Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Romanzo, metodo di trattamento altamente specifico per l'ipoglicemia hyperinsulinemic

Un nuovo metodo per trattare l'ipoglicemia hyperinsulinemic ha provato altamente selettivo nelle lesioni di ottimizzazione ed efficace nel rallentamento della crescita del tumore, secondo la ricerca pubblicata nell'edizione di novembre del giornale di medicina nucleare. L'approccio novello utilizza la terapia fotodinamica ricevitore-mirata a con exendin-4-IRDye700DX per indurre la fototossicità in celle producenti insulina che causano l'ipoglicemia hyperinsulinemic.

La produzione dell'insulina dalle beta celle pancreatiche è solitamente un trattamento ben regolamentato; tuttavia, la sovrapproduzione incontrollata di insulina può sorgere. In adulti, questa sovrapproduzione è causata il più spesso dalle lesioni producenti insulina conosciute come i insulinomas. In bambini neonati, la maggior parte della causa comune della sovrapproduzione dell'insulina è hyperinsulinism congenito. Quando questa eccessiva produzione dell'insulina causa i livelli pericolosamente bassi di glucosio di sangue, l'ipoglicemia hyperinsulinemic accade. L'ipoglicemia hyperinsulinemic prolungata può piombo agli attacchi, alla perdita di coscienza, alla lesione cerebrale permanente o alla morte cerebrale.

Il trattamento dell'ipoglicemia hyperinsulinemic è provocatorio. Il trattamento corrente consiste dell'intervento di alta chirurgia, che viene con i rischi importanti di morbosità e del farmaco per trattare gli episodi ipoglicemici, che non è sempre efficace e non causa gli effetti secondari. A causa di queste sfide, un romanzo, come minimo un'opzione dilagante del trattamento per l'ipoglicemia hyperinsulinemic in adulti ed i bambini è autorizzato.„

Capo di Marti, MSc, ricercatore postdottorale nel dipartimento di imaging biomedico al centro medico di Radboud a Nimega, Paesi Bassi

Per affrontare questa emissione, i modelli dell'animale e delle cellule sono stati sviluppati per sopportare il ricevitore del tipo di glucagone del peptide 1 (GLP-1R), che è espresso sulle beta celle pancreatiche ed in alti livelli sui insulinomas. I ricercatori usati ricevitore-hanno mirato alla terapia fotodinamica, coppia la molecola sensibile alla luce IRDye700DX con il peptide exendin-4 (che specificamente mira alle celle producenti insulina) per irradiare le celle e gli xenotrapianti di GLP-1R. L'efficacia e la specificità della terapia fotodinamica ricevitore-mirata a nel causare la morte delle cellule sono state misurate in vitro. La distribuzione biologica dell'elemento tracciante, l'induzione di danno cellulare e l'effetto sulla crescita del tumore sono stati misurati in vivo per determinare l'efficacia del trattamento.

la terapia fotodinamica Ricevitore-mirata a è stata trovata per causare la fototossicità specifica significativa in celle del positivo di GLP-1R. Nel modello animale, l'elemento tracciante ha accumulato la dose-dipendente nei tumori del positivo di GLP-1R. La terapia fotodinamica in vivo ricevitore-mirata a egualmente ha indotto la tossicità cellulare in tumori senza danneggiare il tessuto circostante, piombo ad una sopravvivenza mediana prolungata.

“Questa tecnica fornisce la prima prova dell'efficacia della terapia fotodinamica ricevitore-mirata a, che precedentemente è risultato riuscire per parecchi moduli di cancro, per il trattamento delle lesioni producenti insulina,„ capo rilevato. “In futuro, questo potrebbe fornire un metodo di trattamento completamente nuovo, come minimo dilagante ed altamente specifico per l'ipoglicemia hyperinsulinemic che avrebbe migliorato drammaticamente la gestione clinica dei pazienti.„

Source:
Journal reference:

Boss, M., et al. (2020) Receptor-Targeted Photodynamic Therapy of Glucagon-Like Peptide 1 Receptor–Positive Lesions. Journal of Nuclear Medicine. doi.org/10.2967/jnumed.119.238998.