Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La selezione di CRISPR identifica le vie umane ospite che facilitano l'infezione di coronavirus

La famiglia umana di coronavirus consiste di 7 agenti patogeni conosciuti, per cui non ci sono vaccini approvati o opzioni terapeutiche specifiche. Sebbene i coronaviruses umani stagionali - OC43, HKU1, 229E e NL63 - causino soltanto le infezioni respiratorie delicate, tre coronaviruses altamente patogeni che sono emerso nelle ultime due decadi hanno rivelato il potenziale pandemico di questa famiglia dei virus.

È conosciuto che coronavirus 1 (SARS-CoV-1) di sindrome respiratorio acuto severo e il coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV) può causare la sindrome e perfino la morte di emergenza respiratoria acuta. I tassi di mortalità di questi virus hanno variato da 10 a 40%.

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, che ha causato la pandemia corrente COVID-19, ha un tasso di mortalità più basso ma è molto più ereditario di SARS-CoV-1 e di MERS-CoV. Finora, è stato responsabile di quasi 33 milione casi e di 996.000 morti universalmente.

Dato la severità dell'impatto di questi virus sulle sanità, dobbiamo capire il meccanismo dietro l'invasione del macchinario della cellula ospite da SARS-CoV-2 e di altri coronaviruses durante l'infezione. L'identificazione dei fattori ospite comuni a parecchi coronaviruses potrebbe contribuire a sviluppare le terapie che possono combattere le attuali e pandemie future causate dai coronaviruses.

Gli schermi di CRISPR delle celle infettate rivelano i fattori virali distinti dell'entrata

In pubblicazione preliminare recente un documento ha pubblicato sul bioRxiv della pubblicazione preliminare, * i ricercatori dall'università di California San Francisco, Gladstone Institutes, Chan Zuckerberg Biohub e Synthego Corporation, San Francisco, discutono come hanno identificato alcuni fattori ospite comuni a 3 coronaviruses per mezzo dello strumento gene-modificante, CRISPR.

Il gruppo dei ricercatori ha condotto le celle genoma di ampiezza parallele degli schermi di CRISPR infettate con SARS-CoV-2 e due coronaviruses stagionali di raffreddore - OC43 e 229E. Potevano identificare i fattori virali distinti per tutti e 3 i virus - ACE2 per SARS-CoV-2, glycosaminoglycans per OC43 ed amminopeptidasi N dell'entrata per 229E. Inoltre, egualmente hanno trovato che la biosintesi del fosfato del fosfatidilinositolo e l'omeostasi del colesterolo sono vie critiche ospite che supportano l'infezione da questi tre coronaviruses.

TMEM106B, la proteina lysosomal, era unico all'infezione SARS-CoV-2. Tramite inibizione farmacologica di omeostasi del colesterolo e di biosintesi del fosfato del fosfatidilinositolo, gli autori potevano diminuire la replica di tutti e tre i coronaviruses.

gli schermi Genoma di ampiezza di KO di CRISPR in cellule umane identificano i fattori ospite importanti per l
gli schermi Genoma di ampiezza di KO di CRISPR in cellule umane identificano i fattori ospite importanti per l'infezione vicino per SARS-CoV-2, HCoV-229E e HCoV-OC43. (a) Il disegno schematico degli schermi di KO di CRISPR per l'identificazione del host di coronavirus scompone. Huh7.5.1-Cas9 (con la costruzione bicistronic ACE2-IRES-TMPRSS2 per SARS-CoV-2 e senza per lo schermo 229E e OC43) mutagenized facendo uso di una libreria genoma di ampiezza dello sgRNA. Le celle mutanti sono state infettate esclusivamente con ogni coronavirus e le celle virus-resistenti erano infezione raccolta del paletto dei giorni 10-14 (dpi). L'abbondanza 347 di ogni sgRNA cominciare e nella popolazione selezionata è stata determinata da alto-capacità di lavorazione che ordina e un'analisi di arricchimento nel gene è stata eseguita. (il BD) Arricchimento nel gene degli schermi di CRISPR per (b) SARS-CoV-2, (c) 229E e (d) infezione di OC43. I punteggi di arricchimento sono stati determinati mediante l'analisi di MaGECK ed i geni sono stati colorati dalla funzione biologica. Il SARS-CoV-2 è stato eseguito una volta. Gli schermi 229E e OC43 sono stati eseguiti due volte ed i punteggi combinati di MaGECK video.

I dati suggeriscono i fattori unici dell'entrata ma le vie comuni ospite per 3 coronaviruses

I risultati dello studio evidenziano che mentre i tre coronaviruses dipendono dall'entrata unica scompone, essi hanno un insieme comune delle vie ospite che aiutano nell'infezione. I geni collegati ad omeostasi del colesterolo sono stati evidenziati in tutti gli schermi e nella propagazione della rete.

