Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori identificano le droghe potenziali che potrebbero essere repurposed come trattamenti pan--coronavirus

Un grande consorzio internazionale di quasi 200 ricercatori da 14 istituzioni principali in sei paesi ha studiato tre coronaviruses differenti - SARS-CoV-1, SARS-CoV-2 e MERS-CoV - allo scopo di trovare le vulnerabilità compartecipi da questi tre agenti patogeni. La ricerca, pubblicata nella scienza del giornale, identifica i meccanismi molecolari importanti cruciali per tutti e tre i coronaviruses come pure le droghe potenziali che potrebbero essere repurposed come trattamenti pan--coronavirus.

I ricercatori inclusi consorzio all'istituto europeo della bioinformatica di EMBL (EMBL-EBI), le scienze biologiche quantitative istituiscono (QBI) il gruppo di ricerca di Coronavirus (QCRG) all'università di California San Francisco (UCSF), agli istituti di Gladstone, a Institut Pasteur, al cluster di eccellenza CIBSS all'università di Friburgo, al Howard Hughes Medical Institute e ad altri collaboratori compreso le società di biotecnologia Aetion e Synthego.

Ci sono tre sindromi respiratorie umane conosciute connesse con i coronaviruses: sindrome respiratorio acuto severo (SARS), sindrome respiratoria di Medio Oriente (MERS) e malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus. Questi sono causati da SARS-CoV-1, MERS-CoV e SARS-CoV-2, rispettivamente.

Gli scienziati hanno identificato gli obiettivi della droga e repurposed la terapeutica che può avere attività di vasto-spettro attraverso tutti e tre i sforzi di coronavirus. La terapeutica di Repurposed con i profili di sicurezza conosciuti può offrire una risposta rapida del trattamento contro gli sforzi emergenti di coronavirus in futuro.

Identificazione degli obiettivi della droga di coronavirus

Edilizia sul loro lavoro precedente pubblicato in natura e cella, gli scienziati determinati come le proteine virali ed umane interagiscono e dove le proteine virali sono situate all'interno delle cellule ospiti infettate dai coronaviruses differenti. Successivamente hanno usato questi dati e selezione genetica funzionale per identificare i fattori ospite che impediscono la propagazione di coronavirus. I dati analizzati in questo studio saranno resi liberamente accessibili attraverso il portale di dati COVID-19.

Queste analisi dimostrano come le informazioni biologiche e molecolari sono tradotte in implicazioni nell'ambiente per il trattamento di COVID-19 e di altre malattie virali. Dopo più di un secolo dei coronaviruses relativamente inoffensivi, durante i 20 anni ultimi abbiamo avuti tre coronaviruses che sono stati micidiali. Guardando attraverso le specie, abbiamo la capacità per predire la terapeutica pan--coronavirus che può essere efficace nel trattamento della pandemia corrente, che crediamo egualmente offriremo la terapeutica di promessa per un coronavirus futuro pure.„

Pedro Beltrao, guida del gruppo a EMBL-EBI

Un altro punto per trattare COVID-19

I ricercatori egualmente hanno eseguito l'analisi nell'ambiente sui dati clinici per quanto riguarda i risultati del paziente COVID-19. Per fare questo, hanno identificato le molecole in cellule umane che potrebbero essere mirate a con terapeutica approvata dalla FDA ed essere guardate per vedere che effetto queste droghe hanno avute sui pazienti COVID-19 nella clinica. Questa analisi in questione oltre 740 000 pazienti negli Stati Uniti con l'infezione conosciuta SARS-CoV-2.

I dati e l'analisi effettuati in questo studio dimostrano come le informazioni molecolari possono essere tradotte in implicazioni nell'ambiente per il trattamento di COVID-19. Questo studio egualmente montra un approccio di collaborazione che può applicarsi per studiare altri agenti infettante in futuro.

“Questo studio internazionale ampio delucida per la prima volta le comunanze e, d'importanza, le vulnerabilità, attraverso i coronaviruses, compreso la nostra sfida corrente con la pandemia COVID-19,„ dice Nevan Krogan, Direttore di QBI e ricercatore senior agli istituti di Gladstone. “Di modo unico e rapido, potevamo gettare un ponte su biologico e le comprensioni funzionali con i risultati clinici, fornenti un modello esemplare di un modo differenziato condurre la ricerca su tutta la malattia, identificano rapido i trattamenti di promessa e la conoscenza di avanzamento nei campi sia di scienza che di medicina. Questo organismo di lavoro soltanto è stato permesso con gli sforzi di collaborazione delle guide scientifiche senior di pensiero e dei gruppi dei ricercatori di prossima generazione alle istituzioni prime attraverso il globo.„

Source:
Journal reference:

Gordan, D.E., et al. (2020) Comparative host-coronavirus protein interaction networks reveal pan-viral disease mechanisms. Science. doi.org/10.1126/science.abe9403.