Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Materiale ricoprente dell'innesto con l'osso artificiale per attenuare infiammazione

La malattia dell'osso sta trasformandosi in sempre più in prevalenza nella società moderna dovuto i fattori del amongother di invecchiamento della popolazione e l'uso degli innesti dentari ed ortopedici trattare la malattia dell'osso è stato sull'aumento.

La cronologia degli innesti può essere risalita tutto il modo a A.D. 1 quando gli innesti dentari del ferro battuto sono stati utilizzati a Roma antica.

Malgrado la lunga storia, tuttavia, ci sono ancora una serie di emissioni connesse con le procedure dell'innesto quale un innesto sciolto derivando dall'integrazione lenta nel tessuto dell'osso o in un'infiammazione che necessita una procedura chirurgica secondaria.

per attenuare queste emissioni, c'è stato un tentativo di ricoprire il materiale dell'innesto di “osso artificiale„ che ha la stessa composizione dell'osso umano reale.

I metodi convenzionali del rivestimento, tuttavia, richiedono un trattamento della sintesi di fabbricare il materiale artificiale dell'osso e un processo di rivestimento separato, che richiede molto tempo.

Il più, l'associazione fra il substrato ed il livello artificiale del rivestimento dell'osso tende ad essere debole, con conseguente danno o persino discesa ed i forti metodi del rivestimento che potrebbero applicarsi ai pazienti reali in una regolazione clinica erano rari.

In queste circostanze, il gruppo di ricerca del Dott. Hojeong Jeon all'istituto della Corea del centro di scienza e tecnologia (KIST) per i biomateriali ha annunciato che hanno sviluppato un rivestimento artificiale ceramico dell'osso con il triplo la resistenza di aderenza confrontata ai materiali di rivestimento convenzionali.

Il gruppo di ricerca ha sviluppato una tecnologia per indurre il rivestimento artificiale dell'osso, che aveva richiesto almeno un giorno ed aveva richiesto dozzine di punti, in appena un'ora facendo uso di singolo trattamento.

Usando la tecnica, non c'è necessità di sintetizzare la materia prima per il rivestimento artificiale dell'osso in un trattamento separato ed è possibile creare il rivestimento con un laser di nanosecondo senza alcun trattamento costoso di trattamento termico o della strumentazione.

Non solo che, è possibile formare un livello del rivestimento con una più forte potenza dell'associazione che le poche tecniche artificiali del rivestimento dell'osso si è applicato clinicamente oggi.

Inoltre, nel caso del usando questo trattamento, provoca ricoprire robusto non solo sulle superfici di metallo ma anche sulle superfici dei polimeri quali gli innesti di plastica ortopedici, che non è stato possibile con i trattamenti convenzionali.

per diminuire il numero dei punti in questione nel trattamento come pure la durata ed allo stesso tempo assicurare il rivestimento robusto, gruppo del Dott. Jeon ha posizionato il materiale da ricoprire in una soluzione che contengono il calcio e fosforoso, nelle componenti principali dell'osso ed irradiato con il laser.

La temperatura è stata sollevata in un modo localizzato al sito dell'obiettivo del laser, causante una reazione che comprendono il calcio e fosforoso per produrre l'osso artificiale ceramico (hydroxyapatite) e la formazione di livello del rivestimento.

A differenza dei metodi convenzionali del rivestimento, la sintesi della componente artificiale dell'osso è indotta dal laser e, allo stesso tempo, dalla superficie del substrato è heated sopra il punto di fusione affinchè il materiale artificiale dell'osso ottenga adsorbita sulla superficie fusa ed ottenere indurita come è, che massimizza la resistenza obbligatoria.

Il metodo del rivestimento del hydroxyapatite facendo uso del laser di nanosecondo è un modo semplice indurre la bioattività in materiali dell'non bio- attivo quale il titanio e SBIRCIATA che sono comunemente usati come biomateriali. Anticipo che si trasformerà in in un commutatore del gioco in quanto avrà ampie applicazioni ai diversi apparecchi medici in cui l'osteointegrazione è necessaria.„

Dott. Hojeong Jeon, istituto della Corea di scienza e tecnologia

Source:
Journal reference:

Um, S-H., et al. (2020) Robust Hydroxyapatite Coating by Laser‐Induced Hydrothermal Synthesis. Advanced Functional Materials. doi.org/10.1002/adfm.202005233.