Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il modello elaborato dal calcolatore disfa il mistero dietro infiammazione severa nella gente con COVID-19

Uno studio dall'università di scuola di medicina e di Cedro-Sinai di Pittsburgh indirizza un mistero in primo luogo sollevato a marzo: Perché qualche gente con COVID-19 sviluppa l'infiammazione severa? La ricerca mostra come la struttura molecolare e la sequenza del SARS-CoV-2 chiodano la proteina--parte del virus che causa COVID-19--ha potuto essere dietro la sindrome infiammatoria emergere nei pazienti infettati.

Lo studio, pubblicato questa settimana negli atti dell'Accademia nazionale delle scienze, modellistica di calcolo di usi da azzerare dentro su una parte della proteina della punta SARS-CoV-2 che può fungere da “superantigen,„ dando dei calci al sistema immunitario nell'overdrive come nella sindrome da shock tossico--una complicazione rara e pericolosa delle infezioni batteriche.

I sintomi di uno stato recentemente identificato in pazienti pediatrici COVID-19, conosciuti come la sindrome infiammatoria di sistema multiplo in bambini (DIVERSI), comprendono la febbre persistente e l'infiammazione severa che possono pregiudicare una miriade di sistemi corporei. Mentre rara, la sindrome può essere grave o persino mortale.

I primi rapporti di questa circostanza che esce da Europa hanno catturato l'attenzione dello studio Moshe co-senior Arditi autore, M.D., Direttore delle malattie infettive e della divisione pediatriche dell'immunologia al Cedro-Sinai e un esperto su un'altra malattia infiammatoria pediatrica--Malattia di Kawasaki.

Arditi ha contattato il suo collaboratore da sempre, Ivet Bahar, Ph.D., professore e John distinto K. Vries Chair di biologia di sistemi e di calcolo alla scuola di medicina di Pitt e la ricerca iniziata due le funzionalità del virus SARS-CoV-2 che potrebbe essere responsabile di DIVERSI.

Bahar ed il suo gruppo hanno creato un modello elaborato dal calcolatore dell'interazione fra la proteina virale della punta SARS-CoV-2 ed i ricevitori sulle celle di T umane, i soldati di fanteria del sistema immunitario.

In circostanze normali, le celle di T aiutano l'organismo a combattere fuori l'infezione, ma quando queste celle sono attivate in quantità anormalmente grande, come nel caso dei superantigens, producono le quantità enormi di citochine infiammatorie--piccole proteine in questione nella segnalazione del sistema immunitario--in che cosa è conosciuto come “tempesta di citochina.„

Facendo uso di questo modello elaborato dal calcolatore, il gruppo poteva vedere che una regione specifica sulla proteina della punta con le funzionalità superantigenic interagisce con le celle di T. Poi, hanno confrontato questa regione ad una proteina batterica che causa la sindrome da shock tossico ed ha trovato le similarità notevoli in sia sequenza che struttura. D'importanza, il superantigen proposto SARS-CoV-2 ha mostrato un'alta affinità per i ricevitori a cellula T obbligatori--il primo punto verso fare esplodere una risposta immunitaria di instabilità.

“Tutto è venuto uno dopo l'altro, ogni volta una sorpresa enorme. I pezzi del puzzle hanno finito estremamente bene l'installazione,„ ha detto Bahar, autore co-senior sullo studio.

Trovando delle le similarità livelle della proteina fra SARS-CoV-2 e la struttura batterica che causa la sindrome da shock tossico, i ricercatori hanno detto che possono aprire i nuovi viali per la cura non solo dei pazienti VARI, ma egualmente gli adulti con l'infezione COVID-19 che sperimentano la citochina infuriano.

I ricercatori egualmente hanno collaborato con gli scienziati che studiano i pazienti adulti COVID-19 in Germania ed hanno trovato che coloro che i sintomi severi con esperienza hanno avuti una risposta a cellula T simile a che cosa è veduto nella gente esposta ai superantigens e molto differente dalla risposta a cellula T in pazienti che hanno avuti soltanto sintomi delicati.

La nostra ricerca definitivo comincia a disfare i meccanismi potenziali in questione e solleva la possibilità che le opzioni terapeutiche per la sindrome da shock tossico, quali l'immunoglobulina e gli steroidi endovenosi, possono essere efficaci per la gestione ed il trattamento DIVERSI in bambini e in hyperinflammation nei pazienti adulti di coronavirus.„

Moshe Arditi, M.D, il professor di pediatria e di scienze biomediche, Direttore delle malattie infettive e della divisione pediatriche di immunologia, Cedro-Sinai  

I laboratori di Bahar e di Arditi ora stanno usando le idee generate da questo studio per cercare e provare gli anticorpi specifici al superantigen SARS-CoV-2, con lo scopo delle terapie di sviluppo che specificamente indirizzano la tempesta di citochina e VARIA in pazienti COVID-19.

Source:
Journal reference:

Cheng, M. H., et al. (2020) Superantigenic character of an insert unique to SARS-CoV-2 spike supported by skewed TCR repertoire in patients with hyperinflammation. Proceedings of National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.2010722117.