Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori di UniSA sono un punto più vicino a trovare il nuovo biomarcatore per l'osteoartrite

L'università di ricercatori di Australia del sud è un punto più vicino a trovare un nuovo biomarcatore per l'osteoartrite, uno stato doloroso che pregiudica più di due milione australiani e costa al paese un $23 miliardo stimati.

Facendo uso di nuove tecniche di rappresentazione avanzate per identificare i segni dell'osteoartrite (OA), gli scienziati di UniSA stanno imparando più circa i cambiamenti al livello molecolare che indicano la severità di danno della cartilagine.

Uno studio piombo dallo studente Olivia Lee di PhD e dal suo professore associato Paul Anderson del supervisore facendo uso della rappresentazione di spettrometria di massa (MSI) ha mappato gli zuccheri complessi sulla cartilagine di OA, mostrante che gli zuccheri differenti sono associati con il tessuto nocivo confrontato al tessuto sano.

L'individuazione potenzialmente aiuterà sormonta una delle sfide principali della ricerca di osteoartrite - identificando perché la cartilagine si degrada alle tariffe differenti nell'organismo.

“Malgrado la sua prevalenza nella comunità, c'è molto circa l'osteoartrite che non capiamo,„ prof. che Anderson dice.

“È una delle malattie di giunzione degenerante più comuni, eppure c'è strumenti diagnostici limitati, poche opzioni del trattamento e nessuna maturazione.„

I biomarcatori esistenti di OA ancora in gran parte sono messi a fuoco sui liquidi corporei che sono nè affidabili nè abbastanza sensibile mappare tutti i cambiamenti in cartilagine danneggiano.

Capendo la struttura biomolecolare al livello del tessuto e come i tessuti uniti interagiscono nelle fasi iniziali di osteoartrite, i ricercatori di UniSA dicono che tutti i cambiamenti molecolari potrebbero essere mirati a per aiutare lento la progressione della malattia con il farmaco appropriato o il trattamento.

L'osteoartrite pregiudica i 2,2 milione australiani stimati e più di 300 milione di persone universalmente, con quelle invecchiate oltre 45 più al rischio. Essendo femminile, di peso eccessivo ed avendo lesioni unite attuali aumenta il rischio di ottenere l'OA.

In Australia, $3,75 milioni sono spesi ogni anno sulle sostituzioni unite da solo per i pazienti di osteoartrite ed altri costi indiretti relativi a produttività del lavoro ed a perdita perse di benessere sono stimati per essere più di $23 miliardo all'anno.

In un documento recente pubblicato nel giornale internazionale delle scienze molecolari, Lee ed i suoi colleghi dal laboratorio di ricerca osteomuscolare della biologia di UniSA e dall'istituto futuro delle industrie esplorano come gli avanzamenti nella rappresentazione di spettrometria di massa (MSI) individuare l'OA stanno promettendo.

Fin qui, diagnosticare l'osteoartrite ha contato molto sui raggi x o su MRI, ma queste forniscono le informazioni limitate e non individuano i cambiamenti biomolecolari che segnalino le anomalie dell'osso e della cartilagine.

Al contrario, i metodi alternativi della rappresentazione quale MSI possono identificare le molecole specifiche ed i composti organici nella sezione del tessuto.„

Olivia Lee, studente di PhD, UniSA

MSI già ha dimostrato le sue resistenze nell'identificazione dei biomarcatori per i tipi differenti di cancri ed i ricercatori di UniSA sono promettenti possono raggiungere lo stessi per la diagnosi precoce dell'osteoartrite.

Source:
Journal reference:

Lee, Y., et al. (2020) Mass Spectrometry Imaging as a Potential Tool to Investigate Human Osteoarthritis at the Tissue Level. International Journal of Molecular Sciences. doi.org/10.3390/ijms21176414.