Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le analisi della rappresentazione di cervello possono rivelare le ferite del trauma di infanzia

Essendo traumatizzando può causare che cosa sono conosciuti come sintomi dissociativi--come avvertire amnesia, un'esperienza extracorporale, ritenente emozionalmente intorpidita--quale può aiutare la gente a fare fronte. Avvertire questi sintomi intensamente o a lungo, tuttavia, può urtare negativamente la capacità di una persona di funzionare.

Un gruppo piombo dai ricercatori all'ospedale di McLean ora ha trovato che le analisi della rappresentazione di cervello possono scoprire i cambiamenti nelle connessioni funzionali fra le regioni del cervello collegate ai sintomi dissociativi di una persona specifica dopo il trauma.

I risultati, che sono stati pubblicati nel giornale americano della psichiatria, possono essere utili per l'adattamento dei trattamenti per i pazienti commoventi.

Per lo studio, i ricercatori hanno applicato una tecnica novella di apprendimento automatico (intelligenza artificiale) alle prove funzionali di imaging a risonanza magnetica di 65 donne con i dati storici di abuso di infanzia e di disordine post - traumatico corrente di sforzo (PTSD).

La tecnica, sviluppata da uno degli autori principali, Meiling Li, PhD, da Athinoula A. Martinos Center per la rappresentazione biomedica, ha indicato che le misure si sono riferite alle connessioni fra le regioni differenti del cervello correlato con i sintomi dissociativi nelle donne.

Ciò ci muove un punto più vicino ad identificare “un'impronta digitale„ di dissociazione nel cervello che potrebbe essere usato come strumento diagnostico obiettivo. In futuro, una volta che alle le misure basate a cervello raggiungono gli alti livelli della sensibilità e della specificità, potremmo utilizzare queste valutazioni in persone che non possono efficacemente parlare dei loro sintomi--per esempio, coloro che potrebbe minimizzare o esagerare intenzionalmente o involontario i loro sintomi--o nelle situazioni gradisca le azioni giudiziarie dove la prova di conferma obiettiva è richiesta.„

Lauren A.M.Lebois, PhD, autore principale di studio e Direttore di Neuroimaging, disordini dissociativi e programma di ricerca di trauma, ospedale di McLean

Lebois ha notato che l'esistenza dei sintomi dissociativi e dei disordini dissociativi è contestata spesso ed alla gente raramente è interrogata riguardo loro.

“Questo dubbio la disposizione ed in comunità mediche rifornisce un circolo vizioso di combustibile: Le nuove generazioni di clinici non sono istruite circa queste esperienze; questi sintomi sono compresi male, stigmatizzati ed underdiagnosed; ed il finanziamento non è dato la priorità a in questo campo di ricerca.

Di conseguenza, la gente che soffre da questi sintomi e disordini causati tramite il trauma di infanzia non ha accesso agli interventi attuali di salute mentale.

“È un'emissione etica globale--i bambini sono abusati o trascurati e poi sopra quell'ingiustizia, non possono ricevere i trattamenti che li aiuterebbero come adulti,„ hanno detto Lebois.

Lo studio può contribuire ad affrontare questa emissione indicando che i sintomi dissociativi nel cervello possono essere misurati obiettivamente, rendendo alcuno delle ferite invisibili del trauma di infanzia visibile. “Speriamo che questa prova biologica sia particolarmente coercitiva per quanto riguarda la legittimità di questi sintomi psichiatrici,„ abbiamo detto Lebois.

La consapevolezza aumentata e l'accettazione che circondano i sintomi dissociativi possono motivare i pazienti per cercare la guida, i medici per fornire la cura adeguata ed i fornitori di assicurazione al trattamento del coperchio. Una migliore comprensione della biologia dietro i sintomi ed i disordini dissociativi può anche indicare le nuove strategie terapeutiche.

“I risultati importanti da questo studio ci hanno diretti verso il punto seguente nella nostra ricerca della ricerca,„ ha detto uno degli autori senior sullo studio, Milissa Kaufman, il MD, il PhD, Direttore dei disordini e del programma di ricerca dissociativi di trauma all'ospedale di McLean.

Il gruppo di Kaufman recentemente ha ricevuto una concessione quinquennale dall'istituto della salute mentale nazionale per studiare come la dissociazione può pregiudicare la sua capacità di trarre giovamento dai trattamenti correnti e standardizzati per PTSD. “Questo lavoro recente può aiutarci a stabilire un nuovo livello di cura per i pazienti traumatizzati con PTSD che lottano con i sintomi significativi di dissociazione,„ ha detto Kaufman.