Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Molti sforzi di coronavirus trovati in animali possono anche infettare gli esseri umani, manifestazioni studiano

La nuova ricerca dall'università di North Carolina a Chapel Hill suggerisce che uno sforzo del coronavirus che recentemente ha allarmato l'industria dei maiali possa avere il potenziale di spargersi agli esseri umani pure.

Lo sforzo di coronavirus, conosciuto come il coronavirus acuto di sindrome di diarrea dei maiali (SADS-CoV), è emerso dai pipistrelli ed ha infettato i greggi dei maiali in tutto la Cina da quando in primo luogo è stato scoperto nel 2016. Gli scoppi di tal malattia hanno il potenziale di provocare la distruzione economica in molti paesi attraverso il globo che contano sull'industria del maiale.

La minaccia potenziale dei virus contro la gente è stata dimostrata in prove di laboratorio che SADS-CoV rivelatore ripiegata efficientemente in celle umane dell'intestino e del fegato come pure celle della galleria di ventilazione. I risultati sono stati pubblicati il 12 ottobre in PNAS.

Sebbene sia nella stessa famiglia dei virus del betacoronavirus SARS-CoV-2, che causa la malattia respiratoria COVID-19 in esseri umani, SADS-CoV è un alphacoronavirus che causa la malattia gastrointestinale in maiali. Il virus causa la diarrea severa ed il vomito ed è stato particolarmente micidiale ai giovani porcellini.

SADS-COV è egualmente distinto da due alphacoronaviruses di circolazione di raffreddore in esseri umani, HCoV-229E e HCoV-NL63.

Mentre molti ricercatori mettono a fuoco sul potenziale emergente dei betacoronaviruses come il SAR e MERS, realmente i alphacoronaviruses possono provare ugualmente prominente -- se non maggior -- interessi per le sanità, date il loro potenziale di saltare rapido fra le specie.„

Ralph barico, il professor di epidemiologia, banco di Gillings della collina della UNC-Cappella della salute pubblica globale

Mentre SADS-CoV non è stato conosciuto per pregiudicare gli esseri umani fin qui, la pandemia COVID-19 servisce da ricordo potente che molti sforzi di coronavirus trovati in animali hanno il potenziale di infettare gli esseri umani pure - un effetto conosciuto come lo straripamento.

Il laboratorio barico lavorato con Caitlin Edwards, uno specialista della ricerca e lastra dello studente di salute pubblica alla collina della UNC-Cappella, sullo studio che suggerisce gli esseri umani può essere suscettibile dello straripamento di SADS-CoV.

Edwards, il primo autore dello studio, ha verificato parecchi tipi di celle infettandole con un modulo sintetico di SADS-CoV per capire appena come il livello il rischio di contaminazione di inter-specie potrebbe essere.

La prova dallo studio indica che una vasta gamma di cellule di mammiferi, compreso il polmone umano primario e le celle intestinali, sono suscettibili dell'infezione. Secondo Edwards, SADS-CoV mostra un più alto tasso di crescita in celle intestinali trovate nell'intestino umano, a differenza di SARS-CoV-2, quale soprattutto infetta le celle del polmone.

l'immunità Inter-protettiva del gregge impedisce spesso agli esseri umani di contrarre molti coronaviruses trovati in animali. Tuttavia, i risultati dalla prova fatta da Edwards e dal suo gruppo indicano che gli esseri umani ancora non hanno sviluppato tale immunità a SADS-CoV.

“SADS-CoV è derivato dai coronaviruses del pipistrello chiamati HKU2, che è un gruppo eterogeneo di virus con una distribuzione mondiale,„ Edwards ha detto. “È impossible da predire se questo virus, o uno sforzo strettamente connesso del pipistrello HKU2, potesse emergere ed infettare le popolazioni umane. Tuttavia, il vasto intervallo ospite di SADS-CoV, accoppiato con una capacità di ripiegare in polmone umano primario e celle enteriche, dimostra il rischio potenziale per gli eventi futuri di emergenza in popolazioni umane ed animali.„

In risposta a questi risultati, Edwards ed i colleghi hanno verificato il remdesivir antivirale di vasto-spettro come metodo di trattamento potenziale ad infezione.

Lavorando con Gilead Sciences, il remdesivir è stato sviluppato dal laboratorio barico per combattere tutti i coronaviruses conosciuti, compreso SADS-CoV. Corrente sta usando per trattare le infezioni COVID-19 in esseri umani, compreso il Presidente degli Stati Uniti.

I risultati di preliminare da questo studio indicano che ha attività robusta contro SADS-CoV, sebbene Edwards avverta che più prova è necessaria sui tipi supplementari delle cellule ed in animali confermare questi risultati.

“I dati di promessa con remdesivir forniscono un'opzione potenziale del trattamento nel caso di un evento umano dello straripamento,„ ha detto. “Raccomandiamo che sia i lavoratori dei maiali che la popolazione dei maiali siano riflessi continuamente per le indicazioni delle infezioni di SADS-CoV di impedire gli scoppi e le perdite economiche massicce.„

SADS-CoV potrebbe anche rappresentare una minaccia all'economia di Stati Uniti, che era terza nella produzione globale del maiale nel 2019. Nel 2012, l'industria del maiale degli Stati Uniti è stata devastata dal coronavirus differente dei maiali che è emerso dalla Cina.

“Secondo le aspettative, corrente stiamo cercando i partner per studiare il potenziale dei candidati vaccino di SADS-CoV di proteggere i maiali,„ Baric ha detto. “Mentre la sorveglianza e la separazione iniziale di porcellini infettati dalle scrofe forniscono un'opportunità di attenuare i più grandi scoppi ed il potenziale per lo straripamento negli esseri umani, i vaccini possono essere chiave per la limitazione la diffusione globale e degli eventi umani di emergenza in futuro.„

Source:
Journal reference:

Edwards, C. E., et al. (2020)  Swine acute diarrhea syndrome coronavirus replication in primary human cells reveals potential susceptibility to infection. Proceedings of the National Academy of Sciences. doi.org/10.1073/pnas.2001046117.