Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori studiano il meccanismo molecolare responsabile degli effetti ipnotici di talidomide

Il talidomide è un farmaco con vari effetti, uno di cui sta promuovendo il sonno nel contesto di insonnia. In un nuovo studio, i ricercatori dall'università di Tsukuba hanno scoperto che il talidomide esercita i sui effetti ipnotici attraverso i meccanismi distinti da quelli per la teratogenicità rinomata della droga.

Il talidomide in primo luogo è stato commercializzato nell'ambito della denominazione commerciale Contergan verso la fine degli anni 50 in Europa ad ansia, ad insonnia ed alle nausee mattutine dell'attrezzatura in donne incinte. Finalmente è stato eliminato dal servizio a causa dei sui effetti teratogeni, che malfamato piombo a focomelia, o delle deformità severe dell'arto.

Oggi, il talidomide è usato come farmaco per modulare il sistema immunitario per combattere fuori parecchi tipi di cancri. Il meccanismo dietro gli effetti teratogeni ed immunomodulatory di talidomide è stato ben esaminato, con cui è stato indicato che la droga lega al cereblon della proteina e blocca la via cereblon-mediata di ubiquitination.

Questa via è importante per la degradazione e la rimozione dei sottoinsiemi specifici delle proteine all'interno delle celle ed il suo bloccaggio si pensa che così interrompa i vari meccanismi cellulari di segnalazione.

Il talidomide è una droga potente, eppure discutibile a causa della sua cronologia. Lo scopo della nostra ricerca era di studiare il meccanismo molecolare finora indeterminato responsabile degli effetti ipnotici di talidomide.„

Masashi Yanagisawa, autore corrispondente ed il professor, università di Tsukuba

per raggiungere il loro scopo, ai ricercatori chiesti se il ubiquitination cereblon-mediato è compreso negli effetti ipnotici di talidomide o se il talidomide agisce indipendentemente da cereblon per esercitare l'sonno-induzione degli effetti.

I ricercatori in primo luogo hanno trattato i mouse normali con talidomide ed hanno registrato l'elettroencefalografia (EEG) e l'elettromiografia (EMG) per provare se la droga ha avuta un effetto sul sonno degli animali.

I ricercatori hanno trovato che il talidomide ha aumentato di occhio rapido) il sonno non REM (movimento senza diminuire il sonno di rem. La riduzione di sonno di rem è uno degli effetti secondari indesiderati dei sedativi comuni.

I ricercatori poi hanno costruito un mouse mutante in cui il talidomide più non ha interagito con cereblon. Il talidomide ha avuto gli stessi effetti sul sonno dei mouse mutanti del cereblon come su quello dei mouse normali, suggerendo che atti del talidomide indipendentemente dal cereblon per indurre il sonno (figura).

Per confermare questi risultati, i ricercatori hanno studiato le vie molecolari degli anestetici e dei sedativi generali conosciuti in mouse mutanti del cereblon e di normale e trovato che il talidomide ha agito sugli stessi neuroni di quelle droghe.

“Questi sono risultati notevoli che mostrano come il talidomide induce il sonno indipendentemente dai sui effetti conosciuti sulla via teratogena del cereblon. I nostri risultati potrebbero essere utili nello sviluppare le droghe ipnotiche del tipo di talidomide novelle senza effetti teratogeni del talidomide,„ dice il professor Yanagisawa.

Source:
Journal references:

Hirose, Y., et al. (2020) Hypnotic effect of thalidomide is independent of teratogenic ubiquitin/proteasome pathway. Proceedings of National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.1917701117.