Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Le guide di servizio di consultazione di EULAR indirizzano le malattie reumatiche e osteomuscolari

Le malattie reumatiche ed osteomuscolari croniche e spesso dolorose rendono non validi milioni di persone nell'UE ed universalmente.

Le cause di più di 200 di queste circostanze sono ancora sconosciute e non ci sono maturazioni. I ricercatori sono incaricati capire le cause e le caratteristiche di questo gruppo di malattia in moda da potere sviluppare migliori strategie e trattamenti di prevenzione.

Ma il contributo alla ricerca varia attraverso Europa. Sotto l'egida del suo nuovo centro di ricerca virtuale, la lega europea contro reaumatismo (EULAR) ha lanciato un nuovo servizio di consultazione che abbinerà i ricercatori clinici con gli esperti nella ricerca per aiutarli per sviluppare i progetti di ricerca di alta qualità che possono fare una differenza.

Circa il nuovo servizio di consultazione di EULAR

Il servizio di consultazione di EULAR sarà offerto comunque il centro di ricerca virtuale di recente creazione di EULAR (VRC).

Il servizio fa parte di una serie di opportunità che di sostegno della ricerca EULAR offrirà supportare i ricercatori attraverso Europa ha interessato ad esaminare le domande della ricerca che contribuiscono a rispondere ai bisogni della gente con le malattie reumatiche ed osteomuscolari (RMDs).„

Dott. Iain B. McInnes, il professor e Presidente, EULAR, Glasgow, Scozia, Regno Unito

“Non tutti i ricercatori hanno l'opportunità di ricevere il parere di un esperto sui loro progetti di ricerca clinici dai ricercatori con esperienza. Ciò piombo noi installare questo servizio.„

Molta ricerca è necessaria, compreso i migliori modi impedire queste circostanze, identificare i fattori di rischio e diagnosticare più presto queste malattie. Tali miglioramenti egualmente contribuiranno ad alleviare gli effetti di altre malattie croniche che concordano spesso con le malattie reumatiche ed osteomuscolari, quali la malattia di cuore, il diabete, il cancro, il morbo di Alzheimer e la depressione.

Il servizio di consultazione di EULAR formulerà il consiglio della ricerca affinchè i ricercatori migliori la qualità della loro ricerca clinica messa a fuoco su RMDs. I candidati saranno abbinati con i consulenti che sono riusciti e ricercatori altamente con esperienza con esperienza di area di bisogno.

Le aree di servizio varieranno da consiglio su progettazione di studio all'analisi di dati e dalla segnalazione dei risultati della ricerca, della progettazione di protocollo di studio e della comunicazione scientifica.

Il servizio sarà a disposizione dei ricercatori che sono corrente residenti e lavoranti nei paesi EULAR-affiliati.

“Invitiamo le applicazioni da un diverso gruppo di scienziati con i diversi ambiti di provenienza attraverso razziale e gruppi etnici che possono essere sottorappresentati nella ricerca di RMD,„ dice Désirée van der Heijde, professore della reumatologia, del centro medico di Leida, dei Paesi Bassi e della parte del gruppo di coordinamento accademico di VRC.

Come richiedere il servizio ed il costo

I ricercatori possono osservare le aree di servizio online e richiedere una consultazione compilando un breve modulo di richiesta.

Per i primi due anni dopo il lancio, questi servizi saranno forniti senza spese. Alcune limitazioni di uso e del numero dei progetti per ricercatore principale del candidato determinato si applicheranno in questo periodo per assicurare una polizza di fair use.

Source:
Journal reference:

Heijde, D. v. d., et al. (2020) Common language description of the term rheumatic and musculoskeletal diseases (RMDs) for use in communication with the lay public, healthcare providers and other stakeholders endorsed by the European League Against Rheumatism (EULAR) and the American College of Rheumatology (ACR). Annals of the Rheumatic Diseases. doi.org/10.1136/annrheumdis-2017-212565.