Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Esercizio fisico vigoroso ed aspetto spugnoso del cuore

L'esercitazione regolarmente, se intensamente o moderatamente, è una raccomandazione di salubrità accettata da tutti gli esperti. Tuttavia, l'addestramento fisico ad alta intensità può avviare una serie di cambiamenti fisiologici nell'organismo, compreso il cuore. I cuori degli atleti professionisti si adattano alla formazione in vari modi, includenti aumentando il numero delle strutture chiamate trabecole nell'interno del cuore. Mentre questo trattamento, chiamato hypertrabeculation, è inoffensivo in atleti, è egualmente una funzionalità patologica della cardiomiopatia ereditaria di noncompaction di malattia, che può causare la morte cardiaca improvvisa.

Ora, gli scienziati al Centro Nacional de Investigaciones Cardiovasculares (CNIC) hanno usato la tecnologia a risonanza magnetica cardiaca per misurare il hypertrabeculation in relazione con l'esercizio in un generale, popolazione dell'non atleta. I risultati dello studio hanno implicazioni pratiche importanti perché diagnosi sbagliata di cardiomiopatia di noncompaction nella gente che si esercita (se atleti o dilettanti professionali) può avviare regolarmente le raccomandazioni mediche fermare inutilmente l'esercizio fisico,„ hanno spiegato il direttore generale Valentín Fuster di CNIC.

Lo studio, pubblicato oggi nel giornale dell'istituto universitario americano della cardiologia (JACC), fa parte dello studio di PESA-CNIC-SANTANDER, di cui il ricercatore principale è il Dott. Valentín Fuster. PESA, cominciato nel 2010 e recentemente rinnovato fino al 2030, è uno degli studi di prevenzione cardiovascolari più importanti sulla fase internazionale. I 700 partecipanti di PESA inclusi nel nuovo substudy pubblicato in JACC continuato durante questo periodo, permettendo l'analisi dettagliata dello sviluppo, la reversibilità e le implicazioni cliniche di questo adattamento del cuore all'esercizio fisico.

È cruciale distinguere questo adattamento benigno per esercitarsi da cardiomiopatia di noncompaction, una malattia con una componente genetica che può avere conseguenze severe, compreso infarto, tromboembolismo, le aritmia e la morte cardiaca improvvisa.„

Dott. Borja Ibáñez, direttore di ricerca clinico al CNIC, cardiologo all'ospedale universitario di Fundación Jiménez Díaz e guida dello studio di JACC

In cardiomiopatia di noncompaction, “le pareti del cuore diventano più sottili ed il muscolo cardiaco normalmente compatto è sostituito dal modulo (trabecular) spugnoso, in contatto diretto con l'interno dei ventricoli,„ il Dott. continuato Ibañez.

Il problema è che questa malattia è diagnosticata spesso in giovani asintomatici, con conseguente raccomandazione medica immediatamente cessare l'attività fisica che potrebbe causare la morte cardiaca improvvisa. Tuttavia, la presenza di trabecole non è sempre un segno di cardiomiopatia noncompacted. “Determinate situazioni fisiologiche, come quelle che derivano dall'addestramento fisico o dalla gravidanza ad alta intensità, sono conosciute per avviare i cambiamenti in struttura del cuore simile a quelle vedute in cardiomiopatia noncompacted,„ il Dott. spiegato Ibañez.

Studi il primo autore ed il cardiologo José de la Chica ha spiegato che “è essenziale per distinguere fra la malattia e l'adattamento fisiologico benigno, entrambi per permettere che l'intervento medico appropriato impedisca la progressione di malattia ed eviti raccomandare i giovani in buona salute per evitare inutilmente la partecipazione alle attività di sport.„

L'associazione fra il hypertrabeculation e l'attività fisica ad alta intensità in atleti professionisti già è stata conosciuta. L'innovazione chiave di nuovo studio è la sua combinazione di a risonanza magnetica cardiaco (il metodo diagnostico di sistema monetario aureo per analizzare la struttura e funzione del cuore) con le misure obiettive di attività fisica. “Precedentemente mancavamo delle informazioni se il hypertrabeculation fisiologico si presenta nella popolazione in genere o si limita agli atleti di elite,„ sul Dott. commentato Inés García-Lunare, un autore sullo studio.

La tecnologia a risonanza magnetica cardiaca usata studio per valutare i criteri diagnostici accettati per cardiomiopatia noncompacted in più di 700 partecipanti di studio di PESA-CNIC-SANTANDER. Questi lavoratori in buona salute della Banca di Santander hanno livelli di variazione di attività fisica, ma nessuno sono atleti professionisti.

L'attività fisica è stata valutata obiettivamente facendo uso degli accelerometri. Queste unità misurano i cambiamenti nella velocità del movimento nelle assi del corpo differenti ed i partecipanti le hanno indossate per i periodi lungi una settimana che coincidono con ogni visita annuale 3 nel protocollo di PESA. Il Dott. de la Chica ha spiegato che “questa tecnologia ha permesso che noi classificassimo l'attività fisica determinata come sedentaria o come indicatore luminoso, il moderato, o esercizio vigoroso e registrassimo il tempo passato in ogni tipo di attività durante la settimana.„

Lo studio ha indicato che i partecipanti che hanno fatto ordinariamente l'esercizio vigoroso durante il periodo di studio hanno avuti più grandi cuori con più Massachusetts “questi cambiamenti del muscolo sono tipici “del cuore dell'atleta„ e sono considerati fisiologico,„ ha detto García-Lunare.

Un'individuazione più sorprendente era che un terzo dei partecipanti con un ad alto livello di attività fisica vigorosa (sia uomini che donne) ha risposto ai criteri diagnostici per cardiomiopatia di noncompaction, anche se erano ovviamente sani.

Gli studi precedenti avevano suggerito che il hypertrabeculation potrebbe semplicemente essere una conseguenza della dilatazione del cuore durante l'esercizio fisico intenso. “Grazie ai dati dallo studio di PESA-CNIC-SANTANDER, ora abbiamo indicato che il hypertrabeculation e la dilatazione sono fenomeni indipendenti,„ il Dott. spiegato de la Chica.

I risultati chiave dello studio sono che nessuno dei partecipanti con i cuori trabeculated hanno dato segni di cardiomiopatia di noncompaction e che tutti i altri risultati dei test erano nell'intervallo normale.

Gli autori concludono che i criteri a risonanza magnetica cardiaci per la diagnostica della cardiomiopatia di noncompaction non dovrebbero essere interpretati in isolamento. Invece, i risultati della rappresentazione dovrebbero essere collocati nel contesto di altre parametri clinici, prove genetiche e del livello di attività fisica. Ciò è importante anche in una popolazione degli non atleti per evitare la diagnosi sbagliata della malattia. La diagnosi sbagliata può provocare la cessazione inutile dell'esercizio, con tutte le sue conseguenze fisiche e psicologiche negative associate.