Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Il consumo in eccesso dell'uovo di nuove manifestazioni della ricerca può aumentare il rischio di diabete

Rimescolate, affogate, o bollite, le uova sono un alimento di prima colazione popolare dappertutto. Eppure le indennità-malattia dell'uovo umile non potrebbero essere tutte che fossero incrinate su per essere mentre la nuova ricerca dall'università di Australia del sud indica che il consumo in eccesso dell'uovo può aumentare il vostro rischio di diabete.

Condotto in società con l'università medica di Cina e l'università del Qatar, lo studio longitudinale (1991 - 2009) è il primo per valutare il consumo dell'uovo in un grande campione degli adulti cinesi.

Ha trovato che quella gente che ha consumato regolarmente una o più uova al giorno (equivalente a 50 grammi) hanno aumentato il loro rischio di diabete di 60 per cento.

Con la prevalenza del diabete in Cina ora che supera 11 per cento - sopra quello della media globale di 8,5 per cento - il diabete si è trasformato in in una preoccupazione seria di salute pubblica.

L'impatto economico del diabete è egualmente significativo, rappresentando 10 per cento di spese sanitarie globali (USD $760 miliardo). In Cina, i costi legati al diabete hanno superato USD $109 miliardo.

L'epidemiologo e l'esperto in salute pubblica, il Dott. Ming Li di UniSA, dice che l'aumento del diabete è una preoccupazione crescente, particolarmente in Cina in cui i cambiamenti alla dieta del cinese tradizionale stanno urtando la salubrità.

“La dieta è noto ed il fattore modificabile che contribuisce al diabete di tipo 2 di inizio, così capente l'intervallo dei fattori dietetici che potrebbero urtare la prevalenza crescente della malattia è importante,„ il Dott. Li dice.

“Nel corso degli ultimi decenni la Cina ha subito una transizione nutrizionale sostanziale che è veduta che molta gente si muove a partire da una dieta tradizionale che comprende i granuli e le verdure, verso una dieta elaborata che comprende le quantità elevate di carne, degli spuntini e dell'alimento energia-denso.

“Allo stesso tempo, il consumo dell'uovo egualmente sta aumentando costantemente; dal 1991 al 2009, il numero della gente che mangia le uova nel doubled* della Cina quasi.

“Mentre l'associazione fra il cibo le uova e del diabete è dibattuta spesso, questo studio ha mirato a valutare il consumo a lungo termine dell'uovo della gente di uova e di loro rischio di sviluppare il diabete, come determinato da glicemia a digiuno.

“Che cosa abbiamo scoperto era che il più alto consumo a lungo termine dell'uovo (più maggior di 38 grammi al giorno) ha aumentato il rischio di diabete fra gli adulti cinesi di circa 25 per cento.

“Ancora, gli adulti che hanno mangiato regolarmente molte uova (oltre 50 grammi, o l'equivalente ad un uovo, al giorno) hanno avuti un rischio aumentato di diabete da 60 per cento.„

L'effetto era egualmente più pronunciato in donne che negli uomini.

Il Dott. Li dice che mentre questi risultati indicano che il più alto consumo dell'uovo è associato positivamente con il rischio di diabete in adulti cinesi, la più ricerca è necessaria esplorare le relazioni causali.

Il diabete di bordeggiare, un approccio complesso è necessario che non solo comprende la ricerca, ma anche un chiaro insieme delle linee guida per contribuire ad informare e guidare il pubblico. Questo studio è un punto verso quello scopo a lungo termine.„

Dott. Ming Li, epidemiologo ed esperto in salute pubblica, università di Australia del sud

Source:
Journal reference:

Wang, Y., et al. (2020) Higher egg consumption associated with increased risk of diabetes in Chinese adults – China Health and Nutrition Survey. British Journal of Nutrition. doi.org/10.1017/S0007114520003955.