Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I nuovi dati mostrano l'impulso in modo allarmante in dosi eccessive in relazione con l'opioide durante il COVID-19

In un documento pubblicato venerdì dal giornale di American Medical Association, i ricercatori di Virginia Commonwealth University hanno pubblicato i dati che mostrano un impulso in modo allarmante nelle dosi eccessive in relazione con l'opioide durante la pandemia COVID-19.

Le visite non fatali della dose eccessiva dell'opioide al pronto soccorso del centro medico di VCU a Richmond sono aumentato da 102 fra marzo e giugno 2019 a 227 fra marzo e giugno 2020. Quello è un aumento di 123%.

L'aumento della dose eccessiva si è presentato durante il periodo in cui il pronto soccorso stava avvertendo un numero basso-che-medio delle visite globalmente. Le visite di marzo a giugno nel 2020 erano l'anno scorso giù 29% a partire dallo stesso tempo.

L'autore principale dello studio, Taylor Ochalek, il Ph.D., un ricercatore postdottorale al VCU C. Kenneth e Dianne Wright concentrano per la ricerca clinica e di traduzione, analizzato i 2019 e 2020 dati dal pronto soccorso del centro medico di VCU.

“Isolamento sociale, perdita del posto di lavoro, l'inaccessibilità delle risorse della comunità -- questi potrebbero tutti contribuire alle dosi eccessive che stiamo osservando,„ ha detto Ochalek, che lavora nel dipartimento di farmacologia e di tossicologia alla scuola di medicina di VCU.

Ochalek egualmente ha esaminato le informazioni demografiche per i pazienti della dose eccessiva dell'opioide. Per entrambi gli anni, i pazienti principalmente erano maschii (70% nel 2019 e 73% nel 2020) e quasi a metà erano non assicurati (40% nel 2019 e 44% nel 2020). Ma la percentuale dei pazienti neri aumentati: da 63% nel 2019 a 80% nel 2020.

Le disparità di salubrità sono state ingrandette durante la pandemia. Spero che questo studio fornisca un riferimento dei dati per ricerca futura sulle ragioni per l'aumento, gli sforzi di diminuzione, i risultati longitudinali per i pazienti ed ulteriori dati della dose eccessiva.„

Taylor Ochalek, PhD, autore principale di studio e ricercatore postdottorale, dipartimento di farmacologia e tossicologia, scuola di medicina di VCU

“Questi dati provengono dall'area di Richmond, ma confermano che cosa stiamo sentendo anecdotally dall'altro lato degli Stati Uniti,„ hanno detto F. Gerard Moeller, M.D., Direttore del centro di Wright e Direttore dell'istituto di VCU per gli studi dell'alcool e della droga. “La pandemia è più di una crisi di una malattia. I sui effetti dell'ondulazione saranno percepiti per un po di tempo sotto forma di impatti secondari di salubrità come dipendenza.„

I collaboratori sullo studio di Ochalek sono Kirk Cumpston, D.O., un professore nel dipartimento della medicina di emergenza; Brandon vuole, D.O., un professore associato nel dipartimento della medicina di emergenza; Tamas gallone, Ph.D., informatica del direttore di ricerca al centro di Wright; e Moeller.

“I numeri in questo studio sono in modo allarmante ed è importante che i fornitori e la comunità che di salubrità i partner conoscono che cosa stiamo affrontando,„ hanno detto Peter Buckley, M.D., CEO provvisorio del sistema di salubrità di VCU, vice presidente senior provvisorio delle scienze di salubrità di VCU e decano della scuola di medicina. “Gli studi come questi ci guideranno nella fornitura della cura migliore alla comunità di Richmond.„

La salubrità di VCU fornisce i rinvii alle risorse del trattamento, quali le cliniche, i centri di riabilitazione ed i test clinici, che pazienti diretti della dose eccessiva in cura individualizzata. Una maggioranza riceve le prescrizioni per il naloxone, una droga di dose-inversione.

Source:
Journal reference:

Ochalek, T. A., et al. (2020) Nonfatal Opioid Overdoses at an Urban Emergency Department During the COVID-19 Pandemic. JAMA. doi.org/10.1001/jama.2020.17477.