Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La terapia di combinazione è più efficace ad impedire la ricorrenza di disordine bipolare

Un esame di 39 ha ripartito le probabilità sui test clinici dagli scienziati dal UCLA ed i loro colleghi da altre istituzioni ha trovato che combinare il farmaco di uso con la terapia di psychoeducational è più efficace ad impedire una ricorrenza della malattia nella gente con disordine bipolare che il farmaco da solo.

Per il documento, pubblicato in psichiatria di JAMA, i ricercatori hanno analizzato gli studi che hanno incluso i pazienti adulti ed adolescenti corrente che ricevono il farmaco per disordine bipolare che sono stati definiti a caso ad una terapia determinata o del gruppo attiva della famiglia, o “cura usuale,„ farmaco di significato con il controllo corrente e supporto da uno psichiatra.

David Miklowitz, PhD, l'autore principale dello studio e un professore della psichiatria distinto alla Jane e l'istituto di Terry Semel per la neuroscienza e comportamento umano al UCLA, ha detto i pazienti seguiti esaminati studi per almeno un anno, le tariffe misurate di ricorrenza di disordine bipolare, i sintomi di mania e della depressione e un attrito o i tassi di marginalità inclusi di studio.

I risultati erano:

  • Psychoeducation con pratica guida delle abilità manageriali di malattia (per esempio, come tenere sonno regolare e svegliare i cicli) in un formato del gruppo o della famiglia era più efficace nella diminuzione delle ricorrenze di mania e dei sintomi depressivi che le stesse strategie in una terapia determinata formattano.
  • La terapia comportamentistica conoscitiva, la terapia familiare e la terapia interpersonale erano migliori a stabilizzare i sintomi depressivi che altri moduli del trattamento.
  • Le tariffe dell'interruzione procedura erano più basse in pazienti che hanno ricevuto le terapie familiari.

Dei risultati, Miklowitz ha detto che indicano l'importanza di avere un sistema di appoggio.

Non ognuno può essere d'accordo con me, ma penso che l'ambiente della famiglia sia molto importante in termini di se qualcuno resta bene. C'è niente come avere una persona che sa riconoscere quando state ottenendo il ill e potete dire,

“state cominciando sembrare depresso o state cominciando ottenere arrampicato. “Quella persona può ricordare al loro caro per catturare i loro farmaci o per restare su un ciclo regolare di sonno-risveglio o per contattare lo psichiatra per una valutazione del farmaco.„

David Miklowitz, PhD, Study piombo l'autore ed il professor della psichiatria distinto, Jane ed istituto di Terry Semel per la neuroscienza ed il comportamento umano, UCLA

Miklowitz ha detto che lo stesso è vero per un paziente che non può avere parenti prossimi ma ha supporto con la terapia del gruppo.

“Se siete nella terapia del gruppo, altri membri di quel gruppo possono potere aiutarvi a riconoscerlo che state avvertendo i sintomi,„ hanno detto. “La gente tende ad accoppiare fuori. È un po'come il modello di aa di avere un garante.„

Source:
Journal reference:

Miklowitz, D. J., et al. (2020) Adjunctive Psychotherapy for Bipolar Disorder: A Systematic Review and Component Network Meta-analysis. JAMA Psychiatry. doi.org/10.1001/jamapsychiatry.2020.2993.