“dovuto la sua partecipazione ai trattamenti cellulari multipli compreso il traffico vescicolare e autophagy, resta determinare se i coronaviruses dirottano questa via durante l'entrata o per la generazione di doppie vescicole della membrana richieste per i complessi trascrizione/della replicazione virale.„

Coerente con i risultati, 2 interactomes SARS-CoV-2 hanno rivelato le proteine virali che legano a SCAP, che è stato identificato come fattore ospite che è critico per la replica del virus SARS-CoV-2. I ricercatori sostengono che dato il ruolo di SCAP nella replicazione virale, le proteine virali probabilmente regolamentano positivamente l'attività di SCAP ed i livelli di colesterolo. Questi risultati forniscono le comprensioni chiave nella comprensione del ciclo di vita dei coronaviruses e delle indicazioni importanti per lo sviluppo delle terapie host-dirette per combattere l'infezione di coronavirus.

Gli studi precedenti hanno collegato l'omeostasi cellulare del colesterolo a fusione virale della membrana e dell'entrata nelle infezioni di hantavirus e del bunya-. Ciò suggerisce una funzione pro-virale attraverso le famiglie differenti dei virus. I risultati del gruppo erano in accordo questa ipotesi. Potevano diminuire l'infezione con i virus della punta-pseudotyped SARS-CoV-1 e CoV-2 dal trattamento con il hydroxycholesterol 25, che blocca il trattamento di SREBP ed inibisce la sintesi del colesterolo.

I risultati sono egualmente coerenti con quello di uno schermo repurposing della droga recente che ha identificato più di 100 composti, compreso gli inibitori di PIKfyve, inibitori di proteasi e dei modulatori di omeostasi del colesterolo, che hanno inibito la replica SARS-CoV-2. I dati funzionali di genomica ottenuti da questo studio suggeriscono che gli effetti osservati di questi composti siano stati potenzialmente dovuto inibizione di fattori cruciali ospite.

“I nostri risultati confermano le vie precedentemente implicate ospite, scoprono i nuovi aspetti di interazione del virus-host ed identificano gli obiettivi per il trattamento antivirale host-diretto.„

Secondo il gruppo, lo studio offre le comprensioni critiche nelle vie ospite, dirottate solitamente dai coronaviruses. Hanno identificato il complesso della chinasi del fosfatidilinositolo PIK3C3 come obiettivo terapeutico potenziale per SARS-CoV-2 basato sugli schermi 229E e OC43, evidenzianti il valore della selezione parallela di CRISPR per sviluppare le terapie innovarici contro SARS-CoV-2 ed altri virus della famiglia di Coronaviridae.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
  • Functional genomic screens identify human host factors for SARS-CoV-2 and common cold coronaviruses Ruofan Wang, Camille R. Simoneau, Jessie Kulsuptrakul, Mehdi Bouhaddou, Katherine Travisano, Jennifer M. Hayashi, Jared Carlson-Stevermer, Jennifer Oki, Kevin Holden, Nevan J. Krogan, Melanie Ott, Andreas S. Puschnik bioRxiv 2020.09.24.312298; https://www.biorxiv.org/content/10.1101/2020.09.24.312298v1
Susha Cheriyedath

Written by

Susha Cheriyedath

Susha has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree in Chemistry and Master of Science (M.Sc) degree in Biochemistry from the University of Calicut, India. She always had a keen interest in medical and health science. As part of her masters degree, she specialized in Biochemistry, with an emphasis on Microbiology, Physiology, Biotechnology, and Nutrition. In her spare time, she loves to cook up a storm in the kitchen with her super-messy baking experiments.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cheriyedath, Susha. (2020, September 27). La selezione di CRISPR identifica le vie umane ospite che facilitano l'infezione di coronavirus. News-Medical. Retrieved on December 01, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200927/CRISPR-screening-identifies-human-host-pathways-that-facilitate-coronavirus-infection.aspx.

  • MLA

    Cheriyedath, Susha. "La selezione di CRISPR identifica le vie umane ospite che facilitano l'infezione di coronavirus". News-Medical. 01 December 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200927/CRISPR-screening-identifies-human-host-pathways-that-facilitate-coronavirus-infection.aspx>.

  • Chicago

    Cheriyedath, Susha. "La selezione di CRISPR identifica le vie umane ospite che facilitano l'infezione di coronavirus". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200927/CRISPR-screening-identifies-human-host-pathways-that-facilitate-coronavirus-infection.aspx. (accessed December 01, 2020).

  • Harvard

    Cheriyedath, Susha. 2020. La selezione di CRISPR identifica le vie umane ospite che facilitano l'infezione di coronavirus. News-Medical, viewed 01 December 2020, https://www.news-medical.net/news/20200927/CRISPR-screening-identifies-human-host-pathways-that-facilitate-coronavirus-infection.aspx.