Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il nuovo approccio terapeutico porta la speranza per il trattamento della psoriasi

Le innovazioni perturbarici nella psoriasi piombo il modo al congresso di EADV ventinovesimo, EADV virtuale. I nuovi dati hanno pubblicato le Today Show la prima prova clinica di modulazione dell'infiammazione sistematica dalla consegna orale di un microbo commensale a varietà unica non-vivente.

Questa nuova classe terapeutica porta la speranza per un modo completamente nuovo di trattamento del questo stato di interfaccia debilitante.

Lo studio clinico del 1b di fase, dalle scienze biologiche di Evelo, ha valutato EDP1815, un preparato di un a varietà unica non-vivente del histicola di Prevotella del batterio, isolato dall'intestino tenue di un donatore umano, in due gruppi di 12 e 18 pazienti con delicato per moderare la psoriasi per i 28 giorni, con seguito fuori dal trattamento con i 42 giorni.

EDP1815 è una terapia d'investigazione orale-consegnata che sta sviluppanda per il trattamento delle malattie infiammatorie ma mai non è stato usato per una malattia umana prima.

L'intestino tenue svolge un ruolo centrale nel governare i sistemi immuni, metabolici e neurologici dell'organismo.

Quando il microbo orale è amministrato, interagisce con una rete delle connessioni fra l'intestino tenue ed il resto dell'organismo, creanti una risposta immunitaria terapeutica sistematica, senza essere assorbito nell'organismo.

Questo meccanismo fisiologico di controllo non è stato indicato per causare alcuna soppressione immune, ulteriore diminuendo il rischio di effetti collaterali quali le infezioni.

I risultati iniziali hanno indicato che EDP1815 è stato tollerato bene alle dosi quotidiane fino alle celle 8.0x101 amministrate per i fino a 28 giorni, con un profilo della tollerabilità comparabile a placebo, senza gli effetti contrari seri riferiti.

Al giorno 28, la riduzione media di percentuale del punteggio di indice analitico della severità di area (PASI) di psoriasi per entrambi i gruppi EDP1815 era 16%, confrontato a 1% per placebo; con un ulteriore miglioramento a 21% nel gruppo della alto-dose al giorno 42, ma non il gruppo basso della dose (10%) o i gruppi del placebo (3%).

Ciò è indicativa di effetto clinico continuo ed in corso alla dose elevata. La riduzione media dei punteggi della severità della lesione (LSS) ai 28 giorni era rispettivamente 15% e 23% nei gruppi della basso dose ed alti-, confrontati ad un aumento di 1% dal riferimento nel gruppo del placebo. Di nuovo, ulteriore miglioramento clinico, ad un rapporto di riproduzione di 24%, è stato veduto nel gruppo della alto-dose.

Sebbene parecchie opzioni dei trattamenti siano disponibili per i pazienti di psoriasi con la malattia più severa, c'è una grande esigenza di nuovi metodi innovatori per quelle che vivono con la malattia del delicato-moderato.  Ho deciso di lavorare con le scienze biologiche di Evelo dopo avere veduto il potenziale enorme in EDP1815 e nel suo meccanismo orale di atto.„

Dott. Douglas Maslin, dermatologo e farmacologo, l'ospedale di Addenbrooke, università di Cambridge

Il Maslin sta lavorando al trasferimento con le scienze biologiche di Evelo.

È un'innovazione reale, particolarmente poichè abbiamo veduto dalle prove di fase e precliniche I che è stata tollerata bene senza la differenza globale da placebo e senza gli effetti secondari severi riferiti.

Estremamente siamo incoraggiati a vedere che questi dati supportano ulteriore sviluppo clinico di EDP1815 nella psoriasi. Siamo già nei test clinici di fase II attraverso il Regno Unito, la Polonia e gli Stati Uniti. Ciò è una vittoria potenzialmente massiccia per la maggior parte dei pazienti di psoriasi, poichè ha il potenziale di migliorare le opzioni del trattamento e forse di cambiare il livello di cura corrente.„

Nuove linee guida e trattamenti di promessa nella psoriasi a EADV virtuale

EADV di quest'anno virtuale, che lancia il giorno di psoriasi del mondo, montrerà alcune delle innovazioni e delle tendenze relative di avanguardia agli aggiornamenti di tasto e di psoriasi nel campo.

Oggi, questo comprende una presentazione dal professor il Dott. Rolland Gyulai dall'Ungheria, che dividerà le nuove 2020 linee guida degli Stati Uniti ed europee e discuterà gli ultimi test clinici e da dove c'è ancora un posto per i trattamenti sistemici classici.

Inoltre, il professore associato Eniko Sonkoly dal dipartimento di medicina Solna, l'ospedale universitario Solna di Karolinska dell'istituto di Karolinska in Svezia, presenterà un esame della conduttura attuale ed imminente di piccole molecole che mostrano il grande potenziale nella gestione e nel trattamento della circostanza. Il professor Sonkoly spiega:

“Sebbene ci sia molto efficace biologics, non sono adatti a tutti i pazienti con la psoriasi. C'è un'esigenza di nuovi trattamenti orali ed attuali con i profili di sicurezza favorevoli che possono avvantaggiare i pazienti delicati, moderati e severi, migliorante la loro qualità di vita.

Le piccole molecole presentano il vantaggio di essere adatte sia a consegna orale che attuale ed hanno il potenziale di migliorare le opzioni disponibili del trattamento.„