Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Nuovo obiettivo druggable per infarto in neonati ed in infanti identificati

I ricercatori hanno identificato un nuovo obiettivo druggable per infarto in neonati ed in infanti, un termine per cui là non è stato il trattamento specifico. Circa 60 per cento dei bambini sopportati con le anomalie congenite del cuore svilupperanno l'infarto evidente entro il primo anno di vita. La progressione di infarto in questi infanti è spesso rapida, con un'alta frequenza degli infortuni mortali.

Lo stimolo di questo obiettivo ha aumentato significativamente la contrattilità cardiaca dei neonati e degli infanti in mouse con pochi effetti secondari quale la tachicardia, le aritmia ed ha aumentato il consumo del miocardio dell'ossigeno, che sono problemi comuni con molte droghe cardiotoniche.

A differenza di infarto cronico in adulti, la prova sta mancando di per il trattamento appropriato di infarto pediatrico. Il motivo principale per questo è la grande varietà di pathogeneses e di pathophysiologies di infarto in bambini, rendenti i test clinici su grande scala difficili. Di conseguenza, i pazienti pediatrici dell'infarto corrente stanno curandi con i farmaci adulti senza prova coercitiva della loro sicurezza ed efficacia in bambini.

Il gruppo di ricerca piombo dal professor Mitsuhiko Yamada delle speranze dell'università di Shinshu di sviluppare la prima piccola terapeutica della molecola del mondo per l'errore pediatrico del calore che può essere usato facilmente anche dai pazienti esterni con le collaborazioni con le ditte farmaceutiche.

Il gruppo di ricerca ha cominciato questo studio in un dal basso ma non ad un in un modo orientato a risultato, che sarebbe stato lo più standard ed il modo efficace di scienza di traduzione. Il professor Yamada era interessato nel meccanismo molecolare che è alla base del regolamento dei canali L tipi cardiaci di Ca2+ (LTCC) dalle vie intracellulari di segnalazione. Nel 2010, il professor Yamada ha trovato un documento scritto da prof. William che gruppo di A. Catterall che descrive quella chinasi della caseina può phosphorylate l'sottounità principale di LTCC cardiaco (più pieno, segnale di M.D. et al. (2010) Sci: ra70).

Hanno iniziato gli sforzi per cercare per il significato fisiologico di questo fenomeno e per trovare fortunatamente che media l'effetto inotropo positivo di angiotensina II trovato soltanto nel periodo neonatale (Kashihara T. et al. (2017) J. Physiol. (Lond.) 595: 4207-4225). Con questi informazioni, il gruppo di ricerca ha cambiato il loro stile ed ha deciso di rispondere ad un'esigenza medica insoddisfatta duratura, terapeutica specifica per infarto pediatrico, utilizzando questa via.

I bambini, particolarmente quelli prima dello svezzamento non sono “adulti di miniture„. Sono in un cosiddetto “periodo critico„ di vita e così, vulnerabile ma allo stesso tempo, arduo robusto. Di conseguenza, può essere a volte più appropriato per sviluppare le droghe per i bambini non solo estrapolando la conoscenza scientifica e medica per quanto riguarda gli adulti agli infanti ed ai bambini ma controllando gli obiettivi druggable che sono alla base della loro robustezza.

Il professor Yamada specifica che era difficile “da guadagnare le righe di prova contro odierno dogma scientifico e medico che l'angiotensina II ed i sui ricevitori di tipo 1 sono una causa comune di quasi tutte le malattie cardiovascolari e renali.„

Il sistema dell'renina-angiotensina-aldosterone è stato scoperto più di cento anni fa. La sua importanza nel periodo perinatale mammifero era stata stabilita per la fine dello XX secolo ma quasi completamente era stata dimenticata pricipalmente a causa di grande successo degli inibitori di questo sistema nella medicina adulta. Il gruppo di ricerca alla scuola di medicina dell'università di Shinshu e l'istituto delle scienze biomediche riescono fortunatamente a dissotterrare questo “fossile„ apprezzato nel lavoro di ricerca di base.

Il professor Yamada invia un messaggio a nome del gruppo per quanto riguarda i loro risultati “ai professionisti clinici per lasciarci sviluppare insieme e spedire la terapeutica novella specifica per infarto pediatrico a tutti i bambini universalmente. C'è una parola giapponese “onko-chishin„ quel mezzi per studiare l'esperienza per imparare le nuove cose. Al giorno d'oggi, la scienza sta progredendo ad una velocità sorprendente. Ma può essere consigliabile che a volte ci fermiamo e guardiamo indietro sull'esperienza. Se trovaste qualcosa molto vecchio ma splendendo nell'oscurità, potrebbe essere l'essenza stessa della natura.„

Source:
Journal reference:

Kashihara, T., et al. (2020) β-Arrestin–Biased AT1 Agonist TRV027 Causes a Neonatal-Specific Sustained Positive Inotropic Effect Without Increasing Heart Rate. Journal of American College of Cardiology. doi.org/10.1016/j.jacbts.2020.08.011.