Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Gli studi della chirurgia mostrano il progresso, opportunità di fare diminuire la prescrizione dell'opioide

Avere chirurgia significa il collocamento della fiducia completa in un gruppo dei professionisti ed il conteggio loro per fissare che cosa è sbagliato mentre tiene i rischi chirurgici il più basso possibile.

Ma uno di quei rischi, esperti nella chirurgia ha cominciato a realizzare, ha niente a che fare con che cosa accade nella sala operatoria. Invece, riguarda il trattamento il dolore della post-chirurgia senza sollevare la probabilità che il paziente otterrà agganciato, o del più dipendente, dagli opioidi.

È un rischio che pregiudica una minoranza dei pazienti - forse 1% - 10% al massimo, secondo l'operazione. Ma non è facile da dire in anticipo quali pazienti continueranno a cercare i mesi delle ricariche dell'antidolorifico dell'opioide dopo che il loro dolore della chirurgia dovrebbe abbassarsi.

Nel frattempo, pazienti che già si sono assunti ad opioidi per dolore prima della loro fronte di taglio dell'operazione altre responsabilità dalle dosi aumentate catturate dopo chirurgia.

Un'ondata di nuovi studi piombo dai chirurghi e dagli apprendisti alla medicina del Michigan, l'università di centro medico accademico di Michigan, aggiungono alla comprensione di questi rischi. Egualmente mostrano di che cosa accade quando i gruppi chirurgici lavorano insieme per diminuire l'enfasi sopra ed offerta, antidolorifici dell'opioide mentre ancora cerca di facilitare il dolore dei pazienti della chirurgia.

Successo continuo

Già è stato parecchi anni poiché un gruppo di U-M ha pubblicato alcuna della prima prova circa i rischi di uso post-chirurgico a lungo termine dell'opioide. Il gruppo egualmente ha intrapreso l'azione novella di contatto dei pazienti per scoprire quanti opioide pillole essi realmente avevano catturato per il loro dolore chirurgico, rispetto a cui erano state prescritte.

Quello piombo loro per emanare le linee guida di prescrizione per forte riduzione di opioide che prescrive e l'uso degli altri farmaci di dolore e formazione di paziente. Hanno formato la rete di prescrizione e di impegno dell'opioide del Michigan, o il Michigan APERTO, contribuire a spargere la parola circa le linee guida e circa la necessità per disposizione adeguata delle medicine rimanenti di dolore di tenerle dalla diversione all'uso ricreativo.

Una prova delle linee guida agli ospedali della medicina del Michigan ha mostrato ad opioide la prescrizione in diminuzione senza dolore dei pazienti aumentanti. Quello era abbastanza per convincere dozzine di ospedali attraverso lo stato del Michigan adottare insieme le linee guida ed il lavoro per raffinarli, con il di collaborazione chirurgico di qualità del Michigan costituito un fondo per dal carter blu trasversale blu del Michigan.

Ora, un nuovo documento ha pubblicato nella qualità di BMJ & la sicurezza mostra gli effetti a lungo termine di quello sforzo in tutto lo stato. Comprende i dati da 36.022 pazienti che hanno ricevuto una prescrizione affinchè un antidolorifico dell'opioide li aiutino con il dolore connesso con una delle 9 operazioni fra febbraio 2017 e maggio 2019 in 69 ospedali attraverso il Michigan.

In tutto, la dimensione chirurgica media di prescrizione dell'opioide è stata tagliata a metà durante questo tempo, da una media di 30 compresse a circa 15. La quantità di paziente degli opioidi ha catturato da quelle prescrizioni anche cadute, da una media di 13 compresse ad una media di 6 e la percentuale dei pazienti che hanno cercato una ricarica per la loro prescrizione dell'opioide è andato giù.

Malgrado la riduzione della prescrizione e del consumo, non c'era aumento nella quantità di pazienti di dolore riferiti nelle indagini di seguito, o diminuzione nella loro soddisfazione con la loro esperienza della chirurgia. Questi dati di seguito sono disponibili per più di 15.000 dei pazienti.

La prescrizione era più in conformità con le linee guida invece di variazione notevolmente dal chirurgo e dalla procedura, particolarmente per le operazioni meno comunemente realizzate che precedentemente avevano variato ampiamente.

