Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Una percezione visiva dei modelli elaborati dal calcolatore riflettendo il cervello umano segnala

I ricercatori all'università di Helsinki hanno sviluppato una tecnica in cui una percezione visiva dei modelli elaborati dal calcolatore riflettendo il cervello umano segnala. In un modo, è come se il computer provi ad immaginare di che cosa un essere umano sta pensando. Come conseguenza della questa immaginazione, il computer può redigere le assolutamente nuove informazioni, quali le immagini romanzate che mai prima sono state vedute.

La tecnica è basata su un'interfaccia novella del cervello-computer. Precedentemente, le simili interfacce del cervello-computer hanno potute eseguire la comunicazione unidirezionale dal cervello al computer, quali le diverse lettere di periodo o muovere un cursore.

Fino a è conosciuto, il nuovo studio è il primo dove sia la presentazione del computer di informazioni che dei segnali del cervello è stata modellata simultaneamente facendo uso dei metodi di intelligenza artificiale. Le immagini che hanno abbinato le caratteristiche visive che i partecipanti stavano mettendo a fuoco sopra sono state generate con interazione fra le risposte del cervello umano e una rete neurale generativa.

Lo studio è stato pubblicato nel giornale scientifico di rapporti a settembre. I rapporti scientifici è un pluridisciplinare online, giornale di aperto Access dagli editori della natura.

Modellistica generativa di Neuroadaptive

I ricercatori chiamano questo metodo modellistica generativa neuroadaptive. Complessivamente 31 volontario ha partecipato ad uno studio che ha valutato l'efficacia della tecnica. I partecipanti sono stati indicati le centinaia di immagini AI-generate della gente diverso di aspetto mentre il loro elettroencefalogramma è stato registrato.

Gli oggetti sono stati chiesti di concentrarsi su determinate funzionalità, quali le fronti di taglio che sono sembrato vecchie o stavano sorridendo. Mentre esaminavano una serie rapido presentata di immagini della fronte di taglio, gli elettroencefalogrammi degli oggetti sono stati alimentati ad una rete neurale, che ha arguito se qualunque immagine è stata individuata dal cervello come accoppiamento del che cosa gli oggetti stavano cercando.

Sulla base di questi informazioni, la rete neurale ha adattato la sua valutazione quanto a che genere di gente delle fronti di taglio stavano pensando. Per concludere, le immagini generate dal computer sono state valutate dai partecipanti ed hanno abbinato quasi perfettamente con le funzionalità che i partecipanti stavano pensando a. L'accuratezza dell'esperimento era 83 per cento.

La tecnica combina le risposte umane naturali con la capacità del computer di creare le nuove informazioni. Nell'esperimento, i partecipanti sono stati chiesti soltanto di esaminare le immagini generate da computer. Il computer, a sua volta, ha modellato le immagini video e la reazione umana verso le immagini usando le risposte del cervello umano. Da questo, il computer può creare un'assolutamente nuova immagine che abbina l'intenzione dell'utente.„

Tuukka Ruotsalo, accademia del ricercatore della Finlandia all'università di Helsinki, di Finlandia e di professore associato all'università di Copenhaghen, Danimarca

Gli atteggiamenti incoscienti possono essere esposti

La generazione delle immagini del viso umano è soltanto un esempio degli usi potenziali della tecnica. Un vantaggio pratico dello studio può essere che i computer possono aumentare la creatività umana.

“Se volete ritirare o illustrare qualcosa ma non potete agire in tal modo, il computer può aiutarvi a raggiungere il vostro scopo. Potrebbe osservare appena il fuoco dell'attenzione e predire che cosa vorreste creare,„ Ruotsalo dice. Tuttavia, i ricercatori ritengono che la tecnica possa essere usata per guadagnare la comprensione della percezione ed i trattamenti di fondo nella nostra mente.

“La tecnica non riconosce i pensieri ma piuttosto risponde alle associazioni che abbiamo con le categorie mentali. Quindi, mentre non possiamo scoprire l'identità “di una persona anziana„ specifica un partecipante stava pensando a, noi può guadagnare una comprensione di cui si associano con la vecchiaia. , Quindi, crediamo che possa fornire un nuovo modo del guadagno della comprensione nel sociale, trattamenti conoscitivi ed emozionali,„ dice il ricercatore senior Michiel Spapé.

Secondo Spapé, questo è egualmente interessante da una prospettiva psicologica.

“L'un'idea della persona di una persona anziana può essere molto differente da di un altro. Corrente stiamo scoprendo se la nostra tecnica potrebbe esporre le associazioni incoscienti, per esempio sembrando se il computer rende sempre la gente anziana come uomini per esempio sorridenti.„

Source:
Journal reference:

Kangassalo, L., et al. (2020) Neuroadaptive modelling for generating images matching perceptual categories. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-020-71287-1.