Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I bambini con gli autoanticorpo multipli dell'isolotto sono più probabili diventare il diabete di tipo 1

Bambini con gli autoanticorpo multipli dell'isolotto - indicatori biologici di autoimmunità -- sia più probabile diventare il diabete sintomatico di tipo 1 (T1D) che coloro che rimane positivo per i singoli autoanticorpo.

Ora, i nuovi risultati dai fattori determinanti ambientali del diabete nel giovane studio (dell'ORSACCHIOTTO) negli Stati Uniti ed Europa indicano che informazione dettagliata circa l'ordine, la sincronizzazione ed il tipo di autoanticorpo che compaiono dopo che i primi autoanticorpo possono migliorare significativamente la previsione di cui i bambini sono più probabili da diventare più rapido il diabete di tipo 1.

L'analisi dell'ORSACCHIOTTO è stata pubblicata nell'emissione del settembre 2020 di cura del diabete.

Una migliore comprensione della diffusione distinta degli autoanticorpo è importante perché permetterà che noi identifichiamo i bambini a rischio più presto nel trattamento di malattia. Quello significa passa il tempo i bambini è ancora asintomatico, possiamo cominciare esaminare gli interventi e le strategie che possono diminuire, ritardare o fermare la progressione del diabete di tipo 1.„

Kendra Vehik, PhD, autore principale di studio ed il professor di epidemiologia, istituto universitario di Morsani dell'istituto di informatica della salubrità della medicina, università di salubrità del sud di Florida (salubrità di USF)

Mentre gli anticorpi sono molecole prodotte dal sistema immunitario dell'organismo per individuare e distruggere i virus specifici, i batteri ed altre sostanze nocive, gli autoanticorpo sono anticorpi che mirano al proprio tessuto sano di una persona. Nel caso di T1D, una risposta autoimmune indicata una direzione sbagliata attacca il pancreas e gradualmente distrugge celle producenti insulina dell'organo le beta.

Senza l'insulina dell'ormone, l'organismo non può regolamentare le sue glicemie, che possono causare le complicazioni mediche serie e a lungo termine quale danno della malattia cardiovascolare, del nervo e del rene e la perdita della visione. I bambini (ed adulti) con T1D devono riflettere la loro ingestione dietetica ed esercitare e catturare le iniezioni dell'insulina, o utilizzi una pompa dell'insulina, per contribuire giornalmente a gestire le loro glicemie.

“Fisicamente e psicologicamente, è una malattia molto pesante che deve essere gestita ogni giorno sopra una vita,„ il Dott. Vehik ha detto.

Per questa analisi dell'ORSACCHIOTTO, i bambini ammissibili con il rischio genetico aumentato per T1D sono stati seguiti ogni tre mesi, dall'età di 3 mesi fino a 15 anni, dato che lo sviluppo degli autoanticorpo primo apparenti ha diretto contro le celle producenti insulina pancreatiche: anticorpo della decarbossilasi dell'acido glutammico (GADA), autoanticorpo dell'insulina (IAA), o insulinoma-associated-protein-2 autoanticorpo (IA2-2A).

I ricercatori egualmente hanno cercato l'aspetto successivo dei secondi autoanticorpo e di una progressione ulteriore a T1D. Gli autoanticorpo del trasportatore 8 dello zinco (ZnT8A) sono stati misurati soltanto in bambini che hanno sviluppato uno IAA, un GADA, o uno IA-2A. Questi quattro autoanticorpo differenti sono finora gli indicatori biologici più affidabili di T1D iniziale prima che i sintomi diventino evidenti.

Dei 608 partecipanti di studio - tutti positivo difficile per uno IAA primo apparente o GADA -- più della metà (336) sviluppata i secondi autoanticorpo.

Ancora, 53% di questi 336 bambini con un secondo anticorpo ha diventato T1D in circa 3,5 anni. Soltanto circa 10% dei 272 bambini che verificano il positivo a singoli autoanticorpo alla conclusione di seguito per questo studio (31 dicembre 2019) transitioned a T1D.

Fra i risultati chiave di studio:

  • Tutti i partecipanti di studio hanno avuti genotipi ad alto rischio per T1D. Tuttavia, quelli bambini di aumentare-rischio che egualmente hanno avuti un genitore o un fratello germano con T1D erano più probabili sviluppare gli autoanticorpo secondo apparenti che quelli senza una storia della famiglia.
  • Più giovane il bambino quando verificasse positivo a primi autoanticorpo, il maggior il loro rischio per sviluppare i secondi autoanticorpo. Per contro, il rischio per T1D è diminuito se i primi autoanticorpo comparissero quando il bambino era più vecchio.
  • I bambini che verificano il positivo a secondi autoanticorpo, indipendentemente dal tipo, hanno fatti almeno confrontare un rischio aumentato quintuplo di diventare T1D, ai bambini che hanno restato singolo autoanticorpo-positivo. IA-2A, come secondi autoanticorpo, ha conferito l'elevato rischio, rispetto a GADA, a IAA, o a ZnT8A.
  • Il rischio di progressione a T1D è stato influenzato da quanto i secondi autoanticorpo sono comparso rapidamente. L'emergenza dei secondi autoanticorpo entro un anno di in primo luogo raddoppiato il rischio di progressione a T1D. La probabilità dei bambini di sviluppare T1D in diminuzione come i mesi fra i primi e gli autoanticorpo secondo apparenti aumentati.

Migliore stratificare il rischio di progressione dall'inizio dell'autoimmunità alla malattia sintomatica potrebbe contribuire a diagnosticare più presto T1D ed offre l'opportunità di impedire la chetoacidosi diabetica (DKA) e le sue complicazioni serie istruendo i genitori per guardare per i segni in anticipo, il Dott. Vehik hanno detto.

“Per esempio, se un clinico sa che un positivo difficile del bambino piccolo per IA-2A come loro autoanticorpo secondo apparenti sarà più rapido ad un elevato rischio a progresso al diabete di tipo 1, possono diminuire il rischio dell'inizio sintomatico della malattia. I clinici possono anche istruire i genitori circa i sintomi in anticipo, quale perdita di peso, sete estrema, minzione più frequente, o altri sintomi di DKA,„ ha detto.

“Se quello accade, i genitori sapranno che dovrebbero ottenere appena possibile il loro bambino ad un medico o ad un ospedale.„

Il delineamento specifico di rischio dell'anticorpo può anche contribuire ad identificare quei bambini a rischio molto probabilmente per trarre giovamento da assunzione per le prove di prevenzione di T1D, il Dott. Vehik ha aggiunto.

Pianificazioni seguenti di Dott. Vehik da costruire sopra un ORSACCHIOTTO precedente che studylinking comportamento virale con il diabete di T1D per provare se le infezioni virali prolungate possono in condizioni ambientali avviare la transizione da primo agli autoanticorpo secondo apparenti dell'isolotto in bambini geneticamente suscettibili del diabete.

Source:
Journal reference:

Vehik, K., et al. (2020) Hierarchical Order of Distinct Autoantibody Spreading and Progression to Type 1 Diabetes in the TEDDY Study. Diabetes Care. doi.org/10.2337/dc19-2547.