Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

il conflitto Insegnante-percepito predice più a basso interesse nella lettura, per la matematica fra i kindergarteners

il conflitto Insegnante-percepito predice più a basso interesse e le abilità pre-accademiche nel per la matematica e nel saper leggere e scrivere fra i kindergarteners, un nuovo studio dalla Finlandia mostra.

L'asilo rappresenta un contesto cruciale in cui i bambini sviluppano le abilità ed i reticoli banci banco dell'impegno che costituiscono la base per lo sviluppo delle competenze successive importanti per successo accademico. Il risultato di asilo è stato trovato per essere altamente premonitore delle abilità accademiche successive.

Dato gli effetti duraturi che l'asilo avverte abbia più successivamente sull'istruzione, è importante da capire i fattori connessi con l'apprendimento e la motivazione dei bambini durante questo tempo. La qualità di interazione dello insegnante-studente è stata trovata per essere importante in termini di molti risultati accademici e socio-emozionali differenti. Tuttavia, gran parte del lavoro precedente nel campo ha messo a fuoco sui bambini nei gradi successivi in scuola elementare ed è stato condotto negli Stati Uniti. Meno studi sono stati intrapresi in altri contesti educativi e nell'asilo specificamente.

I ricercatori dall'università di Jyväskylä, dall'università di Finlandia orientale e dalla New York University di Abu Dhabi hanno studiato i collegamenti bidirezionali fra la qualità delle relazioni del insegnante-bambino e dell'interesse dei bambini e le abilità pre-accademiche nel saper leggere e scrivere ed il per la matematica in Finlandia. I partecipanti erano 461 kindergarteners finlandese (bambini di 6 anni) ed i loro insegnanti (48). Lo studio fa parte dello studio di sforzo dell'insegnante, piombo dal professor Marja-Kristiina Lerkkanen ed il professore associato Eija Pakarinen all'università di Jyväskylä.

I risultati hanno indicato che il conflitto insegnante-percepito ha predetto le abilità più a basso interesse e pre-accademiche sia nel saper leggere e scrivere che nel per la matematica. È possibile che quando il conflitto di esperienza dei bambini con gli insegnanti, le emozioni negative fissate a questi conflitti è nocivo per l'impegno dei bambini nell'apprendimento e diminuisce il loro interesse nelle mansioni accademiche. È egualmente possibile che i bambini che avvertono i conflitti stiano perdendo il tempo sull'apprendimento il saper leggere e scrivere e del per la matematica, l'uno o l'altro perché sono disinnestati dalle attività d'istruzione o perché gli insegnanti devono passare il tempo più d'istruzione sulla gestione comportamentistica.

I risultati evidenziano l'importanza delle mæstre d'asilo che sono informate di come le loro relazioni con i bambini inscatolano a scuola successiva dei bambini di uence del fl. Sarebbe importante sviluppare il pre-servizio e programmi ed interventi in servizio per assistere le relazioni complementari degli insegnanti e basse in costruzione di conflitto con i bambini. I programmi educativi dell'insegnante possono anche trarre giovamento dall'istruzione degli insegnanti non solo circa il contenuto accademico e le pratiche pedagogiche ma anche nelle strategie che sviluppano le relazioni complementari con i bambini.

Confrontato alla guardia, l'asilo presenta i bambini ad un ambiente di apprendimento strutturato. L'aumento dei bambini di esperienze di questo ambiente può avere conseguenze a lungo termine sullo sviluppo della loro motivazione e competenze accademiche. Di conseguenza, è essenziale che i nostri insegnanti siano informati della potenza che la loro interazione con i bambini può avere e che sono supportati nell'individuazione dei modi ottimali interagire con ogni bambino, mentre prendendo le diversi resistenze e bisogni in considerazione.„

Jaana Viljaranta, il professor, università di Finlandia orientale