Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio mostra come la gente potrebbe diminuire dallo lo sforzo indotto da pandemica

Tutti, sembra, si agita ad un certo grado dalla pandemia di coronavirus.

Può essere angoscia sopra la malattia o la morte di un amico o di un membro della famiglia. Può essere ansia sopra un processo che è stato alterato o si eliminato. Può essere inquietudine sopra le domande in competizione di lavoro e della famiglia mentre lavora dalla casa.

Queste sono emozioni naturali durante i periodi stressanti, dicono Emily Kroska, uno psicologo clinico all'università di Iowa. Le buone notizie, aggiunge, viene da un nuovo studio che piombo che manifestazioni come la gente potrebbe diminuire la loro emergenza.

In quello studio, il gruppo di ricerca di Kroska ha esaminato le risposte degli Americani alle varie situazioni lavorate dalla pandemia di coronavirus. Il gruppo ha trovato che coloro che ha esaminato le loro emozioni--sono tristezza, l'ansia, il timore, solitudine, e simili--ed allora indirizzato quelle emozioni con atto conscio--come chiamata un amico o del membro della famiglia--più bassi livelli riferiti di sforzo che coloro che ha diretto a partire dall'identificazione con le loro emozioni o non ha misurato gli effetti potenziali del loro comportamento.

Lo scopo è di provare ed aiutare la gente per diventare più resiliente rimanendo in contatto con le loro emozioni e trovando i modi creativi mantenere o costruire sopra le relazioni con la gente o attività che è importante loro. La gente che fa quella non sarà generalmente come afflitta, o ansioso, come coloro che non fa.„

Emily Kroska, professore clinico di aiuto nel dipartimento di UI delle scienze di cervello e psicologiche

I ricercatori a maggio hanno esaminato 485 adulti attraverso la nazione, chiedente loro per descrivere le loro esperienze con le varie situazioni in seguito alla pandemia di coronavirus. I dichiaranti hanno identificato le sensazioni fisiche quali il sudore, la frequenza cardiaca accelerata ed il timore per la loro propria sicurezza come pure “le misure obiettive delle difficoltà,„ compreso effettuare i pagamenti ipotecari o di affitto, perdita di reddito personale, vivendo oltre ai membri della famiglia, o alla difficoltà che ottiene gli elementi della drogheria o le offerte della famiglia.

“Basicamente, abbiamo voluto imparare circa l'ordinamento completo delle forze maggiori che la gente ha incontrato dovuto COVID-19,„ Kroska diciamo. “Abbiamo trovato ognuno incontrato un certo grado di forza maggiore, che è abbastanza triste ma preveduta.„

I ricercatori hanno usato quelle risposte per misurare la flessibilità “psicologica„ di un dichiarante o, in linea generale, la loro capacità laminare con le perforazioni emozionali inflitte dalla pandemia. I ricercatori hanno determinato la flessibilità psicologica dei dichiaranti basata su tre fattori: Apertura, consapevolezza comportamentistica e atto stimato.

I dichiaranti di indagine che erano aperti alle loro emozioni ed erano più informati di come stavano rispondendo a quelle emozioni sono stati trovati per avere livelli più bassi da di emergenza indotta da pandemica. Complessivamente, la flessibilità psicologica ha rappresentato una proporzione sostanziale da di emergenza indotta da pandemica.

Kroska fornisce l'esempio di tornitura allo zoom per connettere con qualcuno che sia importante voi, anche se parlare con quella persona è a distanza inferiore alla conversazione faccia a faccia.

“Se siete creativo con la prova di parlare a distanza con la vostra famiglia invece di in persona, ma siete irritato a questo proposito il tempo pieno e che pensate che succhi, quello sta andando causare più emergenza,„ dice Kroska. “Ma se siete disposto a dire, “GIUSTO, questo non è cui stavamo sperando esattamente per, ma stiamo andando fare il meglio di,„ che è i valori ed il pezzo di apertura. È la combinazione che è richiesta.

“Realmente a cui scende è, può voi adattarsi? Potete fare che argomenti anche quando è provocatorio?„ Kroska aggiunge.

Kroska, che consiglia i pazienti influenzati da emergenza che proviene dalla pandemia come pure sollecita più generalmente, dice che per la gente è naturale essere ansioso.

“La gente non vuole essere afflitta, ma stanno andando essere durante questa pandemia,„ dice. “Essendo flessibile e continuando a fare che cosa è importante voi persino durante questi periodi difficili è importante ed è associato con meno emergenza. Penso che la gente sia disperata per qualche cosa che le aiuti per ritenere meno sottolineate.„

Source:
Journal reference:

Kroska, E.B., et al. (2020) Psychological flexibility in the context of COVID-19 adversity: Associations with distress. Journal of Contextual Behavioral Science. doi.org/10.1016/j.jcbs.2020.07.011.