Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il Resveratrol e il pterostilbene inibiscono l'infezione SARS-CoV-2 in vitro

Un gruppo degli scienziati all'università di Groninga, nei Paesi Bassi, dimostra che un prodotto vegetale naturale, il resveratrol ed il suo analogo strutturale, pterostilbene, hanno effetti antivirali duraturi contro l'infezione respiratoria acuta severa di coronavirus 2 (SARS-CoV-2). Lo studio è attualmente disponibile sul " server " della pubblicazione preliminare del bioRxiv*.

Dalla sua emergenza alla fine del dicembre 2019 in Cina, SARS-CoV-2, l'agente patogeno causativo della malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus, sta mostrando una traiettoria inarrestabile della trasmissione universalmente. Sebbene gli sforzi continui stiano facendi nella ricerca di efficace terapeutica o dei vaccini, c'è ancora parecchio da fare prima dell'individuazione della soluzione per contenere il COVID-19 pandemico.

Il modulo severo di COVID-19 è conosciuto per essere associato con infiammazione severa del polmone indotta sia dall'infezione virale che dalle risposte immunitarie ospite antivirale. Parecchi phytochemicals con i beni antinfiammatori ed antiossidanti, quale il resveratrol, sono stati indicati per avere effetti antivirali potenti contro un'ampia varietà di agenti patogeni, compreso il coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV), il virus dell'immunodeficienza umana (HIV), il virus dell'influenza ed il virus respiratorio del sincizio. Per quanto riguarda il modo di atto, il resveratrol è stato indicato per inibire direttamente il ciclo della replicazione virale.

Dato i beni antivirali potenziali del resveratrol, lo studio corrente è stato intrapreso per valutare l'effetto del resveratrol e del suo analogo strutturale, pterostilbene, nel trattamento dell'infezione SARS-CoV-2.

Effetto antivirale del resveratrol e del pterostilbene verso SARS-CoV-2 in celle di Vero E6. Produzione del virus contagioso dalle celle di Vero E6 inoculate con SARS-CoV-2 al MOI 1 nell
Effetto antivirale del resveratrol e del pterostilbene verso SARS-CoV-2 in celle di Vero E6. Produzione del virus contagioso dalle celle di Vero E6 inoculate con SARS-CoV-2 al MOI 1 nell'assenza (NT denota per non trattato) o nella presenza di concentrazioni aumentanti di resveratrol (a), (b) pterostilbene o il controllo del solvente di EtOH. (c) i valori EC50 e EC90 determinati mediante analisi di regressione non lineare. (d, e) durevolezza dell'effetto antivirale di (d) resveratrol e (e) pterostilbene a 16, 24, 40 e 60 ore di postinoculation (hpi). La linea punteggiata indica la soglia di rilevazione. I dati sono rappresentati come ± medio SEM almeno di tre esperimenti indipendenti. Ogni simbolo rappresenta i dati da un singolo esperimento indipendente. La prova dello studente T è stata usata per valutare le differenze statistiche e un ≤ 0,05 del valore di P è stato considerato significativo con il ≤ 0,05 del *p, ** ≤ 0,01 di P e ≤ 0,001 del *** P. In assenza di ` *' i dati sono non significativi.

Progettazione corrente di studio

Gli scienziati hanno usato i tipi differenti di celle, compreso le celle del rene della scimmia, le celle epiteliali del polmone umano e le celle epiteliali bronchiali primarie umane, per studiare se il resveratrol e il pterostilbene possono inibire la replica di SARS-CoV-2 in vitro.

Osservazioni importanti

Inizialmente, gli scienziati hanno determinato la citotossicità dipendente dalla dose del resveratrol e del pterostilbene. Sulla base di questi risultati, hanno deciso di usare µM 150 il µM del resveratrol e 60 di pterostilbene come le più alte dosi sperimentali per continuare tutti gli esperimenti successivi.

