Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Studio: Il messaggio pubblico dovrebbe essere comunicato prima della disponibilità dei vaccini COVID-19

Un nuovo studio indica che un certo messaggio pubblico significativo dovrebbe essere comunicato prima che tutti i vaccini COVID-19 siano messi a disposizione negli Stati Uniti. E con i vaccini potenzialmente che sono approvati entro la fine dell 'anno o all'inizio dell'anno prossimo, l'orologio sta ticchettando.

Il rapporto, pubblicato nei vaccini del giornale, indica che 68% dei dichiaranti sono complementari di vaccinazione per COVID-19, ma le preoccupazioni rimangono circa gli effetti secondari, la prova vaccino sufficiente e l'efficacia vaccino.

Messaggi che promuovono la necessità vaccino COVID-19 di alleviare le preoccupazioni di coloro che è già vaccino-titubante. La perplessità vaccino sta sviluppandosi e l'organizzazione mondiale della sanità già la ha reputata una delle minacce superiori contro salubrità globale.„

Brian Poole, studia l'autore ed il professor senior, microbiologia e biologia molecolare, Brigham Young University

Secondo lo studio, c'erano due fattori che hanno predetto il più forte gli atteggiamenti verso ottenere un vaccino COVID-19:

Come la gente ritiene circa i vaccini in generale: Se la gente è generalmente pro vaccino, sono generalmente pro vaccino COVID-19. Quanto di una gente di sfida crede la pandemia è per l'America: I dichiaranti che hanno detto che la pandemia era un problema severo per l'America erano molto più probabili volere essere vaccinato per COVID-19.

Forse sorprendente nell'odierno clima corrente, i ricercatori non hanno trovato relazione causale fra l'ideologia e gli atteggiamenti politici verso il vaccino COVID-19.

“Il messaggio di salute pubblica per quanto riguarda la vaccinazione COVID-19 dovrebbe essere di meno circa l'esigenza determinata della vaccinazione e più circa il paese e come ottenerla di nuovo a dove deve essere,„ Poole ha detto. “Egualmente deve indirizzare la testa vaccino di perplessità sopra e dimostrare come i vaccini sono sicuri.„

Lo studio egualmente conclude che abbastanza tempo dovrebbe essere richiesto alle preoccupazioni di indirizzo circa entrambi gli effetti secondari a breve e a lungo termine prima che un vaccino sia rilasciato.

Secondo la ricerca precedente, approssimativamente 10% degli Americani sono anti-vaccino (significato che rifiutano di ottenere vaccinati in tutta la circostanza), ma un numero crescente è vaccino-titubante, approssimativamente 10-25%. Le persone titubanti vaccino tendono a volere “spargere fuori le vaccinazioni„ e dire otterranno vaccinate per alcune malattie, ma non tutti.

L'indagine corrente di studio è stata amministrata ai dichiaranti attraverso gli Stati Uniti, con i partecipanti selezionati dall'età, dalla razza e dal sesso riflettere i dati censuali nazionali. La modellistica strutturale di equazione è stata usata per analizzare le relazioni di parecchi fattori con gli atteggiamenti verso la vaccinazione potenziale COVID-19.

“È critico che capiamo le barriere potenziali all'assorbimento vaccino prima della versione di un vaccino di COVID,„ ha detto il co-author Jamie Jensen, professore di studio di BYU di biologia.

“Capendo queste barriere, possiamo progettare le strategie di pubblicità che parleranno direttamente alle emissioni potenziali ed eventualmente usciranno davanti a tutto il dissenso pubblico. Con un vaccino essere l'arma che più potente dobbiamo cessare questa pandemia globale, la conoscenza da questo studio è assolutamente critico.„

Source:
Journal reference:

Pogue, K., et al. (2020) Influences on Attitudes Regarding Potential COVID-19 Vaccination in the United States. Vaccines. doi.org/10.3390/vaccines8040582.