Attenzione: questa pagina è una traduzione automatica di questa pagina originariamente in lingua inglese. Si prega di notare in quanto le traduzioni sono generate da macchine, non tutte le traduzioni saranno perfetti. Questo sito web e le sue pagine web sono destinati ad essere letto in inglese. Ogni traduzione del sito e le sue pagine web possono essere imprecise e inesatte, in tutto o in parte. Questa traduzione è fornita per comodità.

Cambi nell'atteggiamento nei confronti del consumo della fauna selvatica in Cina: Indagine

Il coronavirus 2 (SARS-CoV-2) di sindrome respiratorio acuto severo quella malattia di cause COVID-19 in primo luogo è emerso alla fine del 2019 a Wuhan, Hubei, Cina. I casi in anticipo dell'infezione sono stati veduti fra quelli in contatto con un servizio animale.

I ricercatori Shuchang Liu, dal banco delle scienze biologiche, università di Nottingham, Regno Unito, con Zheng Feei mA, dipartimento di salubrità e di scienze ambientali, università di Xi'an Jiaotong-Liverpool, Suzhou, Cina, Yutong Zhang e Yingfei Zhang dall'università medica di Jinzhou, Cina hanno voluto esplorare gli atteggiamenti correnti nei confronti del consumo degli animali instabili parecchi mesi dopo lo scoppio. Il loro studio nominato, “gli atteggiamenti nei confronti della provincia interna ed esterna del consumo della fauna selvatica di Hubei, Cina, riguardo agli scoppi SAR e COVID-19,„ è pubblicato nell'ultima emissione dell'ecologia umana del giornale.

SAR ed animali

Nel novembre 2002, c'era uno scoppio dell'infezione virale (SARS) di sindrome respiratorio acuto severo nel comune di Foshan, provincia del Guangdong. Il picco dello scoppio è stato veduto nel febbraio 2003. Il SAR è stato conosciuto per pregiudicare coloro che ha vissuto vicino ai servizi animali ed ha infettato coloro che ha trattato gli animali o era professionisti dell'alimento.

Lo scoppio di malattia 2019 di coronavirus (COVID-19) nel dicembre 2019 è stato rintracciato di nuovo al mercato dei frutti di mare di Huanan. I casi in anticipo erano coloro che aveva visualizzato il servizio locale della fauna selvatica e del pesce prima dello scoppio. Erano stati esposti a fauna selvatica quale “pollame, pipistrelli, marmotte, istrici, tassi, uccelli ed i serpenti,„ hanno scritto i ricercatori. I host animali intermedi sono stati speculati per essere pipistrelli o pangolini.

Questi studi sono stati intrapresi per vedere se c'è stato del cambiamento post--COVID nell'atteggiamento nei confronti del cibo della fauna selvatica dopo gli scoppi.

Progettazione di studio

Ciò era uno studio rappresentativo condotto fra il 7 aprile 2020 ed il 20 aprile 2020. Tutte le persone non gravide adulte in cui corrente stavano vivendo o fuori della provincia di Hubei, Cina, volente partecipare allo studio, sono state incluse nello studio.

Un questionario di 20 domande è stato dato ai partecipanti. Questi hanno avuti:

  • 11 domanda su informazioni socioeconomiche di base compreso il genere, l'età, il livello di istruzione, l'occupazione, lo stato civile, la religione e la città residenziale
  • Ai partecipanti sono stati chiesti se fossero fornitori di cure mediche
  • Sono stati chiesti se essi o i loro amici/parenti corrente fossero diagnosticati con COVID-19
  • 5 domande sono state dedicate al SAR e a COVID-19.
  • I partecipanti sono stati chiesti la loro linea di condotta possibile se vedessero qualcuno cercare illegalmente.
  • Sono stati chiesti se avessero mangiato mai la fauna selvatica quali “gli zibetti di palma, i serpenti, il cinghiale, le rane, le scimmie, i pipistrelli, o i pangolini„ durante il ciascuno degli scoppi. La loro ragione per il cibo o il cibo della fauna selvatica egualmente è stata chiesta (gusto, nutrizione, novità, status sociale, ecc. per il cibo e l'avversione, legge, protezione della fauna selvatica, ecc. per non mangiare)
  • Ai partecipanti sono stati chiesti se i loro pareri per quanto riguarda il cibo della fauna selvatica cambiassero dopo lo scoppio di SAR
  • Le domande per quanto riguarda se i partecipanti considerassero gli zibetti di palma come portafili del SAR ed i pipistrelli da essere portafili di SARS-CoV-2 egualmente sono stati chiesti.