Questo progetto illustra la potenza di aggancio e di autorizzazione i medici, gli infermieri e degli altri lavoratori di sanità attraverso lo stato contribuire a migliorare la cura per tutti i nostri pazienti. C'è ancora stanza migliorare l'opioide che prescrive, ma il lavoro di squadra come quello esibito con questa associazione di M-OPEN e di MSQC ha avuto un impatto durevole sulla prescrizione postoperatoria ed ha fatto una differenza enorme nelle nostre comunità.„

Craig dora, M.D., residente della chirurgia generale, primo autore di nuovo documento

Il professor Michael Englesbe, M.D. della chirurgia, che i co-cavi Michigan APERTO ed i cavi MSQC, è l'autore senior dello studio. “Siamo fortunati nel Michigan che i nostri medici, infermieri, responsabili politici dello stato e debitore privato principale possono partner, sforzi coordinati e migliorare rapido cura per i pazienti nel nostro stato,„ dice.

Opioidi e chirurgia di ernia

Ogni anno, quasi 800.000 Americani - la maggior parte di loro uomini - hanno chirurgia per il genere più comune di ernia, chiamato un'ernia inguinale. E secondo i risultati di nuovo studio, circa 12.000 di loro forza finiscono usando gli antidolorifici il lungo termine, mesi dell'opioide dopo che il dolore dalla loro operazione dovrebbe abbassarsi.

Lo studio piombo dal residente Ryan Howard, M.D. ed il professore associato Dana Telem, M.D., M.P.H della chirurgia di U-M della chirurgia., è pubblicato davanti alla stampa negli annali di chirurgia. Ha esaminato i dati nazionali sulle operazioni di ernia fatte dal 2008 al 2016, sui pazienti che hanno ottenuto la loro assicurazione attraverso un assicuratore privato importante che include con i processi e le pianificazioni di vantaggio di Assistenza sanitaria statale. Ha incluso soltanto i pazienti che erano “opioide-naïve,„ significando essi non era già facendo uso dell'opioide ai tempi di chirurgia.

Il gruppo ha trovato che di tutti i pazienti che hanno ricevuto una prescrizione dell'opioide intorno al periodo di chirurgia, 1,5% di questi pazienti ha continuato a riempire le prescrizioni dell'opioide per almeno 3 mesi dopo la loro riparazione di ernia. Ciò significa che questi pazienti stanno continuando ad usare gli opioidi - farmaci che portano molti rischi lunghi dopo che il dolore chirurgico dovrebbe abbassarsi. Mentre questa è una percentuale più bassa che quelle vedute in altri studi su uso cronico dell'opioide della post-chirurgia, ancora sta interessando perché l'operazione è così comune, gli autori dice.

Un'individuazione critica di questo studio era che pazienti che hanno riempito una prescrizione dell'opioide nel mese prima che la loro operazione fosse quattro volte più probabile da stare bene agli utenti persistenti dell'opioide dopo chirurgia. D'importanza, più della metà di queste prescrizioni preoperatorie sono stati forniti dai chirurghi. Il gruppo di studio crede questo possa riflettere la pratica “di convenienza che prescrive,„ dove un fornitore si assicura che un paziente faccia la loro riempire prescrizione e ready prima che anche abbiano loro operazione. Poichè questo aumenta drammaticamente il rischio di uso persistente dell'opioide, può essere tempo affinchè i chirurghi abbandoni questa pratica.

Ulteriormente, i pazienti che hanno avuti una complicazione importante della loro operazione, o che hanno avuti ansia, disordine di umore, disordini di abuso di sostanza o dell'alcool o disordini perturbatori di dolore erano più probabili continuare a diventare utenti cronici dell'opioide.

Opioidi dopo la chirurgia del cancro

Uno degli scopi chiave dell'opioide chirurgico che prescrivono la ricerca è “di radrizzare la dimensione„ le prescrizioni dell'antidolorifico di cui i pazienti ricevono prima o subito dopo delle loro operazioni in modo che abbiano le pillole devono gestire il loro dolore arrivano a casa una volta che, ma non hanno tanti che le rimanenze comportano un rischio a loro o a qualcuno nella loro famiglia.

Un nuovo studio nel giornale dell'oncologia chirurgica da un gruppo piombo dallo studente di medicina Nicholas Eyrich, M.S. ed il residente principale Jay S. Lee, M.D. di U-M della chirurgia generale, mostra che pazienti della chirurgia del melanoma e del cancro al seno ad un centro medico importante realmente hanno riferito la ricezione ed usando.

