Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le lezioni chiave dallo scoppio dell'epatite virale A di San Diego possono applicarsi a pandemia COVID-19

In un'età quando molta gente ottiene le loro notizie dai media sociali, assicurante le informazioni di salubrità è comunicato esattamente e capito chiaramente è critico, particolarmente durante gli scoppi della malattia infettiva.

Quando la regione di San Diego ha avvertito nel 2017 uno scoppio di epatite virale A che si è sparso rapido attraverso la sua popolazione senza tetto, finalmente nauseante quasi 600 persone e reclamante 20 vite, sono caduto ai funzionari di salute pubblica per contenerla. Ha catturato quasi due anni prima che lo scoppio fosse dichiarato ufficialmente più e storie circa i lavoratori che sterilizzano le superfici di transito pubblico, istruenti il senzatetto circa l'igiene e vaccinante li ed installare le stazioni di a mano lavaggio ha fatto le notizie nazionali.

Su Twitter, mentre le agenzie di salute pubblica pubblicate aggiornamenti sugli sforzi della città per staccare lo scoppio dal gambo e per fare sicuro del centro, la gente stavano cinguettando circa come sono state spaventate per andare in città e sull'espressione dei dubbi circa la protezione dalle vaccinazioni.

Questa sconnessione fra il pubblico e gli enti governativi e come le informazioni sono comunicate sui media sociali durante lo scoppio era il fuoco di uno studio dai ricercatori di San Diego State University. Hanno trovato le lezioni chiave che possono applicarsi alla pandemia COVID-19, in grado di staccare la marea dal gambo di informazione sbagliata corrente che accade.

Il paese ed il mondo sono stati abbondanti con informazione sbagliata durante la pandemia. Che cosa da fare, che cosa da non fare, quando indossate una maschera, che farmaco da catturare, è socialmente distanziare necessario, un vaccino sarà sicuro.„

Eyal Oren, epidemiologo della malattia infettiva con il banco di SDSU della salute pubblica ed uno degli autori principali

L'esperienza 2017, disse, mostra come i funzionari di salute pubblica possono ricambiare l'informazione sbagliata ed amplificare le tariffe della vaccinazione fra quelle al rischio.

Cinguetti più spesso

Pubblicato ad ottobre nel giornale americano della salute pubblica, lo studio piombo dalla salute pubblica e ricercatori e studenti di comunicazione ed ha trovato che mentre gli enti governativi hanno avuti una presenza sociale di media, potrebbero essere più attivo ed incontrare il pubblico in cui sono su Twitter, a Instagram e ad altri canali.

Secondariamente, le informazioni contradditorie fra gli enti governativi ed il pubblico possono emergere durante lo scoppio. In terzo luogo, l'informazione sbagliata circa i vaccini può anche cominciare spargersi sui media sociali durante gli scoppi.

La confusione da queste contraddizioni può essere diminuita con il maggior dialogo fra gli enti governativi ed i membri del pubblico. Le agenzie potrebbero anche perfezionamento le risposte che autorizzano e rassicurano le comunità interessate circa la sicurezza vaccino.„

Lourdes Martinez, professore associato con il banco di SDSU della comunicazione e l'altro autore principale dello studio

La sua competenza è in come la gente comunica le informazioni correlate con la salute, in modo da Martinez ha collaborato con Oren per esaminare come la gente ha comunicato durante lo scoppio di epatite virale A. Lo studio retrodata la pandemia ed hanno trovato sia le similarità che le differenze.

A quel tempo, c'era un vaccino disponibile per epatite virale A ed è stata spiegata rapidamente fra le persone ammissibili. Ma COVID-19 è causato dal coronavirus novello per cui un vaccino è ancora in sviluppo. Il disgaggio della pandemia è colossale e mondiale, mentre lo scoppio di epatite virale A è stato limitato alla città. Ma entrambe sono malattie serie con gli impatti profondi sulla gente.

Indirizzi la confusione

“Abbiamo trovato l'emissione di scarsità vaccino durante lo scoppio di epatite virale A che era in linea con che agenzie di salute pubblica hanno detto,„ Martinez ha detto. “Ma egualmente abbiamo trovato cinguettiamo che ha detto “ho ottenuto appena vaccinato ma ancora sono spaventato per andare in città„ che suggerisce che avessero dubbi circa la sua efficacia.„

Mentre i funzionari erano ignaro catturato nel 2017 dallo scoppio ed il tempo di reazione iniziale era lento, gli sforzi completi arrampicati città per mirare al risanamento, al contenimento ed alla vaccinazione. Tuttavia, mesi più successivamente, la gente ancora stava cinguettando che la città non aveva fatto abbastanza.

Per analizzare circa i 750 cinguetta durante la caduta di 2017 quando lo scoppio era al suo picco, i ricercatori ha utilizzato uno strumento della ricerca di analisi dei dati di media del sociale (SMART) sviluppato dal centro di SDSU per la dinamica umana nell'età mobile, intestato dal geografo Ming-Hsiang Tsou.

Oren e Martinez ora stanno analizzando cinguetta relativo a COVID-19 ed a trovare molte parallele fra i due scoppi in termini di informazione sbagliata. Suggeriscono che le misure dinamiche potrebbero aiutare inverso l'informazione sbagliata sfrenata corrente che circola.

“Continuiamo a trovare una sconnessione che ora è composta dalle istruzione contraddittorie, parzialmente perché le informazioni stanno evolvendosi con COVID-19 e perché le agenzie come il CDC (centri per il controllo e la prevenzione delle malattie degli Stati Uniti) hanno rintracciato sulle istruzione più iniziali come bisogno necessario delle maschere,„ Oren abbiamo detto. “Così la gente ha deciso di usare la loro propria discrezione su cui fare.„

Usi le celebrità per spargere la consapevolezza

Per impegnare meglio il pubblico sui media sociali, raccomandano di cercare un certo status di stella dividere le informazioni vitali. Ad un 20enne, Oren ha detto, un rock star o un atleta come LeBron James vuole “ha molti altri seguaci e tiene più ondeggiamento„ che qualcuno in un cappotto del laboratorio.

Oltre a questo, se le società sociali di media quale Facebook e Twitter attivamente controllassero i paletti per informazione sbagliata e catturassero giù le informazioni false, che avrebbero fatto una grande differenza.

“Se le società fossero vigilanti ed enti governativi comunica il modo che dovrebbero, saremmo in un posto completamente differente ora,„ Oren ha detto. “Ma non è troppo tardi. Anche se abbiamo cominciato oggi, potremmo ancora migliorare la nostra situazione e la gente potrebbe cambiare i loro comportamenti in risposta ad ad informazioni basate a prova di fiducia, che avrebbero contribuito a portare la diffusione di questo coronavirus giù ai livelli trattabili.„

Source:
Journal reference:

Oren, E., et al. (2020) Twitter Communication During an Outbreak of Hepatitis A in San Diego, 2016–2018. American Journal of Public Health. doi.org/10.2105/AJPH.2020.305900.