Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il platelminto di Planaria può essere usato come alternativa affidabile per le prove dei prodotti attuali dell'interfaccia

Le prove per i trattamenti dell'interfaccia hanno potuto essere schermate facendo uso dei platelminti piuttosto che altri animali quali i conigli, secondo la nuova ricerca.

Un gruppo all'università di Reading e l'università di Newcastle hanno trovato che il planaria, un tipo di platelminto, può essere usato come alternativa affidabile per le prove dei prodotti attuali dell'interfaccia usati per trattare i tessuti umani quali gli occhi, il radiatore anteriore o la vagina per assicurarsi che non fossero nocivi.

Il documento, pubblicato in tossicologia in vitro, mostra come l'uso di una tintura fluorescente mista con un prodotto potenziale dell'interfaccia è assorbito tramite i livelli esterni di interfaccia nel planaria.

Le prove sono più economiche e più etiche delle prove sugli animali esistenti, perché il planaria è disponibile facilmente e coltivato facilmente in un laboratorio - e non sperimenta soffrire.

Mentre altre prove sono effettuate sulle cellule epiteliali umane in una capsula di Petri, il nuovo metodo di vagliatura fornirebbe una prova più accurata di come il prodotto potenziale dell'interfaccia avrebbe interagito con il tessuto vivente.

Sviluppando le alternative più etiche alle prove che altri effettuano sui conigli, conosciuti come la prova di Draize, sono stati una sfida importante, particolarmente relativamente ai prodotti di valutazione per il tessuto umano sensibile. I nostri esami con i platelminti provano che ci sono modi potenziali schermare gli irritanti dell'interfaccia in un modo più moralmente responsabile.„

Vitaliy Khutoryanskiy, il professor di scienza di formulazione, università di Reading

“Mentre la vasta maggioranza dei prodotti cosmetici dell'interfaccia più non è provata sugli animali, rimane critico che le novità per i trattamenti clinici sono provate robusto e speriamo che possiamo trovare le soluzioni che consegnano la prova di Draize a cronologia. Egualmente speriamo di continuare la ricerca di planaria e di sviluppare ulteriori prove per potenziale di irritazione della sonda dei prodotti chimici ad altri tessuti umani.„

Una serie di prove con i platelminti ha esaminato se possono essere usate per schermare per i prodotti che sono irritanti ad interfaccia umana. Due dei metodi, che hanno compreso osservare il movimento dei vermi una volta esposti agli irritanti conosciuti e misurare la tossicità acuta non erano utili.

Tuttavia, c'era un risultato positivo nelle prove che hanno usato la tintura fluorescente comune accanto all'esposizione a breve termine e bassa di concentrazione ai vari prodotti chimici. Il planaria che sono stati esposti agli irritanti umani conosciuti dell'interfaccia ha avuto livelli significativi della tintura fluorescente sotto la loro interfaccia.

Circa Planaria:

Planaria è platelminti d'acqua dolce-viventi che sono già ampiamente usati nella ricerca scientifica. Sono invertebrati avanzati con un cervello primitivo e dividono le simili funzionalità con il sistema nervoso vertebrato trovato in animali compreso i mammiferi, esempi dei modi che il planaria è usato comprende verificare la neurotossicità delle sostanze potenzialmente pericolose.

Planaria ha una membrana epidermica semplice ma ben-caratterizzata simile pelare che funge da primo punto di contatto fra il verme e una sostanza non Xeros.