Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

I ricercatori sviluppano lo spray nasale contro il virus COVID-19

Uno spray nasale per assicurare la protezione contro il virus COVID-19 è stato formulato dai ricercatori all'università di Birmingham, Regno Unito, facendo uso dei materiali già rimossi per uso in esseri umani.

Un gruppo nell'istituto delle tecnologie della sanità dell'università ha formulato lo spruzzo facendo uso dei composti già approvati dagli enti competenti nel Regno Unito, Europa e negli Stati Uniti ed ampiamente usato negli apparecchi medici, nelle medicine e perfino in prodotti alimentari. Ciò significa che le procedure normali per catturare un nuovo prodotto al servizio sono semplificate e lo spray nasale potrebbe essere disponibile nel commercio molto rapidamente.

La formulazione consiste di un agente antivirale, λcarrageenan e di un polisaccaride gellan, di cui tutt'e due sono già fabbricati al grado farmaceutico.

Uno studio della pubblicazione preliminare (non ancora pari-esaminato) descrive la coltura cellulare che ha verificato la capacità della formulazione di inibire l'infezione COVID-19.

Questi studi hanno mostrato che la formulazione può consegnare (minimo di p<0.05) la soppressione significativa dell'infezione nelle colture cellulari sfidate dal virus in tensione confrontato ai comandi non trattati, un effetto veduto fino a 48 ore ed una volta diluito molte volte.

L'università di impresa di Birmingham file una richiesta di brevetto che riguarda la formulazione antivirale che si può spruzzare per uso come spruzzo orale, nasale o della multi-superficie ed ora sta cercando di concedere una licenza al brevetto ad un'organizzazione che è commessa alla fabbricazione del genere di consumo ed a gestire la sua distribuzione all'più ampio pubblico possibile.

I ricercatori piombo dal professor Liam Grover e dal Dott. Richard Moakes hanno precisato allo spruzzo dell'AT. "A" che potrebbe riguardare uniformemente l'interno del radiatore anteriore ed al soggiorno al sito che è polverizzato su.

I polimeri approvati dalla FDA schermati del gruppo di ricerca affinchè i loro beni del muco-collante e la loro capacità “plume„ una volta polverizzato facendo uso di un applicatore di spray nasale tipico.

Poi hanno modellato le proprietà fisiche di un intervallo dei polimeri e rapidamente si sono sistemati sul polisaccaride gellan, che migliorerà la longevità dell'applicazione assicurando i soggiorni dello spray nasale dentro il radiatore anteriore, prima delle prove e della caratterizzazione delle miscele di gellan e di λcarrageenan alle varie proporzioni, per trovare la formulazione che consegna “lo sprayability„ ottimale e la viscosità.

Il gruppo egualmente ha determinato la capacità della formulazione di impedire l'infezione nelle colture cellulari sfidate dal virus. Hanno mostrato la soppressione significativa dell'infezione (minimo di p<0.05) fino ad una diluizione di 1/300 in confronto al gruppo di controllo non trattato e completano, inibizione altamente significativa (p<0.001) di infezione alle diluizioni superiore a 1/30.

I ricercatori hanno verificato il dosaggio trattando il virus prima che si aggiungesse a coltura cellulare e curando le celle in primo luogo e poi presentando il virus e conclusivo che la formulazione impedisce l'infezione mettendo una barriera sterica intorno sia alle celle che al virus mentre i virus sono rendati incapace da λcarrageenan.

In uso, questo dovrebbe uguagliare ad uno spray nasale antivirale che cattura e ricopre il virus dentro il radiatore anteriore, impedente il suo assorbimento dall'ente, in modo da può eliminarsi tramite itinerari usuali (radiatore-soffiando o inghiottendo). Nell'eventualità che le particelle del virus sono passate ad un'altra persona via uno starnuto o una tosse, l'effetto antivirale diminuirebbe il rischio di trasmissione dei virus attivi.

Il gruppo crede che lo spruzzo potrebbe essere particolarmente utile nelle aree dove ammucchiare è meno evitabile, quali gli aeroplani o le aule e l'applicazione regolare dello spruzzo potrebbero diminuire significativamente la trasmissione di malattia.

Il Dott. Richard Moakes ha commentato:

Questo spruzzo è fatto dai prodotti disponibili facilmente che già stanno utilizzandi in prodotti alimentari e nelle medicine ed abbiamo sviluppato espressamente queste circostanze nel nostro trattamento di progettazione. Significa che, con i partner giusti, potremmo iniziare la fabbricazione in serie nelle settimane.

I prodotti come questi non sostituiscono le misure attuali quale la maschera che dura e che handwashing, che continuerà ad essere vitale ad impedire la diffusione del virus. Che cosa questo spruzzo farà, tuttavia, è aggiunge un secondo livello di protezione per impedire e di trasmissione del virus lento.„

Source:
Journal reference:

Moakes, R. J. A., et al. (2020) Formulation of a composite nasal spray enabling enhanced surface coverage and prophylaxis of SARS-COV-2. BioRxiv. doi.org/10.1101/2020.11.18.388645.