Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio esamina gli effetti sulla salute a lungo termine di vaping, e-sigarette sui bambini

L'uso adolescente delle e-sigarette e dei prodotti vaping è alle proporzioni epidemiche, eppure gli effetti sulla salute avversi understudied, con quasi nessun dati sui più giovani pazienti. Il problema è importante poichè i bambini cominciano vaping ad una più giovane e più giovane età.

I preventivi recenti mostrano quel 9,6 per cento dell'ottavo nicotina del vape dei selezionatori o di THC (tetrahydrocannabinol, il principio attivo principale di cannabis), con 19,9 per cento di 10th selezionatori e 25,5 per cento di 12th selezionatori. Vape di molti giovani quotidiano.

L'esposizione secondaria alle sigarette combustibili tradizionali ha effetti secondari affermati, compreso la malattia, la prematurità e di qualità inferiore respiratori di vita. Molto è conosciuto circa l'esposizione secondaria a vaping, sebbene una maggioranza degli studi lo concluda comporti i rischi sanitari.

Un gruppo dei ricercatori, piombo da Robinder Khemani, MD, MSci, direttore associato della ricerca per il dipartimento della medicina critica di cura di anestesiologia all'istituto di ricerca di Saban dell'ospedale pediatrico Los Angeles, è determinato per sviluppare la nuova prova degli effetti sulla salute dei vaping sugli adolescenti.

Il Dott. Khemani recentemente ha stato sovvenzionato $500.000 dal cuore, dal polmone e dall'istituto nazionali di sangue (NHLBI) per studiare gli effetti sulla salute a lungo termine dell'esposizione vaping e secondaria alle sigarette elettroniche sui bambini e sugli anni dell'adolescenza.

La maggior parte dei composti in e-sigarette non sono stati valutati completamente per la sicurezza ed alcune tossine si presentano alle più alte concentrazioni in e-sigarette che le sigarette combustibili.„

Dott. Robinder Khemani, direttore associato di ricerca, dipartimento della medicina critica di cura di anestesiologia, l'istituto di ricerca di Saban, ospedale pediatrico Los Angeles

Il suo gruppo è messo a fuoco sullo studio dello stato che nuovo il centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC) chiama EVALI, per “la e-sigaretta o sul vaping la lesione di polmone uso-associata del prodotto.„ La malattia in primo luogo è stata riconosciuta spesso dal CDC di estate di 2019 quando i casi di improvviso, severi, infezioni a volte interne del polmone hanno cominciato ad emergere, in persone altrimenti in buona salute.

Il dicembre 2019, le 2.409 ospedalizzazioni erano state aperte la sessione gli Stati Uniti per EVALI, con 52 morti. Sedici per cento dei casi hanno fatto partecipare i pazienti sotto l'età di 18. Medici hanno trovato almeno una comunanza fra i pazienti--uso recente delle e-sigarette o dei prodotti vaping.

A studio fondato NHLBI del Dott. Khemani è un'estensione di un test clinico che di fase II è principale--

REDvent (“ventilatore guidato sforzo in tempo reale)--quale sta verificando un nuovo modo gestire i pazienti sui ventilatori. L'approccio computerizzato novello è destinato per conservare la forza muscolare respiratoria e per diminuire il tempo di un paziente su ventilazione meccanica.

Circa 90 per cento dei partecipanti di prova, che variano nell'età a partire da 1 mese a 18 anni, hanno avuti sindrome di emergenza respiratoria acuta pediatrica (PARDS), una malattia rapido di progressione che induce il liquido a colare nei polmoni, rendente la difficile respirare.

Lo studio della e-sigaretta sta concentrandosi sui bambini che vengono al ICU con PARDS, che è avviato tipicamente tramite un'infezione in bambini e sta chiedendo se la lesione di polmone sperimentata dal vaping è simile alla lesione di polmone derivando da altri grilletti di PARDS.

Uno degli aspetti unici dello studio è il suo esame dell'esposizione secondaria agli effetti dei vaping e se questo aumenta la predisposizione di un bambino alla lesione di polmone più severa quando ottengono PARDS da altre cause o se rende il loro ripristino da PARDS più difficile.

Lo studio confronterà i dati clinici fra gli adolescenti con EVALI e quelli con PARDS da altro cause. Il gruppo del Dott. Khemani egualmente vuole scoprire se l'esposizione affatto del genere alle e-sigarette influenzi la severità di malattia ed i risultati clinici quando i bambini sviluppano PARDS.

Dei genitori vape spesso all'interno o negli spazi chiusi quali le automobili, senza pensando stanno esponendo i loro bambini alle tossine potenziali.„

Dott. Robinder Khemani, direttore associato di ricerca, dipartimento della medicina critica di cura di anestesiologia, l'istituto di ricerca di Saban, ospedale pediatrico Los Angeles

Nel totale, pensa seguire circa 350 bambini ed anni dell'adolescenza. “Speriamo di debunk il mito che vaping sia benigno,„ lui diciamo.