Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori scoprono la causa dell'epidemia del colera dell'Argentina degli anni 90

L'evoluzione degli sforzi epidemici ed endemici dei cholerae colera-causanti del vibrione del batterio in Argentina è stata mappata dettagliatamente dai ricercatori all'istituto di Wellcome Sanger, al banco di Londra dell'igiene e della medicina tropicale, all'università di Cambridge e al INEI-ANLIS “il Dott. Carlos G. Malbrán„, l'Argentina. I gruppi hanno usato l'intero sequenziamento del genoma per studiare i batteri che circolano durante lo scoppio 1991-1998 di colera nel paese.

I dati hanno influenzato il criterio di integrità in Argentina, in cui il sistema di sorveglianza attento nazionale ora usa il intero-genoma che ordina per distinguere fra gli stirpi pandemici e non pandemici dei batteri di cholerae del V. Lo studio è pubblicato oggi nelle comunicazioni della natura (1° ottobre).

Il colera, causato dagli sforzi dei batteri di cholerae del V., corrente pregiudica 47 paesi universalmente e reclama le durate quasi di 100,000 persone un l'anno. Dai 1800s, ci sono stati sette pandemie del colera intorno al globo, causante milioni di morti. La pandemia corrente, che ha cominciato negli anni 60, è causata da un singolo stirpe dei cholerae del V., chiamato 7PET. Mentre America Latina del sud e centrale in gran parte ha recuperato dagli scoppi che hanno cominciato nell'Haiti nel 2010, lo stirpe continua a fare circolare il globo ed è la causa di più grande epidemia del colera del mondo, in corso nell'Yemen, in cui le centinaia di migliaia sono state infettate.

In un nuovo studio, il gruppo ha ordinato i genoma di un insieme unico dei campioni storici di cholerae del V., tenuto a INEI-ANLIS “il Dott. Carlos G. Malbrán„, il laboratorio di riferimento nazionale dell'Argentina. Analizzando nuovamente l'esperienza, il gruppo internazionale dei ricercatori spera di capire meglio i reticoli futuri della malattia e di permettere agli avvisi rapidi per le nuove introduzioni degli stirpi pandemici.

Facendo uso dell'analisi filogenetica, hanno confermato che lo scoppio 1992 di colera in Argentina è stato causato tramite un'introduzione dei batteri di cholerae di 7PET V., originalmente introdotta in Perù. I batteri poi hanno evoluto pochissimo durante i sei anni dell'epidemia. Ciò era contrariamente ai diversi, sforzi endemici multipli dei cholerae del V. che circolano allo stesso tempo. Il lavoro precedente dal gruppo ha indicato che mentre gli sforzi endemici possono fare il ill della gente, sembrano mancare del potenziale di spargersi rapidamente e causare un'epidemia.

Quando uno sforzo pandemico 7PET prendpartee ad America Latina da altrove, può causare le epidemie massicce, come quelli veduti nel Perù gli anni 90 e nell'Haiti nel 2010. Se dobbiamo gestire efficientemente le epidemie del colera, è vitale che possiamo distinguere e capire le differenze fra il locale, cholerae endemici del V. che coesistono accanto a 7PET durante l'epidemia del colera. Il nostro studio ha elaborato insieme la cronologia evolutiva genomica di questi due tipi in un singolo paese, durante la decade dove c'erano scoppi importanti del colera in questa regione.„

Matthew Dorman, primo autore sullo studio dall'istituto di Wellcome Sanger

I risultati sono stati utilizzati dai servizi sanitari di salute pubblica in Argentina, in cui il sistema di allarme nazionale ora è stato cambiato per distinguere fra stirpe pandemico 7PET e stirpi locali di cholerae del V. facendo uso dell'ordinamento del intero-genoma.

Grazie ad un sistema completo di segnalazione e di sorveglianza, il laboratorio di riferimento in Argentina contiene un'istantanea di intera epidemia. Ciò ci ha dato un'opportunità unica di capire l'evoluzione dettagliata dei batteri di cholerae del V. nel nostro paese. Potremo usare questi dati e questa esperienza per informare come riflettiamo e rispondiamo a tutti gli scoppi futuri del colera - batteri che causano a posa di epidemie un rischio molto differente a quelli che non fanno; ciò è informazioni semplici che sono critiche per controllo di malattie. Siamo il primo sistema di segnalazione nazionale nel mondo per usare i dati genomica per riflettere il colera come questo.„

Dott. Josefina Campos, autore senior da INEI-ANLIS “Dott. Carlos G. Malbrán„, Buenos Aires, Argentina

Il professor Nick Thomson, autore senior dall'istituto di Wellcome Sanger e dal banco di Londra dell'igiene e della medicina tropicale ha detto: “Ha dettagliato gli studi come questo contribuisce alla nostra comprensione crescente di come il colera sta muovendosi attraverso il globo: prova per informare le strategie di controllo migliori come pure per identificare le aree per ulteriore ricerca. La nostra sfida è di capire meglio perché così batterio semplice continua a posare una tal minaccia contro le sanità, con questo studio che siamo un piccolo punto più vicino.„

Source:
Journal reference:

Dorman, M.J., et al. (2020) Genomics of the Argentinian cholera epidemic elucidate the contrasting dynamics of epidemic and endemic Vibrio cholerae. Nature Communications. doi.org/10.1038/s41467-020-18647-7.