Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo articolo esplora il potenziale endemico del virus COVID-19

Un nuovo articolo dallo sciamano di Jeffrey dei ricercatori del banco del postino di Colombia e da Marta Galanti esplora il potenziale affinchè il virus COVID-19 diventi endemico, una funzionalità regolare producendo gli scoppi di ricorso in esseri umani.

Identificano i fattori di contributo cruciali, compreso il rischio per reinfezione, disponibilità ed efficacia vaccino come pure carattere stagionale ed interazioni potenziali con altre infezioni virali che possono modulare la trasmissione del virus. L'articolo è publicato nella scienza del giornale.

Lo sciamano è un professore delle scienze di salute ambientale e Direttore del clima del banco del postino di Colombia ed il programma di salute e un esponente di primo piano nella modellistica degli scoppi della malattia infettiva come SARS-CoV-2 e influenza.

Era fra il primo per riconoscere l'importanza della diffusione asintomatica e l'efficacia delle misure del lockdown e delle valutazioni altamente citate pubblicate delle vite ipotetiche salvate ha avuta lockdown ha accaduto presto. Lui e Galanti, un ricercatore post-dottorato nel gruppo di ricerca dello sciamano, reinfezioni anche pubblicate di individuazione di ricerca con i coronaviruses endemici non sono rari, neppure in un anno di infezione priore.

Il nuovo documento esplora uno scenario potenziale in cui l'immunità a SARS-CoV-2, attraverso l'infezione o un vaccino, diminuisce in un anno--una tariffa simile a quella veduta per il betacoronavirus endemico che causa la malattia respiratoria delicata.

Il risultato sarebbe scoppi annuali di COVID-19. D'altra parte, se l'immunità a SARS-CoV-2 fosse più lunga, forse con la protezione ha fornito dalla risposta immunitaria all'infezione altri coronaviruses endemici, noi potrebbe sperimentare che cosa inizialmente sarebbe sembrato essere un'eliminazione di COVID-19 seguito da una rinascita dopo alcuni anni. Altri fattori di contributo comprendono la disponibilità e l'efficacia di un vaccino ed il carattere stagionale innato del virus.

“Se la reinfezione prova ordinario ed escludere un vaccino altamente efficace consegnato alla maggior parte della popolazione del mondo, SARS-CoV-2 probabilmente si sistemerà in un reticolo del endemicity,„ gli autori scrive. “Se le reinfezioni saranno ordinarie, ogni quanto tempo accadranno, come le persone ri-infettate contagiose saranno e se il rischio di cambiamenti clinici severi di risultati con l'infezione successiva resta capire.„

Reinfezione

Fra coloro che è stato infettato con COVID-19, gli studi sierologici indicano che la maggior parte delle infezioni, indipendentemente dalla severità, inducono lo sviluppo degli anticorpi di qualche SARS-CoV-2-specific. Eppure rimane poco chiaro se quegli anticorpi sono stessi sufficienti per fornire “l'immunità di sterilizzazione„ a lungo termine per impedire la reinfezione.

Per molta virus, risposta immunitaria insufficiente, immunità calante, o mutazioni che permettono che “sfugga a„ la rilevazione immune può insidiare o aggirare l'immunità e permettere la reinfezione successiva, sebbene un'infezione priore possa fornire l'immunità parziale e diminuire la severità di sintomo.

Co-infezione

La risposta immunitaria a SARS-CoV-2 può essere influenzata vicino indipendentemente da fatto che qualcuno è corrente o recentemente è stato infettato con un altro virus. Molti studi prima della manifestazione pandemica che l'infezione con un virus può assicurare la protezione a breve termine--circa una settimana--contro una seconda infezione. Altri studi confermano che le infezioni virali respiratorie simultanee non sono associate con la severità aumentata di malattia.

Mentre coinfections qualche SARS-CoV-2 sono stati documentati, compreso le co-infezioni su influenza e sul virus respiratorio sinciziale, ci sono dati insufficienti per trarre le conclusioni. Al livello della popolazione, uno scoppio stagionale significativo di influenza ha potuto sforzare gli ospedali già che si occupano di COVID-19.

Carattere stagionale

La prova suggerisce che COVID-19 potrebbe essere più ereditario durante l'inverno. Fuori dei tropici, molti virus respiratori comuni riappaiono secondo la stagione durante i periodi particolari dell'anno. I coronaviruses endemici (OC43, HKU1, NL63, 229E) tutto esibiscono il carattere stagionale nelle regioni temperate simili ad influenza.

Similmente, le condizioni ambientali possono anche modulare il transmissibility SARS-CoV-2--non abbastanza per precludere trasmissione durante le fasi iniziali della pandemia quando l'immunità è generalmente bassa ma forse sufficiente per favorire la trasmissione stagionale di ricorso durante l'inverno nelle regioni temperate, simili ad influenza, una volta che l'immunità aumenta.

Source:
Journal reference:

Shaman, J & Galanti, M  (2020) Will SARS-CoV-2 become endemic? Science. doi.org/ 10.1126/science.abe5960.