Il questionario si è distribuito via WeChat, QQ e la barra del paletto di Baidu.

Risultati

I risultati di studio erano come segue:

  • Nell'indagine, complessivamente 348 adulti hanno partecipato, di cui 177 erano maschi
  • L'età media dei partecipanti era di 29,4 anni. Oltre 95 per cento erano meno di 50 anni.
  • Due terzi dei partecipanti hanno risieduto in Hubei
  • Nessuno dei partecipanti di studio corrente è stato diagnosticato con COVID-19 e soltanto due partecipanti hanno indicato che hanno avuti amici che erano stati diagnosticati con COVID-19.
  • Durante lo scoppio di SAR, la percentuale della fauna selvatica di consumo della gente era 27 per cento
  • Durante la pandemia COVID-19, la percentuale dei partecipanti che consumano la fauna selvatica era 17,8 per cento
  • Le ragioni più tipiche fornite dai partecipanti per il cibo della fauna selvatica erano la novità della carne (fra 64,9 per cento durante lo scoppio di SAR e 54,8 per cento durante lo scoppio COVId-19).
  • Le ragioni più comuni per mai il cibo della carne dell'animale selvatico erano avversione per la carne (47,7 per cento durante il SAR e 39,9 per cento durante il COVID-19)
  • 52,5 per cento hanno riferito che avevano smesso di mangiare la carne dell'animale selvatico perché la legge protetta queste specie.
  • Il gruppo ha trovato che il grado d'istruzione è stato associato significativamente con il consumo della fauna selvatica durante gli scoppi SAR e COVID-19.
  • Più della metà dei partecipanti hanno pensato che gli zibetti di palma fossero portafili del SAR (53,7 per cento) ed i pipistrelli di pensiero di 42,2 per cento erano portafili di SARS-CoV-2.
  • In risposta a chiedere di domanda che cosa avrebbero fatto se vedessero qualcuno cercare illegalmente, la risposta era come segue:
    • 26,7 per cento definitivamente la fermerebbero
    • 64,4 per cento proverebbero a fermarlo
    • 8,9 per cento la trascurerebbero

Conclusioni

Gli autori dello studio concludono che i loro risultati indicano che durante 17 anni fra lo scoppio di SAR e lo scoppio COVID-19, gli atteggiamenti nei confronti del consumo di fauna selvatica in Cina sono cambiato per il migliore e variabile significativamente. Scrivono attualmente, “, le popolazioni cinesi sembrano essere a favore della fermata del consumo della fauna selvatica e del combattimento contro la caccia illegale. Tuttavia, qualche gente in Cina probabilmente continuerà a consumare la carne della fauna selvatica per molte ragioni, compreso le indennità-malattia credute.„

Dr. Ananya Mandal

Written by

Dr. Ananya Mandal

Dr. Ananya Mandal is a doctor by profession, lecturer by vocation and a medical writer by passion. She specialized in Clinical Pharmacology after her bachelor's (MBBS). For her, health communication is not just writing complicated reviews for professionals but making medical knowledge understandable and available to the general public as well.

Citations

Please use one of the following formats to cite this article in your essay, paper or report:

  • APA

    Mandal, Ananya. (2020, November 22). Cambi nell'atteggiamento nei confronti del consumo della fauna selvatica in Cina: Indagine. News-Medical. Retrieved on May 09, 2021 from https://www.news-medical.net/news/20201122/Change-in-attitude-towards-wildlife-consumption-in-China-Survey.aspx.

  • MLA

    Mandal, Ananya. "Cambi nell'atteggiamento nei confronti del consumo della fauna selvatica in Cina: Indagine". News-Medical. 09 May 2021. <https://www.news-medical.net/news/20201122/Change-in-attitude-towards-wildlife-consumption-in-China-Survey.aspx>.

  • Chicago

    Mandal, Ananya. "Cambi nell'atteggiamento nei confronti del consumo della fauna selvatica in Cina: Indagine". News-Medical. https://www.news-medical.net/news/20201122/Change-in-attitude-towards-wildlife-consumption-in-China-Survey.aspx. (accessed May 09, 2021).

  • Harvard

    Mandal, Ananya. 2020. Cambi nell'atteggiamento nei confronti del consumo della fauna selvatica in Cina: Indagine. News-Medical, viewed 09 May 2021, https://www.news-medical.net/news/20201122/Change-in-attitude-towards-wildlife-consumption-in-China-Survey.aspx.