Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La dose di richiamo migliora l'immunizzazione del vaccino di ChAdOx1 SARS-CoV-2 in mouse invecchiati

La malattia di coronavirus (COVID-19) continua a spargersi attraverso il globo, con molti paesi che riferiscono una seconda onda dello scoppio. Causato dal coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo, la malattia pregiudica drammaticamente gli anziani e quelli con le condizioni mediche di fondo. Un vaccino da proteggere dal virus ora è necessario più che mai.

Uno dei precursori nello sviluppare un vaccino COVID-19 è l'università di Oxford, in società con AstraZeneca. Insieme, hanno sviluppato il vaccino di ChAdOx1 nCoV-19.

Ora, un nuovo studio ha pubblicato sul bioRxiv* del " server " della pubblicazione preliminare indica che un d'una sola dose del vaccino ha indotto l'immunità cellulare ed umorale in mouse invecchiati o più vecchi. Un secondo dosaggio era necessario migliorare la risposta immunitaria del vaccino, indicante che una strategia di principale-spinta può essere un punto essenziale per amplificare l'immunizzazione negli anziani.

Il vaccino

L'università di istituto di Oxford Jenner, con AstraZeneca, ha sviluppato il vaccino di ChAdOx1 nCoV-19. Usa un adenovirus dello scimpanzè di replica-carenza per fornire una proteina SARS-CoV-2 per indurre una risposta immunitaria protettiva.

ChAdOx1 è stato utilizzato nell'esperienza per sviluppare i vaccini d'investigazione contro molti agenti patogeni, compreso il coronavirus respiratorio di sindrome di Medio Oriente (MERS-CoV), un parente prossimo del SARS-CoV-2.

Il gruppo dall'istituto di Babraham, dall'istituto di Jenner e dall'istituto di Pirbright ha usato questa tecnologia per sviluppare il vaccino contro SARS-CoV-2 non appena i primi casi di COVID-19 sono emerso.

I vaccini sono cruciali nella battaglia contro COVID-19. Sebbene i vaccini del candidato abbiano luogo ora nell'ultima fase di prove umane, è essenziale per sapere che i cambiamenti relativi all'età nel sistema immunitario possono ostacolare la produzione di una risposta immunitaria dopo la vaccinazione. Mentre gli anziani sono ad un ad alto rischio dell'infezione con SARS-CoV-2, un considerevole sforzo è stato fatto per sviluppare i vaccini per essere più efficace in coloro che ha più di 65 anni.

“Le modifiche ai vaccini comprendono l'aumento la dose dell'antigene e dell'uso degli adiuvanti, che possono supportare il potenziamento delle risposte immunitarie in gente più anziana confrontata alle formulazioni standard dei vaccini,„ il gruppo spiegato.

“Questo le indica che il successo di un vaccino SARS-CoV-2 può richiedere le alterazioni al regime di dosaggio, compreso un aumento nella dose o il numero delle dosi per indurre una risposta immunitaria sufficiente in gente più anziana,„ ha aggiunto.

Immagini germinali del centro nove giorni dopo immunizzazione di ChAdOx1 nCoV-19 in adulto e mouse invecchiati. Le immagini confocali della milza di ChAdOx1 nCoV-19 hanno immunizzato di 3 mesi (a) e di 22 mesi (b) mouse. 10 sezioni della milza del μm sono state macchiate con anti--IgD (verde), gli anticorpi (bianchi) anti-CD3 (rosa), anti-Ki67 (blu) e anti-CD35. Ogni immagine proviene da un mouse differente. Le barre del disgaggio indicano 50μm.
Immagini concentrare germinali nove giorni dopo immunizzazione di ChAdOx1 nCoV-19 in adulto e mouse invecchiati. Le immagini confocali della milza di ChAdOx1 nCoV-19 hanno immunizzato di 3 mesi (a) e di 22 mesi (b) mouse. 10 sezioni della milza del μm sono state macchiate con anti--IgD (verde), gli anticorpi (bianchi) anti-CD3 (rosa), anti-Ki67 (blu) e anti-CD35. Ogni immagine proviene da un mouse differente. Le barre del disgaggio indicano 50μm.

Lo studio

L'efficacia di un vaccino in adulti più anziani può essere risoluta con le prove. Oltre alle prove, gli studi in animali invecchiati possono essere usati per verificare le strategie alternative a vaccinazione. Lo studio corrente aiuterà nello sviluppare un efficace vaccino per gli adulti più anziani.

