Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I pavimenti dell'ospedale creano l'itinerario del trasferimento degli organismi potenzialmente pericolosi nei pazienti

I pavimenti delle stanze di ospedale sono contaminati rapidamente e frequentemente con i batteri resistenti agli antibiotici nelle ore dell'ammissione paziente, creanti un itinerario del trasferimento degli organismi potenzialmente pericolosi nei pazienti, secondo uno studio pubblicato oggi come componente degli atti a partire da 2020 decennale: La sesta conferenza internazionale sulle infezioni Sanità-Associate.

2020 decennale, un'iniziativa del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie e la società per l'epidemiologia di sanità dell'America, erano a marzo annullato dovuto la pandemia. Tutto sottrae accettato per la riunione è stato pubblicato come emissione di supplemento in controllo di infezione del giornale & epidemiologia dell'ospedale.

Se i batteri restassero sui pavimenti questo non importerebbe, ma stiamo vedendo la chiara prova che questi organismi sono trasferiti ai pazienti, malgrado i nostri sforzi correnti di controllo, “l'igiene della mano è critici, ma dobbiamo sviluppare gli approcci pratici per diminuire le sorgenti poco apprezzate degli agenti patogeni per proteggere i pazienti.„

Curtis Donskey, MD, studia l'autore e l'epidemiologo senior dell'ospedale, centro medico di Cleveland VA

I ricercatori con il sistema sanitario di nordest dell'Ohio VA hanno tenuto la carreggiata molto attentamente la contaminazione nelle stanze di ospedale di 17 pazienti recentemente ammessi identificare la sincronizzazione e l'itinerario del trasferimento dei batteri all'interno delle stanze dei pazienti. Prima delle prove, le stanze completamente sono state pulite e sterilizzato e tutti i pazienti hanno schermato la quantità negativa per lo staphylococcus aureus meticillina-resistente (MRSA) ed altro batteri sanità-associati.

I ricercatori poi hanno osservato le interazioni dei pazienti con il personale di sanità e strumentazione del portatile, raccoglienti le culture un--tr'ai periodi al giorno dai pazienti, i loro calzini, letti ed altre superfici di alto-tocco come pure sezioni di tasto del pavimento.

Quasi la metà delle stanze ha verificato il positivo a MRSA nelle prime 24 ore e MRSA, il C. difficile e gli agenti patogeni vancomicina-resistenti (VRE) degli enterococchi sono stati identificati in 58% delle stanze pazienti entro quattro giorni dell'ammissione. La contaminazione ha cominciato spesso sui pavimenti, ma infine si è mossa verso i calzini dei pazienti, il letto di fusione e le superfici vicine.

“Mentre stiamo indicando che questi errori di sondaggio spaventosi possono trasformare il loro modo la stanza di un paziente ed avvicinarsi, non ognuno che incontri un agente patogeno otterrà un'infezione,„ ha detto Sara Redmond, autore principale e uno studente di medicina alla scuola di medicina di Case Western Reserve University. “Con quello in mente, c'è modi semplici indirizzare queste aree dell'esposizione senza dare troppa importanza sul rischio?„

In uno studio relativo pubblicato ad agosto in controllo di infezione & epidemiologia dell'ospedale, gli autori hanno riferito i simili risultati di frequente rilevazione di acido nucleico SARS-CoV-2 sui pavimenti e sulle scarpe del personale su un reparto COVID-19.

Gli autori notano che ulteriore ricerca è necessaria chiarire il ruolo di contaminazione del pavimento nella trasmissione sia degli agenti patogeni batterici che virali ed identificare gli approcci pratici a contaminazione di indirizzo. Sul reparto COVID-19, la contaminazione è stata diminuita con le modifiche semplici dei protocolli di pulizia e della disinfezione del pavimento.

I ricercatori hanno notato parecchie limitazioni dello studio, compreso la piccole dimensione e variabili del campione nelle caratteristiche fra i pazienti ed il personale di sanità che possono urtare quanto generalizzabile i risultati di studio sono ad altri ospedali.

Il decennale è tenuto una volta che ogni 10 anni ed esamina gli avanzamenti della decade precedente e delle opportunità e tende per i campi dell'epidemiologia di sanità, delle malattie infettive, della prevenzione di infezione e dell'amministrazione antibiotica per il futuro. 2020 decennale, pianificazione per il 26-30 marzo 2020, doveva essere organizzato in collaborazione dalla società per l'epidemiologia di sanità dell'America (KARITÈ) e del centri per il controllo e la prevenzione delle malattie (CDC).