Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono una nuova strategia di parvovirus per il raggiungimento del nucleo delle cellule

I ricercatori allo scientifique ricercato de della La nazionale di Institut (INRS), in collaborazione con gli scienziati americani, hanno scoperto una nuova strategia di parvovirus per il raggiungimento del nucleo delle cellule che è il loro sito della replica.

Questo nuovo metodo di entrata è un buon esempio da di evoluzione guidata da host. I loro risultati sono stati pubblicati negli atti del giornale dell'Accademia nazionale delle scienze degli Stati Uniti d'America. I parvoviruses sono estremamente contagiosi e persistenti nell'ambiente. Sono trasmessi pricipalmente attraverso le feci di un animale contaminato. Possono infettare gli invertebrati, i vertebrati, i mammiferi e gli esseri umani. Per raggiungere il nucleo delle cellule ospiti, i parvoviruses usano principalmente le reazioni enzimatiche. In primo luogo sono assorbiti dalla cella dentro una vescicola, un compartimento della membrana. Per sfuggire a, i parvoviruses attivano un dominio virale degli enzimi chiamato fosfolipasi A2 (PLA2), un meccanismo chiave scoperto nel 2001 dallo stesso laboratorio di INRS.

Tuttavia, alcuni tipi di parvoviruses come pure di altri virus nonenveloped, non hanno questo dominio degli enzimi e devono quindi sfuggire a dalla vescicola attraverso alcuni altri mezzi. Facendo uso di biologia molecolare e degli studi strutturali, i ricercatori di INRS hanno scoperto che un nuovo virus che mira al gamberetto gigante della tigre usa una risposta più meccanica. Questo tipo di parvovirus contiene un gruppo interno dell'elica del pentamero tenuto insieme dagli ioni del calcio. Quando il microrganismo è nella vescicola, in cui la concentrazione nel calcio è diminuita dall'eliminazione delle sostanze tossiche, il gruppo è rilasciato e che apre lo shell della proteina (capsid) che unisce il suo materiale genetico e la membrana, permettendo che il DNA virale sfugga a nel nucleo per la replica.

“Risulta l'incorporazione di un dominio enzimatico PLA2 è soltanto una strategia, anche fin dove la famiglia dei parvoviruses è interessata. Qui, mostriamo eppure una nuova strategia che non può essere limitata ad uno stirpe di parvovirus, ma ad altri parvoviruses economicamente molto importanti, quali i parvoviruses di gallo e del visone coltivato,„ dice Judit Pénzes, un ex collega postdottorale a INRS e primo autore del documento pubblicato il 18 agosto 2020.

Da un'evoluzione guidata da host

Il professore emerito Peter Tijssen, autore principale di INRS della pubblicazione, solleva un altro punto interessante: dall'l'evoluzione convergente guidata da host di questo metodo di entrata nella cella. “Due parvoviruses con differenti sequenze del DNA, che entrambi i gamberetti d'ottimizzazione, hanno adottato le simili strategie per il raggiungimento del nucleo,„ dice.

Facendo uso di un microscopio quasi due pavimenti alti, il titano Krios, Judit Pénzes di FEI poteva risolvere la struttura completa del virus su un disgaggio quasi-atomico. “Potreste già ritenere il brontolio di energia tramite il commputer enorme entrando nella funzione. Penso che sia probabilmente la stessa a che scienziati addetti all'esplorazione spaziale deve ritenere quando hanno veduto un razzo pronto a decollare per la prima volta,„ dice lo studente postdottorale.

Finalmente, la scoperta di questo meccanismo potrebbe piombo ad una migliore comprensione di come i virus registrano le celle e perfino ad una maturazione.

Se sappiamo il parvovirus riesce a scaricare il suo DNA nel nucleo della cellula ospite, possiamo provare a trovare una molecola per bloccare questo atto.„

Professore emerito Peter Tijssen di INRS

La collaborazione con al il gruppo di ricerca basato a Florida li permetterà di approfondire la conoscenza a questo proposito e possibilmente di trovare altri metodi di entrata che sono eppure di sconosciuto.

Source:
Journal reference:

Pénzes, J.J., et al. (2020) Molecular biology and structure of a novel penaeid shrimp densovirus elucidate convergent parvoviral host capsid evolution. PNAS. doi.org/10.1073/pnas.2008191117.