Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

L'uso dell'aspirina si è associato con il rischio diminuito della mortalità in pazienti ospedalizzati COVID-19

I pazienti ospedalizzati COVID-19 che stavano catturando un'aspirina quotidiana della basso dose per proteggere dalla malattia cardiovascolare hanno avuti significativamente un più a basso rischio delle complicazioni e della morte confrontate a coloro che non stava catturando l'aspirina, secondo un nuovo studio piombo dai ricercatori alla scuola di medicina dell'università del Maryland (UMSOM).

I acquirenti dell'aspirina erano meno probabili essere collocati nell'unità di cure intensive (ICU) o hanno agganciato fino ad un ventilatore meccanico ed erano più probabili sopravvivere all'infezione confrontata ai pazienti ospedalizzati che non stavano catturando l'aspirina, lo studio, pubblicato oggi nell'anestesia e nell'analgesia del giornale, forniscono “l'ottimismo prudente,„ i ricercatori dicono, per un farmaco economico e accessibile con un profilo di sicurezza ben noto che potrebbe contribuire ad impedire le complicazioni severe.

“Questa è un'individuazione critica quel deve essere confermata con un test clinico ripartito con scelta casuale,„ ha detto il cibo Jonathan della guida di studio, il MD, assistente universitario di anestesiologia a UMSOM. “Se la nostra individuazione è confermata, renderebbe ad aspirina il primo ampiamente - farmaco disponibile e non quotato in borsa per diminuire la mortalità in pazienti COVID-19.„

per condurre lo studio, Dott. Chow ed i suoi colleghi selezionati in media attraverso le cartelle sanitarie di 412 pazienti COVID-19, un'età di 55, che erano negli ultimi mesi ospedalizzato dovuto le complicazioni della loro infezione. Sono state trattate al centro medico dell'università del Maryland a Baltimora ed altri tre ospedali lungo la costa Est. Circa un quarto dei pazienti stavano catturando un'aspirina quotidiana della basso dose (solitamente 81 milligrammo) prima che fossero ammessi o subito dopo l'ammissione per gestire la loro malattia cardiovascolare.

I ricercatori hanno trovato che uso dell'aspirina è stata associata con una riduzione di 44 per cento del rischio di essere messo su un ventilatore meccanico, una diminuzione di 43 per cento nel rischio di ammissione di ICU e - per di più - una diminuzione di 47 per cento nel rischio di morte nell'ospedale confrontato a coloro che non stava catturando l'aspirina. I pazienti nel gruppo dell'aspirina non hanno avvertito un importante crescita negli eventi avversi quale spurgo principale mentre ospedalizzati.

I ricercatori gestiti per parecchi fattori che possono svolgere un ruolo nella prognosi di un paziente compreso l'età, il genere, l'indice di massa corporea, la corsa, l'ipertensione ed il diabete. Egualmente hanno rappresentato la malattia di cuore, la malattia renale, l'affezione epatica e l'uso dei betabloccanti gestire la pressione sanguigna.

Le infezioni COVID-19 aumentano il rischio di coaguli di sangue pericolosi che possono formarsi nel cuore, in polmoni, nei vasi sanguigni ed in altri organi. Le complicazioni dai coaguli di sangue possono, in rari casi, causare gli attacchi di cuore, colpi e errore come pure morte multipli dell'organo.

Medici raccomandano spesso un'aspirina quotidiana della basso dose per i pazienti che precedentemente hanno fatti causare un attacco di cuore o un colpo da un coagulo di sangue per impedire i coaguli di sangue futuri. L'uso quotidiano, tuttavia, può aumentare il rischio di spurgo o di malattia principale dell'ulcera peptica.

Crediamo che gli effetti d'assottigliamento di sangue dell'aspirina fornisca i vantaggi per i pazienti COVID-19 impedendo la formazione del microclot. I pazienti diagnosticati con COVID-19 possono volere studiare la possibilità di catturare un'aspirina quotidiana finchè controllano con il loro medico in primo luogo.„

Michael A. Mazzeffi, MD, co-author di studio, professore associato di anestesiologia, UMSOM

Quelli al rischio d'emorraggia aumentato dovuto la malattia renale cronica, per esempio, o perché usano regolarmente determinati farmaci, come gli steroidi o i diluenti di sangue, non possono potere catturare sicuro l'aspirina, lui hanno aggiunto.

I ricercatori dalla scuola di medicina della foresta di risveglio, dalla scuola di medicina dell'università di George Washington, dal sistema di nordest di salubrità della Georgia e dal centro medico militare nazionale di Walter Reed egualmente hanno partecipato a questo studio.

“Questo studio aggiunge al lavoro che tremendo i nostri ricercatori stanno facendo nella scuola di medicina per contribuire per trovare i nuovi trattamenti contro COVID-19 e salvare le vite dei pazienti,„ ha detto E. Albert Reece, il MD, il PhD, MBA, vice presidente esecutivo per gli affari medici, il UM Baltimora ed il John Z. e professore di Akiko K. Bowers Distinguished e decano, scuola di medicina dell'università del Maryland. “Mentre gli studi confermativi sono necessari provare che l'uso dell'aspirina piombo per migliorare i risultati in COVID-19, la prova finora suggerisce che i pazienti possano volere discutere con il loro medico se per loro sia sicuro catturare l'aspirina per gestire potenzialmente impedisca le complicazioni serie.„

Source:
Journal reference:

Chow, J.H., et al. (2020) Aspirin Use is Associated with Decreased Mechanical Ventilation, ICU Admission, and In-Hospital Mortality in Hospitalized Patients with COVID-19. Anesthesia & Analgesia. doi.org/10.1213/ANE.0000000000005292.