quattro dichiaranti non ha sentito parlare mai alcuni trattamenti per ED

Si riferisce ad un altro risultato in modo allarmante; si in quattro dei dichiaranti (26%) non ne ha sentito parlare mai c'è ne dei trattamenti per ED ha quotato nell'indagine: farmaco, terapia sessuale di relazione e di formazione, un'unità di costruzione di vuoto, iniezioni del pene, innesti del pene, terapia di onda d'urto e terapie attuali.

La conoscenza circa il trattamento di ED è più limitata nel Regno Unito; 31% non ne hanno sentito parlare mai c'è ne dei trattamenti quotati (confrontato a 18% in Spagna) e soltanto 50% pensano che ED sia trattabile (mentre 68% in Spagna credono così).

Prof. Chapple: “Capisco che ED potrebbe ritenere come un aspetto privato a voi. Ma questo non dovrebbe impedirgli di migliorare la vostra qualità di vita. Parlilo prego e cerchi la guida.„

Circa l'indagine

La nuova indagine è stata affidata dall'associazione europea dell'urologia (UCE) per la sua settimana annuale dell'urologia (21-25 settembre 2020). Oltre 3.000 membri del pubblico dalla Spagna, la Francia, la Germania ed il Regno Unito sono stati interrogati riguardo alla loro conoscenza di ed esperienza con disfunzione erettile (ED). L'indagine è stata supportata da una concessione educativa di Boston Scientific.

Una ripartizione di 3.032 dichiaranti per paese:

* La Spagna: 766

* La Francia: 759

* La Germania: 755

* Il REGNO UNITO: 752

Le informazioni erano nel luglio 2020 originarie.