Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli occhiali possono assicurare una certa protezione contro l'infezione SARS-CoV-2

Durante la pandemia corrente, tutti ci siamo consigliati di proteggerci dall'infezione dal virus SARS-CoV-2 che causa COVID-19 mascherando, fisico medica che distanzia e frequentiamo il a mano lavaggio.

Nell'emissione del 17 settembre dell'oftalmologia di JAMA, un gruppo di ricerca in Cina suggerisce che una quarta misura difensiva anche potrebbe essere utile: protezione degli occhi.

Tuttavia, secondo un esperto nella malattia infettiva alla medicina di Johns Hopkins, i risultati del gruppo ancora non significano che ognuno dovrebbe indossare un paio degli occhiali di Clark Kent per migliorare le loro “superpotenze„ durante l'attacco di coronavirus.

In loro articolo, il 16 settembre online pubblicato, Weibiao Zeng, M.S., al secondo ospedale affiliato dell'università di Nan-Chang ed ai colleghi altri a tre istituti ospedalieri cinesi descrive uno studio retrospettivo di 276 persone nella provincia di Hubei della Cina che ha verificato il positivo a virus SARS-CoV-2 all'inizio della pandemia.

I ricercatori hanno trovato che la percentuale di pazienti che hanno indossato gli occhiali più di otto ore al giorno era significativamente più bassa di nella popolazione in genere.

Da questi dati, i ricercatori reclamano quello occhiali d'uso di più di un terzo del giorno può assicurare una certa protezione contro l'infezione SARS-CoV-2 e che gli occhiali possono fungere da una barriera parziale da contribuire a tenere la gente dal contatto dei loro occhi.

“I risultati, sebbene intrigando, non dovrebbero essere considerati come prova conclusiva che il grande pubblico dovrebbe cominciare a indossare le visiere, gli occhiali di protezione o altri dispositivi di protezione individuale oculari -- con le maschere d'uso ed il contatto dei loro occhi -- per ottenere qualsiasi protezione sostanziale dall'infezione SARS-CoV-2,„ dice Lisa Maragakis, M.D., M.P.H., Direttore senior della prevenzione di infezione al sistema di salubrità di Johns Hopkins, professore associato di medicina alla scuola di medicina di Johns Hopkins University ed autore di un commento sullo studio che compare nella stessa emissione dell'oftalmologia di JAMA.

Maragakis dice che ci sono parecchie ragioni per la sua avvertenza.

Gli sguardi di studio per volta molto presto nella pandemia prima dell'universale che maschera e che distanzia fisico si sono trasformati in in pratiche correnti di prevenzione. Là può confondere le variabili o una spiegazione alterna per l'effetto protettivo evidente degli occhiali ed i dati sulla popolazione in genere -- contro cui le abitudini d'uso dei pazienti di studio sono confrontate -- sono stati raccolti gli anni fa dentro una regione differente di Cina.„

Lisa Maragakis, MD, MPH, Direttore senior della prevenzione di infezione, sistema di salubrità di Johns Hopkins, professore associato di medicina, scuola di medicina di Johns Hopkins University

Tuttavia, Maragakis dice più studi -- facendo uso dei dati da entrambe la gente che precedentemente ha avuta COVID-19 e dai pazienti recentemente diagnosticati con la malattia -- sia utile confermare i risultati dello studio e definire meglio tutto il vantaggio per il grande pubblico aggiungendo la protezione degli occhi come pratica difensiva.

Maragakis è a disposizione per discutere questo argomento con i media.

Source:
Journal reference:

Zeng, W., et al. (2020) Association of Daily Wear of Eyeglasses With Susceptibility to Coronavirus Disease 2019 Infection. JAMA Ophthalmology. doi.org/10.1001/jamaophthalmol.2020.3906.