Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

La combinazione di immunoterapia restringe i tumori rari dell'angiosarcoma in 25% dei pazienti

I ricercatori dalla rete di ricerca sul cancro di SWOG, un gruppo di test clinici del cancro costituito un fondo per dalla divisione (NCI) dell'istituto nazionale contro il cancro della diagnosi del Cancro ed il trattamento (DCTD), parte degli istituti della sanità nazionali, hanno indicato che la combinazione di immunoterapia di ipilimumab e di nivolumab restringe i tumori rari dell'angiosarcoma in 25 per cento di tutti i pazienti, con alcuno che ha una risposta ancora più forte alla combinazione della droga.

I risultati dello SWOG studiano, piombo da Michael Wagner, MD, dell'università di Washington, il centro di ricerca sul cancro di Fred Hutchinson e la cura del cancro Alliance di Seattle e condotto tramite la rete nazionale di test clinici di NSC (NCTN), sono stati divisi oggi in una presentazione orale virtuale alla società per immunoterapia della trentacinquesima riunione annuale dell'anniversario del Cancro (CTCI). I risultati forniscono la prima prova rigorosa che le immunoterapie possono trattare l'angiosarcoma, un cancro raro di sangue ed i vasi linfatici che si sviluppa spesso nell'interfaccia. Circa 500 Americani sono diagnosticati ogni anno con l'angiosarcoma.

Lo studio di Wagner fa parte di un test clinico dirottura chiamato DART, short per il blocco doppio Anti-CTLA-4 & Anti-PD-1 in tumori rari. Lanciato nel 2017 con il patrocinio dal NSC, DARDO sta provando un riuscito modello per lo studio sui cancri rari. Facendo uso di una progettazione innovatrice “del canestro„, il DARDO prova l'efficacia della combinazione del nivolumab e del ipilimumab in vari tipi rari del tumore, grazie ad un accordo cooperativo di ricerca e sviluppo (CRADA) fra il NSC e Bristol-Myers Squibb, il creatore di entrambe le droghe di immunoterapia. Attraverso il DARDO, la combinazione della droga ha completato la prova in 36 gruppi dei malati di cancro rari, con altri 12 gruppi ancora che catturano le droghe e quattro gruppi temporaneamente chiusi per l'analisi di dati. I risultati di promessa precedentemente sono stati riferiti in pazienti con altri cancri rari, compreso i tumori neuroendocrini ed il cancro al seno metaplastic, mentre i risultati dai pazienti con i tumori della tiroide egualmente saranno riferiti alla riunione 2020 di CTCI.

Un esperto in sarcoma, Wagner ha voluto sostituire i rapporti aneddotici che gli inibitori immuni del controllo come ipilimumab e nivolumab potessero trattare con successo l'angiosarcoma con una sperimentazione di fase II futura. Wagner ed il suo gruppo di SWOG hanno iscritto 16 pazienti, tutti con cancro avanzato o inoperante e tutti di chi precedentemente sono stati curati con la chemioterapia. Hanno trovato che 25 per cento dei pazienti hanno veduto i loro tumori restringersi, indipendentemente da dove nell'organismo il loro angiosarcoma si è presentato. Le notizie erano ancora migliori per i pazienti di cui il cancro ha presentato sulla fronte di taglio o sul cuoio capelluto. Quei pazienti hanno veduto un tasso di risposta di 60 per cento alle droghe. In alcuni casi, la risposta era duratura. Due pazienti rimangono anno libero del cancro un dopo il trattamento.

Questi risultati aprono una nuova strada trattare l'angiosarcoma - con immunoterapia. A SWOG, pianificazione uno studio di approfondimento più grande vedere se questa combinazione può lavorare come una prima riga di trattamento.„

Michael Wagner, MD, università di Washington

Il gruppo di SWOG egualmente ha trovato che la maggior parte dei pazienti - 75 per cento - effetti secondari con esperienza dalle droghe e da 25 per cento hanno avvertito gli effetti secondari severi.

I cancri rari compongono circa un quarto di tutti i cancri diagnosticati universalmente. Ma perché ci sono centinaia di tipi e perché ciascuno è così insufficiente, i cancri rari sono notoriamente difficili da studiare. Con parere di un esperto dal NSC e dal gruppo statistico di SWOG, la direzione di studio - Sandip Patel, MD e Razelle Kurzrock, MD, entrambi il centro del Cancro del UCSD Moores e giovane Kwang Chae, MD, della Northwestern University - ha fornito progettazione unica del canestro del DARDO. Ha provato riuscito. Lo studio ha iscritto con successo 755 con la malattia rara che non può altrimenti essere ammissibile per un test clinico. Egualmente sta arando la terra importante nella medicina di traduzione. Gli esemplari di sangue e del tumore dai pazienti del DARDO presto subiranno il DNA ed il RNA che ordinano per fare luce sul loro trucco molecolare e come le immunoterapie possono contribuire a disarmare determinati tipi rari del cancro. Questo lavoro sarà fatto attraverso i centri immuni di video e dell'analisi del Cancro (CIMACs), che sono stati istituiti dal NSC con la sua iniziativa di Moonshot del Cancro.

Source: