Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio fornisce la spiegazione possibile per il corso progressivo della sclerosi a placche in mouse

La gente con la sclerosi a placche (MS) sviluppa gradualmente il danno funzionale aumentante. I ricercatori a Karolinska Institutet in Svezia ora hanno trovato una spiegazione possibile per il corso progressivo della malattia in mouse e come può essere invertita. Lo studio, che è pubblicato in immunologia di scienza, può provare il valuable ai trattamenti futuri.

Il ms è una malattia infiammatoria cronica del sistema nervoso centrale (CNS) e di quello delle cause principali di danno funzionale neurologico.

La malattia è diagnosticata generalmente fra 20 e 30 anni. Può causare i sintomi neurologici severi, quali perdita di sensazione e di tremolio, le difficoltà che camminano e che mantengono il bilanciamento, l'errore di memoria ed il danno visivo. Il ms è tutta la vita una malattia con i sintomi che peggiorano il più spesso gradualmente col passare del tempo.

Peggio con invecchiamento

Nella maggior parte dei casi la malattia viene nei periodi con una certa quantità di ripristino successivo. Una perdita graduale di funzione con tempo è, tuttavia, inevitabile. La ricerca ha realizzato i grandi progressi nei trattamenti che diminuiscono la frequenza e gli effetti offensivi di questi periodi.

Malgrado queste innovazioni importanti, la malattia peggiora generalmente quando il paziente la ha avuta per 10 - 20 anni. C'è corrente soltanto uno, recentemente approvato, il trattamento per che cosa è chiamato la fase progressiva secondaria. I meccanismi dietro questa fase progressiva richiedono la più ricerca.„

Maja Jagodic, docente di medicina sperimentale al dipartimento di neuroscienza clinica ed il centro per medicina molecolare, Karolinska Institutet

Microglia una spiegazione possibile

I ricercatori a Karolinska Institutet ora hanno indicato che il ripristino dai sintomi del tipo di sig.ra in mouse dipende dalla capacità delle proprie celle immuni dello SNC - microglia - di ripartire il resti delle cellule danneggiate, quale mielina.

I trattamenti sono stati interrotti quando i ricercatori hanno eliminato un cosiddetto gene autophagy, Atg7. Autophagy è un trattamento dove le celle normalmente suddividono e riciclano le loro proprie proteine ed altre componenti strutturali.

Senza Atg7 la capacità del microglia di pulire i residui assenti del tessuto creati tramite l'infiammazione è stata diminuita. Questi residui si sono accumulati col passare del tempo, che è una spiegazione possibile per la progressività della malattia.

Lo studio egualmente mostra come il microglia dai mouse invecchiati somiglia alle celle dai giovani mouse che mancavano di Atg7 in termini di carenze in questo trattamento, che ha avuto un effetto negativo sul corso della malattia.

Fermata della progressione del ms

Ciò è un risultato significativo poiché l'età aumentante è un fattore di rischio importante nella fase progressiva di sig.ra. I ricercatori egualmente mostrano come questo trattamento può essere invertito.

“La pianta e lo zucchero fungo-derivato Trehalose ripara la ripartizione funzionale dei residui della mielina, ferma la progressione e piombo al ripristino dalla malattia del tipo di sig.ra.„ dice lo studente di laurea Rasmus Berglund. “Migliorando questo trattamento speriamo l'un giorno per potere trattare ed impedire gli aspetti relativi all'età delle circostanze neuroinflammatory.„

Source:
Journal reference:

Berglund, R., et al. (2020) Microglial autophagy–associated phagocytosis is essential for recovery from neuroinflammation. Science Immunology. doi.org/10.1126/sciimmunol.abb5077.