Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La spesa di sanità negli Stati Uniti ha potuto essere attribuita ai fattori di rischio modificabili

I rischi sanitari modificabili, quale l'obesità, ipertensione e fumare, sono stati collegati a più $730 miliardo in spesa di sanità negli Stati Uniti nel 2016, secondo uno studio pubblicato nella salute pubblica di The Lancet.

Ricercatori dall'istituto per la metrica di salubrità e la valutazione (IHME), da un centro di ricerca globale indipendente di salubrità alla scuola di medicina dell'università di Washington e dal gruppo di vitalità, trovato che i costi erano in gran parte dovuto cinque fattori di rischio: peso eccessivo ed obesità, ipertensione, alto zucchero di sangue, dieta difficile e fumare. Spendere connesso con i fattori di rischio nel 2016 ha costituito 27% del $2,7 trilioni spesi sulla sanità che è stata inclusa nello studio.

Poichè le spese di sanità degli Stati Uniti sono quasi doppie quello di altre nazioni sviluppate, abbiamo precisato per capire quanto di questi costi potrebbe essere attribuito ai fattori di rischio modificabili. Mentre la relazione fra i rischi di stile di vita e le condizioni mediche è capita, questo è il primo studio per offrire un'analisi completa di salubrità che spende relativa a questi rischi. Ciò contribuisce ad informare come la nostra società sta investendo le sue risorse e perché la salubrità dovrebbe essere al centro di tutta la discussione di polizza, non appena quelli relativi alla malattia. Stiamo vedendo con COVID-19 che la prevenzione è preminente alla nostra propria salubrità ed alla salubrità delle nostre economie. È tempo di applicare la stessa urgenza a queste altre malattie evitabili.„

Francois Millard, ufficiale attuariale principale, autore di studio e di vitalità

Prima di questo studio, le informazioni non erano state disponibili sugli effetti combinati di tutti i rischi importanti e sull'associazione con la spesa di sanità. Questi nuovi risultati colmano una lacuna importante nella comprensione dell'impatto potenziale delle iniziative di salute pubblica e private di promozione e di prevenzione, compreso i programmi quale la vitalità.

Configurazioni di questo studio su lavoro precedente per capire quali stati di salute contribuiscono il la maggior parte agli aumenti in spesa di sanità negli Stati Uniti. Esaminando i rischi permette che noi capiamo meglio dove questi costi cominciano, poiché i fattori di rischio non gestiti piombo spesso più successivamente agli stati di salute più seri nella vita. Mentre non possiamo ricavare le conclusioni circa le riduzioni possibili di spesa da questa ricerca, i risultati illustrano i costi enormi legati alle diete difficili, all'ipertensione, al fumo ed all'obesità. Muovendosi in avanti, è cruciale da mettere a fuoco sull'impedire e sulla gestione dei questi rischi chiave prima che si trasformino nelle malattie costose, di modo che più gente ha la probabilità vivere una vita lunga e sana.„

Joseph Dieleman, PhD, autore senior sullo studio, economista di salubrità e professore associato a IHME

Risultati supplementari di studio:

  • Il rischio controllabile e trattabile è stato collegato forte con le condizioni mediche costose degli Stati Uniti - compreso la malattia cardiovascolare, i cancri, il diabete e le malattie respiratorie croniche.
  • I costi sono stati determinati in gran parte da cinque fattori di rischio modificabili - il peso eccessivo e l'obesità (alto indice di massa corporea), $238,5 miliardo; ipertensione, $179,9 miliardo; alto glucosio a digiuno del plasma, $171,9 miliardo; rischi dietetici, $143,6 miliardo; e fumo di tabacco, $130,0 miliardo.
  • La spesa di sanità aumenta significativamente con l'età, con la più grande proporzione di spesa rischio-attribuibile connessa con quelle di 65 anni e più vecchi (44,8%).

L'edilizia su un'analisi del tambuccio da IHME della spesa di sanità degli Stati Uniti pubblicata all'inizio di quest'anno in JAMA, lo studio estende i risultati da quella ricerca stimando la proporzione di spendere attribuibile a 84 fattori di rischio modificabili dallo stato di salute, dal gruppo d'età e dal sesso.

Questi risultati hanno le implicazioni significative per la spesa di sanità pubblica e assicurazione sanitaria privata negli entrambi Stati Uniti ed altri paesi con reddito elevato. Mentre non è fattibile da realizzare il preventivo di risparmio di piena capacità da questa ricerca, i miglioramenti significativi nella salubrità, le riduzioni delle condizioni mediche ed il controllo delle spese sanitarie associate possono essere possibili col passare del tempo.

La ricerca offre i responsabili della politica, gli attuari, i consulenti ed i dati degli amministratori di pianificazione di salubrità che supportano la necessità di mettere a fuoco i programmi di salute pubblici e privati dietro le iniziative con il più grande potenziale di migliorare la salubrità e diminuire le spese sanitarie. I risultati favorevoli sono stati raggiunti, per esempio, con i programmi di fumo di cessazione che hanno diminuito il cancro polmonare ed i sui costi del trattamento e la perdita di peso programma che ha impatto ampio su varie delle circostanze citate.

Source:
Journal reference:

Bolnick, H.J., et al. (2020) Health-care spending attributable to modifiable risk factors in the USA: an economic attribution analysis. Lancet Public Health. doi.org/10.1016/S2468-2667(20)30203-6.