Per indurre l'infezione, le celle del rene della scimmia sono state inoculate con SARS-CoV-2 e simultaneamente sono state curate con il resveratrol e il pterostilbene. Hanno osservato che sia il resveratrol che il pterostilbene hanno diminuito la produzione della particella virale in un modo dipendente dalla dose. Confrontato al resveratrol, il pterostilbene è stato trovato per essere un agente antivirale più potente, che ha diminuito la progenie virale anche alle dosi più basse. Inoltre, gli entrambi composti hanno mostrato i forti effetti antivirali per un periodo prolungato.

Per determinare il modo di atto del resveratrol e del pterostilbene, hanno eseguito un esperimento dell'del tempo de droga aggiunta in cui hanno amministrato i composti prima di, durante e dopo l'inoculazione virale. In generale, nessun effetto su produzione virale della particella è stato osservato quando i composti si sono aggiunti prima della creazione dell'infezione. Un effetto delicato è stato osservato quando i composti si sono aggiunti durante l'infezione. Interessante, una riduzione significativa della produzione virale della particella è stata osservata quando i composti si sono aggiunti dopo la creazione dell'infezione. Inoltre, nessun effetto è stato osservato quando i composti si sono aggiunti per volta indicano rappresentando il montaggio e la versione virali del virion. Queste osservazioni indicano che gli effetti antivirali sia del resveratrol che del pterostilbene sono più prominenti per volta indicano fra l'entrata e la versione virali del virion, significanti che i composti soprattutto funzionano inibendo il ciclo della replicazione virale.

Sebbene sia il resveratrol che il pterostilbene non riescano a mostrare alcun effetto antivirale significativo sulle celle epiteliali del polmone umano, un effetto antivirale del resveratrol e un pterostilbene potenti e duraturi sono stati osservati contro l'infezione SARS-CoV-2 in celle epiteliali bronchiali primarie umane completamente differenziate.

Cose importanti da ricordarsi

Sulla base dei risultati di studio, sia il resveratrol che il pterostilbene hanno il potenziale di essere usato come agenti antivirali contro SARS-CoV-2. Tuttavia, una cosa cruciale da considerare è che gli studi siano stati intrapresi facendo uso dei modelli in vitro e quindi, non indica che questi composti saranno realmente efficaci nella cura dei pazienti COVID-19. Di conseguenza, questi composti non dovrebbero essere consumati come medicine preventive o curative fino ad avere una risposta affermativa dai test clinici umani adeguati.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Dr. Sanchari Sinha Dutta

Written by

Dr. Sanchari Sinha Dutta

Dr. Sanchari Sinha Dutta is a science communicator who believes in spreading the power of science in every corner of the world. She has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree and a Master's of Science (M.Sc.) in biology and human physiology. Following her Master's degree, Sanchari went on to study a Ph.D. in human physiology. She has authored more than 10 original research articles, all of which have been published in world renowned international journals.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Dutta, Sanchari Sinha. (2020, September 28). Il Resveratrol e il pterostilbene inibiscono l'infezione SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical. Retrieved on November 30, 2020 from https://www.news-medical.net/news/20200928/Resveratrol-and-pterostilbene-inhibit-SARS-CoV-2-infection-in-vitro.aspx.

  • MLA

    Dutta, Sanchari Sinha. "Il Resveratrol e il pterostilbene inibiscono l'infezione SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. 30 November 2020. <https://www.news-medical.net/news/20200928/Resveratrol-and-pterostilbene-inhibit-SARS-CoV-2-infection-in-vitro.aspx>.

  • Chicago

    Dutta, Sanchari Sinha. "Il Resveratrol e il pterostilbene inibiscono l'infezione SARS-CoV-2 in vitro". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20200928/Resveratrol-and-pterostilbene-inhibit-SARS-CoV-2-infection-in-vitro.aspx. (accessed November 30, 2020).

  • Harvard

    Dutta, Sanchari Sinha. 2020. Il Resveratrol e il pterostilbene inibiscono l'infezione SARS-CoV-2 in vitro. News-Medical, viewed 30 November 2020, https://www.news-medical.net/news/20200928/Resveratrol-and-pterostilbene-inhibit-SARS-CoV-2-infection-in-vitro.aspx.