Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio precisa le variazioni chiave nelle transizioni e nelle esperienze del centro ospedaliero

La cura del centro ospedaliero riferita a pazienti malato terminali da una regolazione dell'ospedale tende ad essere su centro ospedaliero per i periodi di scarsità che coloro che entra nel centro ospedaliero mentre vive a casa o in una funzione di cura residenziale.

I risultati dall'istituto universitario di Oregon State University dei ricercatori della farmacia sono un punto importante verso il miglioramento delle esperienze di cura nei pazienti di morte ed i loro cari.

La cura del centro ospedaliero si riferisce ai trattamenti di cui lo scopo è di massimizzare la comodità e la qualità di vita rispetto a prolungare la vita. Più tempo su centro ospedaliero è generalmente migliore per i pazienti che meno tempo, la ricerca ha indicato.

È affermato che la cura del centro ospedaliero diminuisce il carico di sintomo e migliora la qualità di vita per i pazienti che si avvicinano alla conclusione di vita e per i loro badante. I pazienti che ricevono la cura del centro ospedaliero egualmente fanno il loro gestire meglio disagio ed avvertono la più soddisfazione con la loro cura confrontata ai pazienti che muoiono senza ricevere la cura del centro ospedaliero.„

Jon Furuno, l'autore principale dello studio, il professore associato e la presidenza provvisoria del dipartimento della farmacia praticano

Ma la ricerca recente di Furuno, pubblicata nell'assistenza medica del giornale, precisa alcune variazioni chiave nelle transizioni e nelle esperienze del centro ospedaliero, aprenti la porta ai cambiamenti che potrebbero fare le differenze importanti e positive per i pazienti e le famiglie.

I pazienti possono essere cura riferita a del centro ospedaliero da tutta la posizione, Furuno spiega, ma piccolo è conosciuto circa le differenze fra i rinvii dalle impostazioni differenti di cura; cioè gli ospedali, case di cura, hanno assistito gli impianti viventi o qualcuno a casa.

“I pazienti stanno iscrivendo a centro ospedaliero a tempo debito o più successivamente dell'ideale? Stanno facendo la transizione a cura del centro ospedaliero con le giuste prescrizioni dai loro fornitori? Come le cose differiscono fra le posizioni di rinvio? Quelle sono tutte le questioni chiavi da esplorare per contribuire ad assicurare la cura paziente ottimale,„ Furuno ha detto.

Lo studio ha esaminato i dati da quasi 80.000 pazienti adulti del centro ospedaliero da 19 stati su un periodo quinquennale. La loro età media era 79 ed un terzo stava ricevendo la cura del centro ospedaliero a causa di una diagnosi del cancro terminale.

Poco più della metà dei defunti era stato il centro ospedaliero riferito a da una regolazione dell'ospedale e circa una in cinque stava vivendo a casa ai tempi del loro rinvio. Le case di cura (17%) e gli impianti viventi assistiti (9%) hanno arrotondato fuori il campione.

I risultati hanno indicato che i pazienti ospedale-fatti riferimento erano molto meno probabili ricevere la cura del centro ospedaliero prima dei sette giorni definitivi della loro vita che i pazienti fatti riferimento da altrove; 56% di quelli fatti riferimento da un ospedale speso di meno che una settimana su centro ospedaliero, confrontato a 30% dalle case di cura, a 29% dalla loro propria casa e a 19% dalla vita assistita.

“Ogni caso è ovviamente unico, ma in linea generale, più tempo nella cura del centro ospedaliero è associato con il migliore paziente e risultati della famiglia,„ Furuno ha detto. “Nel nostro studio, la durata mediana su centro ospedaliero era dei nove giorni.„

Un'altra individuazione di tasto ha compreso le prescrizioni della droga, specialmente l'assenza o la presenza di droga d'alleviazione con gli opioidi usati spesso durante la cura del centro ospedaliero. Gli opioidi alleviano il dolore ma possono causare l'altro disagio sotto forma di movimenti di viscere rari.

“i pazienti Ospedale-fatti riferimento hanno avuti la frequenza più bassa degli opioidi co-prescritti e un regime delle viscere,„ Furuno ha detto, notando la co-prescrizione di questi farmaci è un indicatore importante nei centri per Assistenza sanitaria statale ed il programma di segnalazione di qualità del centro ospedaliero dei servizi di Medicaid.

Fra i pazienti ospedale-fatti riferimento del centro ospedaliero, più poco di 60% ricevuto che la co-prescrizione confrontata a 72% dei pazienti si è riferita dalle case di cura, quasi 70% dagli impianti viventi assistiti e 63% dalla casa.

“I risultati dello studio indicano un'opportunità per gli interventi che miglioreranno la transizione a cura del centro ospedaliero e pazienti e famiglie del vantaggio,„ Furuno hanno detto. “I pazienti che transitioning dall'ospedale alla cura del centro ospedaliero possono essere il gruppo più vulnerabile a causa della grandezza della transizione attivamente dal combattimento della malattia cronica per i mesi o forse gli anni a cura palliativa.„

Inoltre, i fornitori di cure mediche in una regolazione dell'ospedale non possono sufficientemente essere preparati sempre nella preparazione i pazienti e delle famiglie fare quella transizione, disse, che aggiunge che ulteriore ricerca dovrebbe cercare le spiegazioni dietro le differenze di transizione del centro ospedaliero scoperte da questo studio.

“Lo scopo finale è polizze e pratiche che considerano questi differenze ed interventi specializzati grilletto se necessario in modo dai pazienti possono ottenere la migliore cura di estremità-de-vita possibile,„ Furuno ha detto.

Source:
Journal reference:

Furuno, J.P., et al. (2020) Variation in Hospice Patient and Admission Characteristics by Referral Location. Medical Care. doi.org/10.1097/MLR.0000000000001415.