Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: I bambini musicale formati eseguono meglio al richiamo di memoria e dell'attenzione

I neuroscenziati hanno trovato la nuova prova che imparare giocare uno strumento può essere buono per il cervello. I bambini musicale formati eseguono meglio al richiamo di memoria e dell'attenzione ed hanno maggior attivazione nelle regioni del cervello relative a controllo dell'attenzione ed alla codifica uditiva, nelle funzioni esecutive conosciute per essere associato con lettura migliore, nell'più alto elasticità, nella maggior creatività ed in una migliore qualità di vita.

Questi risultati sono pubblicati nelle frontiere del giornale di aperto Access in neuroscienza.

Un gruppo piombo dal Dott. Leonie Kausel, un violinista e neuroscenziato all'università cattolica pontificale di Cile e del Universidad del Desarrollo Cile, ha verificato l'attenzione e la memoria di lavoro di 40 bambini cileni fra 10-13 anni.

Venti hanno giocato uno strumento, avevano avuti almeno due anni di lezioni, praticati almeno 2 h un la settimana e giocati regolarmente in un'orchestra o in un insieme. Venti bambini di controllo, reclutati dalle " public school " a Santiago, non avevano avuti addestramento musicale all'infuori nel curriculum del banco.

La loro attenzione e memoria di lavoro sono state valutate con “(uditivo/rappresentazione) il compito bimodale precedentemente sviluppato e convalidato di memoria di lavoro e (WM) dell'attenzione„. Durante questo compito, Kausel et al. ha riflesso l'attività di cervello dei bambini con imaging a risonanza magnetica funzionale (fMRI), individuante i piccoli cambi in flusso sanguigno all'interno del cervello.

Non c'era differenza fra i due gruppi nel tempo di reazione. Tuttavia, i bambini musicale formati hanno migliorato significativamente sul compito di memoria.

La nostra individuazione più importante è che due meccanismi differenti sembrano essere alla base della prestazione migliore dei bambini musicale formati nel compito di memoria di WM e dell'attenzione. Uno che supporta i meccanismi dominio-più generali dell'attenzione ed un altro che supporti i meccanismi uditivi più specifici del dominio della codifica.„

Dott. Leonie Kausel, violinista e neuroscenziato, università cattolica pontificale di Cile

Qui, “il dominio„ si riferisce a come modalità sensoriali -- tipi di sensi quali calore, il suono, o l'indicatore luminoso -- sono codificati dal cervello, mentre specifico del dominio contro - generale significa che soltanto uno contro più di una modalità sensoriale è elaborato e “il meccanismo„ si riferisce ai trattamenti del neurochemical che accadono. Entrambi i meccanismi sembrano migliorare la funzione in bambini musicale formati.

Per il meccanismo specifico del dominio, le regioni del cervello che sono più attivo includono la circonvoluzione frontale inferiore e la circonvoluzione supramarginal - nel fronte e centro-fronte del cervello, di entrambe la parte di cosiddetto “ciclo fonologico„, di un sistema di memoria di lavoro in questione nel trattamento uditivo, stabilente le connessioni del uditivo-motore e la memoria di lavoro uditiva tonale e verbale.

Per il meccanismo dominio-generale, una regione più attiva del cervello è probabilmente la rete fronto-parietale di controllo, una rete su grande scala composta di varie regioni del cervello che si occupa della funzione esecutiva, orientata a scopo e delle mansioni conoscitivo-richiedenti.

Kausel et al. sospetta gli aumenti di addestramento di musica l'attività funzionale di queste reti del cervello.

“Il punto seguente del progetto è di stabilire la causalità dei meccanismi che abbiamo trovato per migliorare l'attenzione e memoria di lavoro,„ dice Kausel.

“Egualmente miriamo ad effettuare uno studio longitudinale su addestramento musicale con i bambini, l'attenzione e memoria di lavoro di valutazione e la possibilità per valutare un intervento musicale di addestramento sui bambini di ADHD.„

Questo vi significa dovrebbe firmare i vostri capretti su per le classi di musica?

“Naturalmente, raccomanderei quello,„ Kausel acconsente. “Tuttavia, penso che i genitori dovrebbero non solo iscrivere i loro bambini perché prevedono che questo li aiuti per amplificare le loro funzioni conoscitive, ma perché è egualmente un'attività che, anche quando molto esigente, fornirà loro la gioia e la possibilità per imparare un linguaggio universale.„

Come lo studio è stato fatto

Kausel et al. ha adattato il compito bimodale di memoria di WM e dell'attenzione da Johnson & da Zatorre (2006). Neuroimage 31:1673-81. Hanno chiesto ai partecipanti di mettere a fuoco su uno, sia, o su nessuno dei due stimoli di un paio: una figura astratta visiva e una breve melodia, presentate simultaneamente per una durata di 4 s (“fase della codifica„).

Due secondi dopo, hanno chiesto loro per richiamare entrambi per mezzo di un compito sì/no del riconoscimento (“fase di recupero di memoria„). Egualmente hanno misurato l'accuratezza delle risposte e del tempo di reazione.

il fMRI è una tecnica non invadente quell'attività di cervello delle misure in tempo reale: il flusso sanguigno aumentato ad una regione implica l'attività aumentata. Per determinare l'attività connessa con prestare attenzione, Kausel et al. ha sottratto i dati del fMRI acquistati dalle prove “passive„ (cioè quando i bambini osservano passivamente gli stimoli bimodali, senza un compito di richiamo di memoria) da quelli acquistati durante le prove “attive„ (cioè quando attenzione pagata dei bambini agli stimoli uditivi e/o visivi).

Da questo, hanno potuto identificare le regioni del cervello connesse con il pagamento della codifica di memoria e dell'attenzione, attivata durante le fasi della codifica.

Source:
Journal reference:

Kausel, L., et al. (2020) Neural Dynamics of Improved Bimodal Attention and Working Memory in Musically Trained Children. Frontiers. doi.org/10.3389/fnins.2020.554731.