Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'obesità, il diabete, malattie cardiovascolari si è collegata ai cambiamenti dietetici drammatici

È l'obesità, il diabete, malattie cardiovascolari e più il risultato “di un disadattamento„ fra i pasti che mangiamo e gli alimenti i nostri organismi sono preparati per?

“L'ipotesi del disadattamento„ sostiene che ciascuno dei nostri organismi si è evoluto e si adattato per digerire gli alimenti che i nostri antenati hanno mangiato e che i corpi umani lotteranno ed in gran parte non riusciranno a metabolizzare un insieme degli alimenti radicalmente nuovo.

“Gli esseri umani si sono evoluti in un ambiente molto differente che quello noi corrente sta vivendo dentro,„ ha detto Amanda Lea, un ricercatore postdottorale nell'istituto di Lewis-Sigler per genomica integrante (LSI) ed il primo autore su uno studio che compare nella questione attuale della scienza del giornale avanza. “Nessuna dieta è universalmente cattiva. È circa il disadattamento fra la vostra cronologia evolutiva e che cosa corrente state mangiando.„

L'idea “del disadattamento„ è stata intorno per anni, ma è duro da provare direttamente. La maggior parte dei esperimenti mettono a fuoco sul paragone degli occidentali ai membri delle società del cacciatore raccoglitore, ma quello combina insieme inevitabilmente tutti gli effetti della dieta con altre differenze di stile di vita o genetiche.

Entri nel Turkana -- un livello della sussistenza, popolazione del pastoralist da un deserto remoto nel Kenya di nord-ovest. Negli anni 80, una carestia estrema accoppiata con la scoperta di petrolio vicino piombo a trasformazione rapida della regione. I grandi segmenti della popolazione hanno abbandonato il loro stile di vita nomade, alcuno per vivere in villaggi ed altri in città. Turkana tradizionale ancora conta su bestiame -- cammelli del dromedario, bovini dello zebù, ovini a coda adiposa, capre ed asini -- per sussistenza, mentre Turkana che vive nelle città ha passato alle diete che sono molto più alte in carboidrati ed alimenti trasformati. Ciò è una tendenza che ampiamente è osservata attraverso il mondo, un risultato di aumento della globalizzazione, anche nelle comunità remote.

Abbiamo rend contoere che abbiamo avuti l'opportunità di studiare l'effetto di transitioning a partire da uno stile di vita tradizionale, contante sui sottoprodotti dell'animale di quasi 80% -- una dieta estremamente ricca in proteine e ricca in grassi, con pochissimo a nessun carboidrati -- principalmente ad una dieta del carboidrato. Ciò ha presentato un'opportunità senza precedenti: le popolazioni geneticamente omogenee di cui le diete allungano attraverso un gradiente di stile di vita “dall'abbinato da relativamente„ ad estremamente “hanno mal adattato„ con la loro cronologia evolutiva recente.„

Julien Ayroles, assistente universitario di ecologia e biologia evolutiva e LSI che è il ricercatore senior sul nuovo documento

Per rivolgere la domanda, i ricercatori hanno intervistato e riunito i dati dal 1226 Turkana adulto di salubrità in 44 posizioni. Gli intervistatori hanno incluso Lea e Ayroles come pure il gruppo di ricerca basato al centro di ricerca di Mpala nel Kenya, piombo da Dino Martins. Mpala è più noto come sito per gli studi ecologici di livello internazionale, ma con la sua ricerca sul Turkana, egualmente sta rompendo un nuovo terreno sull'antropologia e sulla sociologia e nella genetica e nella genomica, facendo uso di nuovo a laboratorio fondato a NSF di genomica.