Hanno intervistato 439 pazienti entro alcuni mesi della loro operazione e che hanno trovato che quella sui pazienti medii ha catturato appena due delle compresse dell'opioide sono state prescritte, qualunque cosa l'operazione essi avesse o se hanno ricevuto una prescrizione di 5, 10 o 20 compresse.

Mentre la vasta maggioranza dei pazienti ha detto hanno ricevuto le istruzioni per la cattura degli opioidi, di meno della metà ha detto che un membro del gruppo di cura aveva parlato con loro circa usando gli non opioidi in primo luogo o circa il rischio di dipendenza con opioidi. Di meno che un terzo ha detto sono state dette circa i rischi di avere opioidi inutilizzati nella casa e soltanto un quarto ha detto che avevano discusso la disposizione sicura degli opioidi inutilizzati con un membro del gruppo di cura.

L'uso persistente piombo agli più alti costi

Un altro nuovo documento, piombo dai co-dirigenti del Michigan e di Lee e dal chirurgo plastico APERTI Jennifer Waljee, M.D., M.P.H., M.S., indica che i pazienti che diventano per la prima volta utenti persistenti dell'opioide dopo chirurgia costano al sistema di salubrità più.

Scrivendo negli annali di chirurgia, riferiscono i dati da più di 133,000 persone in tutta la nazione chi non ha catturato gli opioidi prima che abbiano avuti chirurgia, di cui 8.100 hanno continuato le prescrizioni di riempimento dell'opioide per i mesi dopo le loro operazioni.

Le fatture di sanità medie per ciascuno di quei pazienti erano $2.700 superiori a per coloro che non ha sviluppato l'uso persistente. La spesa aumentata ha continuato andare per almeno sei mesi dopo chirurgia, ad una tariffa media di $200 un il mese.

Rischi della chirurgia di paziente esterno per quelle già che catturano gli opioidi

I pazienti più anziani che catturano le dosi elevate degli opioidi e poi accendono avere operazioni del paziente esterno, sono più probabili morire entro alcuni mesi di chirurgia che coloro che non stava catturando gli opioidi, secondo uno studio recente pubblicato in chirurgia di JAMA.

Il gruppo, piombo da Katherine Santosa, M.D., M.S., residente principale di U-M in chirurgia plastica e Waljee, ha esaminato i dati dai enrollees di Assistenza sanitaria statale oltre 65 chi ha avuto procedure comuni del paziente esterno fra 2009 e 2015. Hanno incluso la gente che ha avuta la cistifellea, la tiroide, l'ernia, il tunnel carpale, l'emorroide, il filone varicoso e chirurgia di prostata, tra l'altro.

Il gruppo ha fatto lo studio perché l'uso dell'opioide è conosciuto essere associato con le cadute, le fratture e le emissioni respiranti in adulti più anziani, particolarmente coloro che egualmente cattura i farmaci chiamati benzodiazepine per ansia o dorme emissioni.

Sebbene soltanto una piccola percentuale dei pazienti muoia entro 90 giorni della loro operazione del paziente esterno - appena 471 del più di 99.000 studiati, o 0,5% - i ricercatori potevano vedere una differenza basata su uso dell'opioide. Era visibile anche dopo registrare i risultati per ottenere le differenze di età, il sesso, la razza, il tipo di chirurgia e le misure multiple di salubrità.

Gli autori richiedono la più attenzione per essere pagati ai rischi di chirurgia per la gente che cattura gli opioidi a lungo termine, particolarmente quelle che catturano le dosi elevate. Aiutando loro diminuiscono il loro uso dell'opioide prima che la loro operazione potrebbe diminuire il loro rischio ed egualmente li aiutano per rispondere meglio a tutti gli opioidi prescritti per controllo di dolore dopo chirurgia. Gli autori egualmente notano quello naloxone di prescrizione, una droga che può “salvare„ qualcuno da una dose eccessiva dell'opioide, potrebbero essere saggi.

Englesbe, Telem e Waljee sono facoltà nel dipartimento di U-M di chirurgia e nei membri dell'istituto di U-M per polizza di sanità ed innovazione. Waljee dirige il centro per i risultati e la polizza di sanità, dove Brown e Howard sono colleghi correnti e Lee è un ex collega.

Source:
Journal reference:

Brown, C.S., et al. (2020) Assessment of a quality improvement intervention to decrease opioid prescribing in a regional health system. BMJ Quality & Safety. doi.org/10.1136/bmjqs-2020-011295.