I ricercatori hanno dimostrato che un d'una sola dose del vaccino aveva indotto una B e una risposta a cellula T in mouse di tre mesi. C'era un aumento nell'immunità umorale, che si è combinata con la formazione di anticorpi vaccino-specifici di polyfunctional.

In mouse che sono più vecchi a circa 22 mesi, un d'una sola dose del vaccino piombo alla formazione di celle Th1 e di altri anticorpi. Il gruppo ha notato che la risposta cellulare ed umorale è diminuito nei mouse di 22 mesi confrontati ai mouse adulti di 3 mesi.

L'iniezione con una seconda dose del vaccino ha migliorato la risposta ed il titolo concentrare germinali dell'anticorpo in più vecchi mouse. In generale, lo studio indica che l'efficacia di ChAdOx1 NCoV-19 può essere migliorata.

“Insieme, questo indica che l'immunizzazione di ChAdOx1 nCoV-19 può essere migliorata in persone più anziane con l'uso di una strategia della vaccinazione di principale-spinta,„ il gruppo ha detto.

Risultati

La pandemia corrente ha urtato significativamente le economie e le società. Poiché la gente più anziana è suscettibile fare i risultati severi di salubrità causare da COVID-19, una strategia della vaccinazione per proteggere questo gruppo d'età è essenziale.

I ricercatori hanno trovato che il vaccino di ChAdOx1 nCoV-19 ha indotto una risposta immunitaria nei più vecchi modelli dei mouse, ma ha una grandezza diminuita confrontata a quella veduta in più giovani mouse, coerenti con altri studi di immunizzazione.

Lo studio egualmente ha indicato che un secondo dosaggio o un ripetitore alla stessa dose potrebbe migliorare la risposta a cellula T del linfocita B, di cellula T dell'assistente e di C8+ in più vecchi mouse.

“Riferiamo che una seconda dose migliora la risposta immunitaria a questo vaccino in mouse invecchiati, indicanti che una strategia di principale-spinta può essere un approccio razionale per migliorare l'immunizzazione in persone più anziane,„ i ricercatori ha scritto nel documento.

Quindi, è vitale considerare il dosaggio del vaccino nelle prove umane, specificamente adeguantele l'età del paziente. Questo modo, molta gente da tutti i settori riceve la protezione contro la malattia di coronavirus, che ora ha infettato oltre 44 milione di persone ed ha reclamato le vite di almeno 1,18 milione di persone.

Avviso *Important

il bioRxiv pubblica i rapporti scientifici preliminari che pari-non sono esaminati e, pertanto, non dovrebbero essere considerati conclusivi, guida la pratica clinica/comportamento correlato con la salute, o trattato come informazioni stabilite.

Source:
Journal reference:
Angela Betsaida B. Laguipo

Written by

Angela Betsaida B. Laguipo

Angela is a nurse by profession and a writer by heart. She graduated with honors (Cum Laude) for her Bachelor of Nursing degree at the University of Baguio, Philippines. She is currently completing her Master's Degree where she specialized in Maternal and Child Nursing and worked as a clinical instructor and educator in the School of Nursing at the University of Baguio.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Laguipo, Angela. (2020, October 30). La dose di richiamo migliora l'immunizzazione del vaccino di ChAdOx1 SARS-CoV-2 in mouse invecchiati. News-Medical. Retrieved on June 23, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201030/Booster-dose-enhances-immunogenicity-of-ChAdOx1-SARS-CoV-2-vaccine-in-aged-mice.aspx.

  • MLA

    Laguipo, Angela. "La dose di richiamo migliora l'immunizzazione del vaccino di ChAdOx1 SARS-CoV-2 in mouse invecchiati". News-Medical. 23 June 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201030/Booster-dose-enhances-immunogenicity-of-ChAdOx1-SARS-CoV-2-vaccine-in-aged-mice.aspx>.

  • Chicago

    Laguipo, Angela. "La dose di richiamo migliora l'immunizzazione del vaccino di ChAdOx1 SARS-CoV-2 in mouse invecchiati". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201030/Booster-dose-enhances-immunogenicity-of-ChAdOx1-SARS-CoV-2-vaccine-in-aged-mice.aspx. (accessed June 23, 2021).

  • Harvard

    Laguipo, Angela. 2020. La dose di richiamo migliora l'immunizzazione del vaccino di ChAdOx1 SARS-CoV-2 in mouse invecchiati. News-Medical, viewed 23 June 2021, https://www.news-medical.net/news/20201030/Booster-dose-enhances-immunogenicity-of-ChAdOx1-SARS-CoV-2-vaccine-in-aged-mice.aspx.