“Questo è un primo documento molto importante dal lavoro di genomica di Turkana ed il laboratorio di genomica del NSF di Mpala e degli isotopi stabili,„ ha detto Martins. “Effettuare la ricerca come questo studio comprende un gran quantità della fiducia e del rispetto con le nostre comunità locali e con le comunità più remote: come accediamo loro, come interagiamo. E la ragione Mpala e Turkana può essere un hub per questa è perché abbiamo una relazione a lungo termine. Che cosa è accaduto in molte parti del mondo in cui alcuna di questa ricerca è stata effettuata e è andato male, è quando avete ricercatori paracadutare da e verso le comunità. Quello non incita la gente a fidarsevi -- crea appena molto un'ansia ed i problemi. Ma qui, le comunità ci conoscono. Siamo stati là per 25 anni. Il nostro personale di ricerca è ricavato dalle comunità locali.„

Il progetto è nato quando Ayroles ha visualizzato Martins, un amico a partire dai loro anni alla Harvard University, all'istituto del bacino di Turkana, in cui Martins è stato basato. Su un giorno di Natale brutalmente caldo, profondo nel deserto, miglia da tutto il villaggio conosciuto, Ayroles era stato sorpreso vedere un gruppo di donne che portano l'acqua in barattoli sulle loro teste. Martins aveva spiegato che le donne stavano portando l'acqua di nuovo all'azione con il loro collega Turkana ed aggiunto che queste poche imbarcazioni dell'acqua sarebbero state tutte berrebbero per una settimana o più.

“Julian dice, “che non è possibile. Nessuno può sopravvivere a su quell'poca acqua, “„ Martins ha richiamato. “E così il cervello del suo scienziato ottiene pensante e fornisce questo progetto dire, “come è che gli esseri umani possono sopravvivere a in questo ambiente incredibilmente duro?„ E lo ho girato intorno dicendo, 'realmente, penso che la domanda sia, “come sia che noi si sono adattati per sopravvivere a in altri ambienti? “A causa del corso, questo è l'ambiente quel noi che tutti sono uscito da.„

Il progetto si è sviluppato da là, catturando la forma come studio sui profili di salubrità attraverso 10 biomarcatori di Turkana che vivono nelle città, i villaggi e le zone rurali. I ricercatori hanno trovato che tutti e 10 le erano eccellenti fra Turkana ancora che vive il loro tradizionale, stile di vita del pastoralist -- e fra il Turkana che era principale in villaggi rurali, facente e vendente carbone o i canestri tessuti, o allevante bestiame per il commercio.

Ma Turkana che si era mosso verso le città ha esibito la salubrità cardio-metabolica difficile, con i livelli elevati molto dell'obesità, del diabete, della malattia cardiovascolare e dell'ipertensione. La metrica di salubrità egualmente ha indicato che il Turkana più lungo aveva speso la vita nella città, meno sano tendessero ad essere, con tutta la vita i cittadini che avvertono il più grande rischio di malattia cardiovascolare.

“Stiamo trovando più o meno che cosa abbiamo preveduto,„ ha detto Ayroles. “Transitioning a questa dieta a base di carboidrati fa il malato della gente.„

“C'è un effetto cumulativo,„ Lea aggiunta. “Di più avvertite l'ambiente urbano -- l'ambiente evolutionarily mal adattato -- peggio sta andando essere per la vostra salubrità.„

Ayroles ha avvertito che la ricerca non dovrebbe essere interpretata come favoreggiamento della dieta a base di proteine. “Una delle cose più notevoli circa il Turkana è che se voi ed io andassero sulla dieta di Turkana, ci saremmo ammalati realmente rapidamente!„ ha detto. “Il tasto a salubrità metabolica può essere di allineare la nostri dieta e livelli di radioattività con quello dei nostri antenati, ma ancora dobbiamo determinare quali componenti importano più.„

I ricercatori hanno continuato le loro indagini e acquisizione dati e pianificazione ampliare lo studio per incorporare la gente indigena differente, in isole del Pacifico ed altrove, che egualmente stanno avvertendo questi spostamenti a partire dagli stili di vita tradizionali.

“Possiamo imparare così tanto circa evoluzione e sanità dalle molte delle popolazioni tradizionali e livelle della sussistenza intorno al globo,„ ha detto Lea. “Stanno avvertendo questo cambiamento ambientale straordinario e rapido e possiamo testimoniarlo in tempo reale.„

Source:
Journal reference:

Lea, A.J., et al. (2020) Urbanization and market integration have strong, nonlinear effects on cardiometabolic health in the Turkana. Science Advances. doi.org/10.1126/sciadv.abb1430.