Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: La cannabis servisce raramente da sostituto per gli opioidi non sanitari

Uno studio pubblicato nella dipendenza del giornale scientifico suggerisce che, contrariamente a cui alcune stanno reclamando, la gente negli Stati Uniti non possa sostituire la cannabis per gli opioidi.

Il contrario ad alcuni reclami, la gente negli Stati Uniti non può sostituire la cannabis per gli opioidi, secondo la nuova ricerca al banco del postino di Columbia University della salute pubblica.

Lo studio ha esaminato la direzione e la resistenza dell'associazione fra la cannabis e l'uso dell'opioide oltre i 90 giorni consecutivi fra gli adulti che hanno usato gli opioidi non sanitari.

I risultati hanno indicato che l'uso dell'opioide era almeno come prevalente i giorni in cui la cannabis è stata usata come i giorni in cui non era e che questo era indipendente se i partecipanti stavano avvertendo il dolore oppure no. Lo studio, pubblicato nella dipendenza del giornale scientifico, è fra il primo per verificare direttamente la sostituzione dell'opioide.

Lo studio, che ha confrontato la probabilità di uso non sanitario dell'opioide i giorni in cui la cannabis è stata usata con i giorni in cui la cannabis non è stata usata, ha compreso il 13.271 giorno dell'osservazione fra 211 partecipante da maggior New York-area. I partecipanti erano principalmente maschii, urbani, disoccupati, celibi ed hanno avuti un'alta prevalenza di uso improprio e di dolore della sostanza.

I nostri risultati indicano che la cannabis servisce raramente da sostituto per gli opioidi non sanitari fra opioide-facendo uso degli adulti, anche fra coloro che riferisce avvertire il moderato o il dolore più severo. Cioè il nostro studio suggerisce che la cannabis non sia un modo efficace di limitare l'uso non sanitario dell'opioide.„

Deborah Hasin, il professor, epidemiologia, banco del postino della salute pubblica, Columbia University

Hasin è egualmente un professore nel dipartimento della psichiatria al centro medico di Irving di Columbia University.

Nel 2017, c'era oltre 2 milione di persone con disordine di uso dell'opioide ed oltre 70.000 morti in relazione con l'opioide negli Stati Uniti. L'uso illecito dell'opioide, compreso uso non sanitario degli opioidi di prescrizione, opioidi ed eroina sintetici, è la causa primaria delle morti della dose eccessiva fra gli adulti degli Stati Uniti.

Come la cannabis può cambiare l'uso non sanitario di comprensione dell'opioide è critico alle discussioni d'informazione intorno agli agli interventi basati a cannabis per l'indirizzo della crisi dell'opioide.

Source:
Journal reference:

Gorfinkel, L. R., et al. (2020) Is Cannabis being used as a substitute for non‐medical opioids by adults with problem substance use in the United States? A within‐person analysis. Addiction. doi.org/10.1111/add.15228.