Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le donne con insufficienza renale hanno tariffe basse di uso contraccettivo, ritrovamenti della ricerca

La nuova ricerca dall'università di Cincinnati (UC) trova che le donne con insufficienza renale hanno tariffe basse di uso contraccettivo. Lo studio, pubblicato nella medicina del rene del giornale, trova una tariffa contraccettiva globale di uso di 5,3% fra le donne con insufficienza renale che subisce la dialisi negli Stati Uniti.

Sebbene la malattia renale di stadio finale urti avversamente la fertilità, la concezione è comune fra le donne su dialisi. L'insufficienza renale aumenta il rischio di risultati avversi di gravidanza, compreso pre-eclampsia, la restrizione fetale della crescita ed i bambini prematuri. Le gravidanze non pianificate si presentano in donne con la malattia renale. È di capitale importanza che le gravidanze in questa popolazione ad alto rischio pianificazione e ci dà l'opportunità di consigliare le donne circa pianificazione familiare e l'impatto della gravidanza sulla malattia renale e dell'impatto della malattia renale sui risultati materni e fetali.„

Scià di Silvi, MD, assistente universitario nella divisione programma di CURA del rene, di nefrologia al UC e autore principale dello studio

Lo studio ha valutato 35.732 donne dell'età di gravidanza fra il 1° gennaio 2005 ed il 31 dicembre 2014. Erano tutti fra le età di 15-44 anni, su dialisi e con Assistenza sanitaria statale come il debitore primario, facendo uso del sistema dati renale degli Stati Uniti. In generale, la tariffa di uso contraccettivo era 5,3%. L'età media all'entrata di studio era anni 30±7 per le donne con tutto l'uso contraccettivo. L'uso contraccettivo era più alto fra le donne di 15-24 anni (11,1%) ed il più basso fra le donne ha invecchiato 40-44 anni (2,6%). Lo studio ha indicato che la più giovane età, il nativo americano e la corsa/origine etnica nera, l'insufficienza renale dovuto la glomerulonefrite, la modalità di emodialisi e la cura della nefrologia di predialysis sono stati associati con un'più alta probabilità di uso contraccettivo. L'analisi egualmente ha trovato che lo stato socioeconomico non ha urtato la probabilità di uso contraccettivo.

Lo scià dice lo studio unico in quanto parla ad un gruppo completo di donne che subiscono dal 2005-2014 la dialisi di tutti i razziale e gruppi etnici negli Stati Uniti per capire meglio l'incidenza di uso contraccettivo e dei fattori connessi con. Lo studio ulteriore ha considerato i pazienti con copertura completa di Assistenza sanitaria statale, così evitando i deficit potenziali delle registrazioni dipendenti dalla segnalazione volontaria o dal richiamo paziente. Questa ricerca indica per la prima volta che l'uso contraccettivo valuta in donne con insufficienza renale che stanno subendo la dialisi rimangono molto basse negli Stati Uniti.

“Non potevamo rappresentare l'uso dei metodi naturali o l'uso dei preservativi nel nostro studio, che rimane una limitazione,„ dice Shaw. “Tuttavia, i risultati evidenziano che l'uso contraccettivo fra le donne con insufficienza renale è estremamente - minimo che può rappresentare le più alte tariffe delle gravidanze involontarie in questa popolazione ad alto rischio. Dobbiamo includere l'anticoncezionale che consigliamo per le donne dell'età di gravidanza nella cura clinica sistematica. Ulteriormente, lo studio presente sottolinea l'importanza di formulazione delle polizze che promuovono la consapevolezza della salute riproduttiva e della contraccezione fra le donne con insufficienza renale.„

Source:
Journal reference:

Shah, S., et al. (2020) Contraceptive Use Among Women With End-Stage Kidney Disease on Dialysis in the United States. Kidney Medicine. doi.org/10.1016/j.xkme.2020.08.010.