Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo studio suggerisce un ruolo per l'ipotalamo nella predisposizione genetica ad IBD

Facendo uso della mappatura genomica specializzata 3D e dell'integrazione con i dati pubblici derivando dagli studi genoma di ampiezza di associazione (GWAS), i ricercatori all'ospedale pediatrico di Filadelfia (CHOP) hanno trovato le correlazioni genetiche significative fra la malattia di viscere infiammatoria (IBD) e sollecitano e la depressione. I ricercatori hanno continuato ad implicare i nuovi geni coinvolgere nel rischio di IBD che sono arricchiti in entrambi i neuroni ipotalamici derivati, da una parte del cervello che ha un ruolo vitale nello sforzo e nella depressione gestenti e i organoids derivati dalle celle del colon, una regione studiata più comunemente nel contesto di IBD.

I risultati sono stati pubblicati nella gastroenterologia ed in epatologia cellulari e molecolari.

I nostri risultati implicano un ruolo per l'ipotalamo nella predisposizione genetica ad IBD. I dati epidemiologici precedentemente hanno indicato la sovrapposizione fra IBD e sforzo e la depressione ed ora abbiamo generato i dati di genomica per supportare quell'associazione. I nostri risultati indicano che le cedole dell'ipotalamo avanzano lo studio nel contesto della patogenesi di IBD.„

Struan Grant, PhD, autore senior, Direttore del centro per genomica spaziale e funzionale al TAGLIO e la presidenza di Daniel B. Burke la Endowed per ricerca del diabete

IBD, che comprende sia il morbo di Crohn (CD) che la colite ulcerosa (UC), è principalmente uno stato immune-mediato caratterizzato da infiammazione dysregulated del tratto gastrointestinale. Il corso di malattia varia cronicamente da attivo ai chiarori intermittenti o rari. I fattori genetici ed ambientali multipli sono conosciuti per contribuire alla patogenesi di IBD, compreso più di 230 luoghi per la malattia che sono stati riferiti con le analisi di GWAS. Molti dei geni che risiedono a questi luoghi sono stati implicati nelle vie relative al sistema immunitario e al microbiome.

Tuttavia, egualmente sta aumentando la prova per un'associazione clinica di IBD con lo sforzo e la depressione. Dato il ruolo dell'ipotalamo nelle risposte di sforzo e nella patogenesi della depressione, i ricercatori hanno deciso di esplorare il ruolo genetico dell'ipotalamo in IBD.

Per cominciare, i ricercatori hanno eseguito le analisi di correlazione genetiche fra IBD e la depressione per valutare il grado di comunanza genetica fra le due circostanze, usando pubblicamente - i dati disponibili. Il gruppo di ricerca ha usato la depressione come proxy per lo sforzo perché c'è un numero limitato degli sforzi di GWAS concentrati su una definizione coerente dello sforzo, mentre al contrario, la genetica della depressione è stata relativamente ben esaminata, con conseguente grande, organismo di lavoro relativamente costante.

Analizzando undici malattie autoimmuni per le correlazioni con la depressione, i ricercatori hanno trovato che IBD era il più statisticamente significativamente il tratto correlato positivamente con la depressione, sebbene l'asma e la sclerosi a placche fossero notate come altamente essendo correlando pure.

Il gruppo di ricerca poi ha eseguito ulteriori analisi per convalidare la correlazione fra IBD e la depressione. In primo luogo, hanno misurato l'arricchimento delle varianti genetiche IBD-associate nei reticoli genomica 3D all'interno dei neuroni del tipo di ipotalamica (HNs) e dei colonoids dalle biopsie rettali ed hanno trovato un aumento quadruplo altamente significativo nel HNs e un aumento di 7 volte nella regolazione meglio conosciuta del colonoid. I ricercatori poi hanno usato “un variante--gene specializzato che mappa„ l'approccio inventato al TAGLIO per determinare quali geni sono implicati nella patogenesi di IBD a questi segnali arricchiti. Poi, valutando quelli i geni implicati, i ricercatori hanno cercato le vie potenzialmente influenzate dalle varianti genetiche IBD-associate.

Attraverso questo variante--gene che mappa lo sforzo, i ricercatori hanno implicato 25 geni nel HNs per il rischio di conferimento per IBD. Undici di quei geni hanno conosciuto le funzioni nel cervello, in particolare CREM, CNTF e RHOA, che sono geni che codificano i regolatori chiave dello sforzo. Sette di quei geni egualmente sono stati implicati nei colonoids. In termini di vie, i ricercatori hanno osservato un arricchimento globale per le vie ormonali di segnalazione, oltre all'arricchimento previsto nelle vie del microbiome ed immuni di segnalazione.

“Proponiamo che alcune varianti IBD-associate alterino l'asse ipotalamo-pituitario-adrenale e sollecitino le risposte, in grado di a loro volta svolgere un ruolo in pazienti di predisposizione a questa malattia e ad esacerbare la sua presentazione,„ Grant abbiamo detto. “Gli studi futuri sono autorizzati per raffinare la nostra comprensione del ruolo dell'ipotalamo nell'inizio di IBD.„

Source:
Journal reference:

Lasconi, C., et al. (2020) Variant-to-gene-mapping analyses reveal a role for the hypothalamus in genetic susceptibility to inflammatory bowel disease. Cellular and Molecular Gastroenterology and Hepatology. doi.org/10.1016/j.jcmgh.2020.10.004.