Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I cambiamenti metabolici del cervello si sono associati con perdita di odore in COVID-19

La perdita improvvisa di odore (anosmia) ed il gusto (ageusia) stanno trasformando in in sintomi sempre più comuni della malattia 2019 (COVID-19) di coronavirus. Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo è l'agente responsabile della pandemia COVID-19 che ha cominciato nel dicembre 2019. Il virus causa la polmonite atipica e severa in persone infettate, con i sintomi che variano da asintomatico e da delicato all'emergenza respiratoria severa. Gli studi mostrano a quel fino a 80% del rapporto dei pazienti COVID-19 una perdita improvvisa di odore con i loro altri sintomi.

SARS-CoV-2 entra nella membrana della cellula umana legando all'enzima di conversione dell'angiotensina 2 (ACE2) nella cellula ospite con l'aiuto della serina 2 (TMPRSS2) della proteasi del transmembrane. Gli studi in pazienti COVID-19 indicano che mentre ACE2 e TMPRSS2 ampiamente sono espressi dalle celle sustentacular, dalla ghiandola del prodiere, dalle celle microvillar e dalle cellule staminali dell'epitelio olfattivo, lo stessi non erano veri per i neuroni sensoriali olfattivi.

Partecipazione possibile dello SNC a pazienti COVID-19 con una perdita improvvisa di odore

Uno studio recente dettagliato in un documento della pubblicazione preliminare ha pubblicato nel medRxiv, * i ricercatori dall'ospedale di ERASMUS, il libre il de Bruxelles (ULB), Belgio di Université, discutono come hanno studiato la partecipazione possibile (CNS) del sistema nervoso centrale a pazienti COVID-19 con una perdita improvvisa di odore facendo uso di un sistema tomografia-magnetico ibrido (PET) della rappresentazione di risonanza dell'emissione (MRI) di positrone (PET-MR). Il gruppo ha mirato a studiare le anomalie cerebrali strutturali e metaboliche dei pazienti con COVID-19 che avvertono la perdita di odore. Mentre specificamente hanno cercato il segnale di MRI e le anomalie metaboliche nel sistema olfattivo e nei settori cerebrali interessati nell'anosmia di non-COVID-19-related, egualmente hanno cercato i segni delle anomalie acute del cervello.

Il gruppo di studio ha compreso 12 pazienti, di cui 2 erano maschi e 10 femmine. I partecipanti erano nell'intervallo di età di 23-60 anni e l'età media era di 42,6 anni. Tutti hanno verificato il positivo a SARS-CoV-2 ed egualmente hanno avvertito una perdita improvvisa di odore come componente dei loro sintomi.

Immagini coronarie assiali di T2-weighted che dimostrano obliterazione bilaterale e completa degli spacchi olfattivi (a) senza l
Immagini coronarie assiali di T2-weighted che dimostrano obliterazione bilaterale e completa degli spacchi olfattivi (a) senza l'asimmetria associata del bulbo olfattivo e (b) con l'asimmetria dei bulbi olfattivi ((l) lampadina sinistra ingrandetta relativamente)

Correlazione fra il metabolismo cerebrale del glucosio e la perdita di COVID-19-related di odore

Lo studio ha eseguito simultaneamente la risonanza magnetica cerebrale strutturale e [18F] - fluorodeoxyglucose (FDG-PET) con l'aiuto di un ibrido PET-MR sugli esemplari rinofaringei del tampone catturati dai pazienti. I dati ottenuti da FDG-PET sono stati analizzati tramite ad un approccio basato voxel e sono stati confrontati ai dati dagli individui sani che hanno servito da controllo.

I risultati di studio hanno mostrato la didascalia bilaterale dello spacco olfattivo in 6 pazienti e dell'asimmetria sottile del bulbo olfattivo in 3 pazienti. Nessun'anomalia nel segnale di MRI a valle del tratto olfattivo è stata notata. Le anomalie eterogenee (diminuzione o aumento) sono state osservate nel metabolismo del glucosio nelle aree neocortical olfattive e di ordine alto di memoria. Il gruppo ha trovato una correlazione fra il metabolismo cerebrale regionale del glucosio e la severità e la durata di perdita di COVID-19-related di odore.

