Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il metodo iscan di manifestazioni di studio ha potuto essere efficace per la prova rapida COVID-19

Un kit semplice della prova COVID-19 combina l'amplificazione del virus con un sistema di CRISPR-CAS per efficace rilevazione SARS-CoV-2. Il kit, chiamato iSCAN, usa i reagenti che possono essere localmente fabbricati.

La nostra intera procedura del iSCAN può essere completata in di meno che un'ora e può essere adottata facilmente come sistema di rilevamento di punto-de-cura agli aeroporti ed ai confini.„

Ahmed Mahas, studente di PhD, re Abdullah University di scienza & di tecnologia

Il sistema monetario aureo corrente in prova SARS-CoV-2 è la prova di PCR, in cui le mani di fondo del DNA riconoscono le sequenze specifiche del RNA nel genoma virale che poi sono copiate facendo uso di un enzima specifico.

Questo trattamento “di amplificazione„ lo rende più facile individuare originalmente le piccole quantità di RNA virale presenti nei tamponi rinofaringei catturati dai pazienti.

Questa prova può individuare attendibilmente se una persona realmente ha il virus senza fornire troppi falso positivo o risultati negativi. Ma ha bisogno del personale altamente qualificato di effettuare la prova, che è effettuata ai punti multipli in laboratori centrali con materiale di avanguardia.

il iSCAN, sviluppato da un gruppo piombo dal bioengineer Magdy Mahfouz di KAUST sormonta molti degli svantaggi della prova di PCR mentre fornisce i risultati relativamente in maniera fidata.

Significativamente, i reagenti della prova erano fabbricati a KAUST. Ciò include gli enzimi stati necessari per l'amplificazione e un altro enzima che specificamente individua le sequenze virali all'interno del materiale copiato. La disponibilità dei reagenti e delle attrezzature è stata un ostacolo enorme dall'inizio della pandemia COVID-19.

Per usare il iSCAN, i contenuti dal campione di un paziente, raccolto con un tampone rinofaringeo, sono collocati in una piccola provetta che contiene le mani di fondo e gli enzimi del DNA che possono ampliare il materiale genetico SARS-CoV-2. I contenuti sono incubati ad una temperatura centigrado di 62 gradi per mezz'ora. Questo trattamento si riferisce a come RT-LAMP.

Una volta che abbastanza RNA virale è ampliato, una gocciolina che contiene l'enzima Cas12 si aggiunge alla miscela ed ha andato per altri 15 minuti. Questo enzima riconosce soltanto il RNA virale che appartiene a SARS-CoV-2, sormontante un'emissione con RT-LAMP, dove l'amplificazione e la contaminazione trasversale false possono essere un problema.

Per concludere, uno di due metodi può essere usato per prevedere il risultato. Uno comprende la luce ultravioletta brillante sul campione, con un rivelatore che analizza l'indicatore luminoso che esce da riferire la quantità di RNA virale.

L'altro approccio comprende inserire i nastri specialmente progettati nei tubi, simili a quelli utilizzati nei test di gravidanza. Entrambi gli approcci funzionano bene, sebbene il metodo della luce ultravioletta abbia fornito i risultati più accurati.

Gli scienziati hanno provato il loro kit su RNA virale sintetizzato e sui campioni pazienti reali. “Siamo ora miglioranti e semplificando il nostro sistema per gli utenti per commercializzare il nostro kit di rilevazione del iSCAN,„ dice il ricercatore di KAUST Zahir Ali.

Source:
Journal reference:

Ali, Z., et al. (2020) iSCAN: An RT-LAMP-coupled CRISPR-Cas12 module for rapid, sensitive detection of SARS-CoV-2. Virus Research. doi.org/10.1016/j.virusres.2020.198129.