Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il lubrificante può realmente essere un precursore della malattia unita, dice lo studio

Una lesione al legamento cruciate anteriore (ACL) può piombo all'osteoartrite severa sia in pazienti animali che umani. Ora, un nuovo studio interdisciplinare sulla proteina che lubrifica le nostre giunzioni dice che il lubrificante può realmente essere un precursore della malattia unita.

Il documento, pubblicato il 7 ottobre nei rapporti scientifici, è il primo che studia il ruolo di una proteina, conosciuto come il lubricin, nelle lesioni ACL tipe in cani. Può anche avere più grandi implicazioni per le simili lesioni in esseri umani come pure il potenziale per i trattamenti e la terapeutica.

Lubricin è cruciale per la funzione unita normale e la lubrificazione di cartilagine. Sappiamo che se una persona o un animale non fa quella proteina, svilupperanno la malattia unita devastante che pregiudica tutte le giunzioni principali del peso-cuscinetto.„

Heidi Reesink, Ph.D. '16, l'assistente universitario di Harry M. Zweig nella salubrità equina all'istituto universitario di medicina veterinaria (CVM) ed autore senior sul documento

Lubricin è universale ai mammiferi, compreso gli esseri umani, sebbene ci siano dati stanti in conflitto per quanto riguarda il suo ruolo nelle lesioni unite. Lo studio di Reesink ha trovato che, di pazienti canini che avevano sofferto uno strappo del legamento nel ginocchio, il lubricin è aumentato all'interno della giunzione - l'opposto dei presupposti convenzionali nella medicina. “Il dogma in materia è stato che il lubricin diminuisce nella malattia unita,„ Reesink ha detto.

In tre pazienti canini che hanno avuti una lesione unita, il lubricin è aumentato drammaticamente di tempo fra la loro lesione iniziale ma prima di tutti i segni dell'artrite nei loro raggi x.

“Questo indica che la presenza di lubricin aumentato potrebbe realmente essere un biomarcatore per l'osteoartrite futura di predizione,„ ha detto Reesink. “Inoltre abbiamo veduto il lubricin aumentato nei mesi dei cani agli anni dopo che hanno danneggiato il loro ACLs, suggerenti che il lubricin potrebbe essere un indicatore di instabilità unita in corso.„

Reesink ha detto che il lubricin aumentato potrebbe conseguentemente essere un segnale affinchè i clinici intervenisse o provare un approccio differente del trattamento.

Reesink ed i suoi collaboratori hanno steso il fondamento per questo nuovo studio completando un esame sistematico del lubricin circostante della letteratura in sia medicina veterinaria umana che. L'esame waspublished questa estate nell'osteoartrite e nella cartilagine del giornale.

L'individuazione globale della rassegna: Non c'è consenso unificato su come il lubricin è alterato in altre specie veterinarie nazionali e nella lesione unita umana, dimostrando l'esigenza di ulteriore studio - che il nuovo documento di Reesink ha fatto.

“Nell'esame i cavalli e dei cani, stiamo vedendo lo stesso reticolo,„ ha detto. “Il più forte pezzo di dati sarebbe di mostrarla in esseri umani pure.„

Reesink ed i suoi collaboratori hanno funzionato con il Biobank veterinario di Cornell per ottenere i campioni. I ricercatori come pure gli scienziati di sostegni CVM del biobank attraverso il globo, facendo uso dei campioni biologici raccolti sia dagli animali malati che sani all'ospedale di Cornell University per gli animali (CUHA). I campioni sono elaborati, catalogati e forniti ai ricercatori, che accelera la ricerca biomedica.

Fra i motivatori per questo studio, ha detto Reesink, è che tantissimi casi nella piccola sezione ortopedica animale a CUHA è lesione del legamento del ginocchio, che è comune in cani.

“Possiamo aiutare sia gli animali che gli esseri umani potenzialmente fornendo i migliori sistemi diagnostici, più completamente capendo come queste molecole funzionano e progettando le terapie utili ad entrambi, approfittando di questi casi naturali e migliorando cura ortopedica,„ Reesink ha detto.

Nel regno veterinario, le pianificazioni del gruppo di Reesink per fare uno studio longitudinale di seguito in cani, tempo multiplo d'esame indica nella lesione di un paziente, nel trattamento e nel trattamento di ripristino. Egualmente sperano di ritirare le simili connessioni nel ACL umano ed in altre lesioni ortopediche.

Corrente, Reesink sta esaminando i campioni paralleli sia dal Biobank veterinario di Cornell che dall'ospedale per ambulatorio speciale, facendo uso del finanziamento da una concessione pilota dal centro clinico e di traduzione della medicina di Weill Cornell di scienza.

Source:
Journal reference:

Wang, Y., et al. (2020) Synovial fluid lubricin increases in spontaneous canine cruciate ligament rupture. Scientific Reports. doi.org/10.1038/s41598-020-73270-2.