“Criticamente, le analisi di correlazioni fra il metabolismo cerebrale regionale del glucosio e la severità/durata di perdita dell'odore di SARS-CoV-2-related hanno introdotto le comprensioni supplementari nell'origine dell'eterogeneità dei cambiamenti metabolici osservati al livello determinato. „

La perdita di COVID-19-related di odore non è associata con neuro-invasività SARS-CoV-2

Secondo i ricercatori, il loro studio di PET-MR ha indicato che l'anosmia o il dysosmia improvvisa relativo a COVID-19 non è dovuto la partecipazione centrale causata da neuro-invasività SARS-CoV-2. La perdita di odore è in pazienti COVID-19 è stata associata con i cambiamenti metabolici del cervello eterogeneo nelle aree corticali olfattive e di ordine alto di memoria. Ciò era probabilmente dovuto i trattamenti combinati del deafferentation e della riorganizzazione funzionale derivando dalla mancanza di stimolo olfattivo.

Gli studi precedenti hanno fornito questa ipotesi patofisiologica che la perdita improvvisa di odore in pazienti COVID-19 è dovuto obliterazione olfattiva dello spacco e la partecipazione centrale causate da neuro-invasività SARS-CoV-2. Secondo gli autori, questo studio confuta l'ipotesi ed indica che non può spiegare la perdita di odore in tutti i pazienti COVID-19. Egualmente indicano che l'anosmia in pazienti COVID-19 è associata con i cambiamenti metabolici del cervello eterogeneo nella memoria olfattiva ed in altre aree cerebrali, che suggeriscono il deafferentation possibile e la riorganizzazione funzionale attiva avviati da mancanza di stimolo sensitivo olfattivo.

Gli autori egualmente avvertono circa alcune limitazioni dello studio. C'era seguito neuroimaging non longitudinale una volta che i dati di PET-MR fossero ottenuti dai pazienti. Inoltre, la valutazione obiettiva della funzione del gusto non è stata eseguita come componente dello studio come quei dati erano non disponibili e provocatori per verificarsi durante la fase iniziale della pandemia COVID-19.

“SARS-CoV-2-infection ha limitato al supporto di OE e le cellule staminali potrebbero essere i meccanismi patofisiologici predominanti coinvolgere nella perdita improvvisa COVID-19 di odore, con le conseguenze strutturali e funzionali interindividuali variabili.„

Avviso *Important

il medRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Journal reference:
Susha Cheriyedath

Written by

Susha Cheriyedath

Susha has a Bachelor of Science (B.Sc.) degree in Chemistry and Master of Science (M.Sc) degree in Biochemistry from the University of Calicut, India. She always had a keen interest in medical and health science. As part of her masters degree, she specialized in Biochemistry, with an emphasis on Microbiology, Physiology, Biotechnology, and Nutrition. In her spare time, she loves to cook up a storm in the kitchen with her super-messy baking experiments.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Cheriyedath, Susha. (2020, October 21). I cambiamenti metabolici del cervello si sono associati con perdita di odore in COVID-19. News-Medical. Retrieved on January 28, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201021/Brain-metabolic-changes-associated-with-loss-of-smell-in-COVID-19.aspx.

  • MLA

    Cheriyedath, Susha. "I cambiamenti metabolici del cervello si sono associati con perdita di odore in COVID-19". News-Medical. 28 January 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201021/Brain-metabolic-changes-associated-with-loss-of-smell-in-COVID-19.aspx>.

  • Chicago

    Cheriyedath, Susha. "I cambiamenti metabolici del cervello si sono associati con perdita di odore in COVID-19". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201021/Brain-metabolic-changes-associated-with-loss-of-smell-in-COVID-19.aspx. (accessed January 28, 2021).

  • Harvard

    Cheriyedath, Susha. 2020. I cambiamenti metabolici del cervello si sono associati con perdita di odore in COVID-19. News-Medical, viewed 28 January 2021, https://www.news-medical.net/news/20201021/Brain-metabolic-changes-associated-with-loss-of-smell-in-COVID-19.aspx.