Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Lo strumento di valutazione predice esattamente i risultati per i pazienti COVID-19

Uno studio pubblicato nel giornale americano della medicina di emergenza questo mese riferisce su uno strumento di valutazione sviluppato dai ricercatori e dai medici di Kaiser Permanente che le guide assicurano che i pazienti ottengano la giusta cura, quando la hanno bisogno, esattamente predicendo la probabilità che i pazienti con i sintomi COVID-19 avvertiranno la malattia o persino la morte severa.

Mentre gli impulsi di pandemia ancora attraverso il paese e le ospedalizzazioni che stanno aumentando, i medici di prima linea devono prendere spesso le decisioni rapide di ospedalizzare o scaricare i pazienti con i sintomi COVID-19. Abbiamo creato una valutazione del rischio che esamina molte variabili pazienti differenti che potrebbero predire un risultato difficile critico -- senza qualsiasi laboratorio o prova diagnostica.„

Sharp di Adam, MD, medico della medicina di emergenza, ricercatore per il dipartimento di Kaiser Permanente California del sud di ricerca & valutazione

Il punteggio di rischio è particolarmente utile ai medici nel prendere queste decisioni ai tempi della visita del pronto soccorso, il Dott. Sharp ha detto.

Lo strumento di valutazione, chiamato il punteggio di COVAS perché esamina i comorbidities, l'obesità, le funzioni vitali, l'età ed il sesso, già è stato incorporato nel sistema elettronico della cartella medica in tutto Kaiser Permanente nella California del sud, in cui guida le decisioni cliniche nei pronto soccorsi e nei centri di cura urgenti. In questo studio, il punteggio di COVAS ha predetto esattamente la probabilità di morte o l'esigenza di cura respiratoria critica nei 7 giorni per i pazienti veduti ai pronto soccorsi di Kaiser Permanente nella California del sud.

“Ho utilizzato con successo questo strumento con i miei propri pazienti nel pronto soccorso e contribuisce a fornire informazioni necessarie per prendere le decisioni informate con i pazienti,„ il Dott. Sharp ha detto. “Possono contribuire a rassicurare i pazienti a basso rischio e possono incoraggiare alternativamente quelli ad ad alto rischio a ricevere alla la cura basata a ospedale che può accelerare il loro ripristino.„

I ricercatori hanno intrapreso gli studi retrospettivi di 26.600 visite del pronto soccorso dagli adulti per i sintomi sospettosi per COVID-19 a 15 ospedali di Kaiser Permanente nella California del sud fra il 1° marzo 2020 al 30 aprile 2020, un periodo in cui la diffusione sostanziale della comunità di COVID-19 era prevalente nella regione ma i risultati dei test immediati COVID-19 non erano.

I risultati informano i professionisti del settore medico-sanitario di prima linea ed i sistemi di salubrità circa cui i pazienti con i sintomi COVID-19, che comprendono la febbre, la tosse, la difficoltà che respira e la fatica, sono al più grande rischio di morte o di scompenso respiratorio che richiederebbe l'ossigeno di alto-flusso o di ventilazione.

Gli studi precedenti hanno messo a fuoco sui pazienti ospedalizzati, con poche informazioni su quelli curati fuori della regolazione del ricoverato. Questo lavoro esamina i pazienti del pronto soccorso con COVID-19 sospettato e fornisce informazioni utili ai medici di prima linea per informare le decisioni di cura, specialmente durante gli impulsi quando la capacità dell'ospedale può essere limitata.